Home | Letteratura | Libri | «I sommersi e i salvati» – Di Gabrielli Paola

«I sommersi e i salvati» – Di Gabrielli Paola

Un romanzo che appassiona il lettore e lo conduce, attraverso la storia dell'arte, al cospetto di un’umanità lacerata dalla affannosa ricerca di se stessa

image

Titolo: I sommersi e i salvati
Autrice: Gabrielli Paola
 
Editore: Curcu & Genovese
Pagine: 173, brossura
 
Genere: Romanzo
Prezzo di copertina: 15 Euro
 
 Il CONTENUTO 
Marta Ricciardi, storica dell’arte, vive stancamente il rapporto con il marito Giorgio, avvocato di Trento.
Cercando conforto in un compagno oramai di fatto assente, Marta è afflitta da un forte senso di precarietà che pare destabilizzarla.
Su consiglio dell’amica Anna, appassionata di paranormale e di new age, decide di contattare una sensitiva per provare a capire l’origine del suo malessere.
Durante una seduta, entra in contatto con alcune entità del passato, Helmut e Magdalena. Tuttavia la sua attenzione cade soprattutto sul quadro dipinto da un certo Marcus di Arco. Si tratta di una fedele copia de La Donna del fiume, del celebre René Magritte.
Al termine della seduta, Marta decide di lasciare il marito e la sera stessa cerca Marcus in Facebook. Comincerà da qui un intricato cammino di ricerca che, tra realtà e surrealtà, porterà la ragazza a intrecciare la propria vita prima con Marcus e poi con le misteriose entità legate all’enigmatico dipinto di Magritte.
I sommersi e i salvati è un romanzo corale che appassiona il lettore e, attraverso suggestioni contaminate dalla Storia e dall’Arte, lo conduce al cospetto di un’umanità, oggi come ieri, lacerata dalla affannosa ricerca di se stessa.
 
 PAOLA GABRIELLI 
È nata e cresciuta a Cles, in Val di Non. Suo padre la sommergeva di libri; quei libri in cui lei e sua sorella si tuffavano con curiosità e bramosia, assaporandone il profumo fino all’ultima pagina. Anche a notte fonda.
Ha sempre amato l’arte e la conoscenza fin quasi a perdercisi. Un’attrazione che lei attribuisce a «un demone interiore che ci insegue e ci affligge sempre, finché non trova giusta soddisfazione».
Dopo gli studi liceali e musicali in canto e pianoforte, si è laureata, a Trento, in Lettere moderne con specializzazione in Storia dell’Arte. È stato l’inizio di un lungo e complesso viaggio.
Ha sondato infatti il mondo delle scritture antiche in tutte le molteplici forme: dalla catalogazione del libro antico, allo studio delle forme documentarie private e cancelleresche, diplomandosi in Archivistica, Paleografia e Diplomatica all’Archivio di Stato di Bolzano e approdando successivamente alla ricerca storica.
Ha lavorato per Comuni, come bibliotecaria, Provincia e Musei.
Ultimamente, alla scrittura ha affiancato l’attività di insegnante in Lettere e Arte, con laboratori per bambini e ragazzi sul territorio.
Danza dal 2010 nella compagnia di danza orientale di Francesca Lilith Miceli e studia il colore secondo il metodo Aura-Soma (Tu sei i colori che scegli).

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande