Home | Letteratura | Libri | Vincenzo Iannuzzi: «Noi e l’ambiente» – Di Luciana Grillo

Vincenzo Iannuzzi: «Noi e l’ambiente» – Di Luciana Grillo

Un vademecum scorrevole, chiaro, documentato e semplice, per chiunque desideri avere una chiara informazione sull'inquinamento ambientale antropico

image

Titolo: Noi e l’ambiente
Autore: Vincenzo Iannuzzi
 
Editore: Elison Publishing, 2020
Formato: Disponibile anche in Epub
 
Pagine: 236
Prezzo di copertina: € 20

 
Il professor Vincenzo Iannuzzi ha pubblicato libri generalmente apprezzati e premiati, perché ricchi di osservazioni scientifiche, di spunti di riflessione, di suggerimenti che riguardano tematiche non comuni, espresse sempre con un linguaggio semplice e accattivante.
Quest’ultimo lavoro, «Noi e l’ambiente», pubblicato nel 2020, ma presentato pubblicamente soltanto qualche settimana fa, rivela, fin dalla copertina, non soltanto l’interesse dell’autore per l’ambiente ma anche l’amore per la sua terra d’origine, il meraviglioso Cilento.
 
Fin dalla premessa, Iannuzzi dichiara che «il fine di questo libro è divulgare nella maniera più chiara e semplice possibile, pur rimanendo nell’esattezza scientifica adeguatamente documentata, i danni ambientali provocati dall’Uomo e gli interventi necessari suggeriti dagli scienziati».
Parte dal mondo extraterrestre, scrive di onde elettromagnetiche, di asteroidi e collisioni di corpi cosmici, infine di comete, prima di cominciare a trattare l’ambiente terrestre, i nuclei che lo costituiscono, le aurore polari o boreali e australi, l’areale e l’habitat degli uomini primitivi, fino ai nostri giorni.
Tutto con concisione e chiarezza, con la passione dello studioso e la semplicità del divulgatore.
 
Non mancano naturalmente i riferimenti all’attualità, Iannuzzi ricorda incendi devastanti e bombe d’acqua, trombe d’aria – come Vaia - ed effetto serra. Quando comincia a trattare di inquinamento, «esempio di alterazione dei rapporti tra le cose…rottura dell’equilibrio naturale… eruzioni vulcaniche» un po’ sembra confortarci perché sostiene che può «essere del tutto naturale… non esistono di per sé sostanze inquinanti e sostanze non inquinanti», sono l’uso e l’abuso degli elementi – per esempio l’acqua – che «se bevuta in quantità eccessiva in una sola volta può addirittura essere mortale» a diventare pericolosi.
 
Il problema dei rifiuti, della raccolta differenziata, è serio: Iannuzzi riporta dati statistici relativi alle regioni italiane, ribadisce che è necessario il controllo da parte delle Istituzioni preposte, ricorda che il mare è la pattumiera a cielo aperto universale, scrive di desertificazione, di deforestazione e di scioglimento dei ghiacciai, sostiene la necessità di una nuova Etica e passa in rassegna gli eventi e gli aspetti storici che hanno condizionato gli ultimi secoli, ricordando anche quanto avvenne sull’isola di Pasqua, dove il taglio indiscriminato del verde senza ripristino adeguato causò la scomparsa degli abitanti che ci hanno lasciato, perché si conservasse il loro ricordo, soltanto i Moai, inquietanti sagome di pietra, come disinteressate del mondo perché rivolte tutte, tranne una, verso il centro dell’isola piuttosto che verso il mare.
 
Altro problema da affrontare è lo scandaloso commercio di armi, insieme ai tentativi di potenze per così dire minori di dotarsi di armi atomiche.
Qual è lo stato attuale dell’Umanità?
Iannuzzi passa in rassegna i dati statistici su alfabetizzazione, istruzione, abitazioni, disponibilità di acqua potabile, spreco di cibo, per fermarsi infine sul pericolo nucleare.
E, in conclusione, ci propone l’esito dell’Accordo globale di Parigi sull’ambiente, sottoscritto da 195 paesi (era il 2015) e confermato successivamente, nel 2016 e nel 2017, per terminare con la citazione dell’intrepida Greta Thunberg, «novella Giovanna d’Arco» ammessa a parlare davanti ai grandi del mondo.
 
Il capitolo VII, l’ultimo, presenta una sorta di promemoria che tutti dovremmo tenere bene a mente, mentre Iannuzzi ci invita «ad adoperarci per agire come un gruppo in sinergia, almeno a maggioranza, per vivere bene…».
 
Ricchissima la bibliografia.
Interessante l’elenco dei riconoscimenti letterari che questo libro ha ricevuto:
3° Premio per la saggistica al Concorso Letterario Internazionale «Cibotto 2020» – Rovigo
Menzione d’onore al Concorso «Caffè delle Arti» 2021 – Roma
Finalista al Concorso letterario «La Pania 2021» - Lucca

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande