Home | Letteratura | Libri | «Si combatteva qui! Nei luoghi della Grande guerra»

«Si combatteva qui! Nei luoghi della Grande guerra»

Alessio Franconi ha fatto un reportage vero e proprio dei luoghi più impossibili

image

Titolo: Si combatteva qui!
            Nei luoghi della Grande guerra


Autore
: Alessio Franconi

Editore: Hoepli, 2017
 
Pagine: XII-148, Rilegato
Prezzo di copertina: € 29,90
 
 Descrizione  
«Si combatteva qui! Nei luoghi della Grande Guerra» è l'evocativo titolo del reportage fotografico di Alessio Franconi racchiuso in questo libro.
Un libro fotografico che ripercorre i campi di battaglia della Prima Guerra Mondiale attraverso toccanti ed evocativi scatti in bianco e nero.
Si parte dalle Alpi, dal Carso fino allo Stelvio e poi più in là, verso i lontani Monti Carpazi, per ritrovare i luoghi del fronte russo dove combatterono gli 'italiani dimenticati' o dove caddero in prigionia i soldati del Regio Esercito.
 
Un viaggio fotografico spesso affrontato in condizioni climatiche proibitive per restituire il massimo sforzo patito dai soldati.
Il libro ha una prima introduzione storica seguita dall'intero reportage, ricco di aneddoti e curiosità raccontate in presa diretta dall'autore accompagnando, fotografia dopo fotografia, il lettore in questo lungo viaggio.
Il libro si chiude con un capitolo dedicato a dove si trovino i luoghi fotografati. Il reportage fotografico è stato esposto sotto forma di mostra fotografica innumerevoli volte in 5 stati europei in sedi di primissima importanza.
 
 La Mostra  
Inaugura il 30 luglio alle ore 16.00 presso Palazzo Besta a Teglio la mostra Si combatteva Qui! 1914-1918 Sulle orme della Grande Guerra, patrocinata dalla Commissione Europea ed esposta sia in Italia che in Europa.
All'inaugurazione sarà presente l’autore Alessio Franconi, che racconterà con aneddoti e curiosità cosa lo abbia spinto ad affrontare vette vertiginose e paesaggi cristallizzati nel gelo per compiere questo reportage.
 
Nata con lo scopo di ricordare le sofferenze di chi ebbe a combattere quella Guerra e di non dimenticare il costo del sacrificio umano, la mostra guida il visitatore verso una più profonda comprensione del valore della pace e dell’Unione Europea che da oltre 70 anni previene il crearsi di nuovi conflitti armati entro i propri confini.
Una mostra che spiega la Grande Guerra illustrando i luoghi dei combattimenti. Una guerra corpo a corpo, con continui assalti in trincee inespugnabili, episodi tragici, orrori, drammi e disumanità.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande