Home | Letteratura | Libri | Domenica pomeriggio a Levico «a piedi nudi nel parco»

Domenica pomeriggio a Levico «a piedi nudi nel parco»

Levico Terme incontra l'autore: Andrea Bianchi, il silenzio dei passi - workshop gratuito in chiosa alla presentazione

image

Titolo: Il silenzio dei passi. Piccolo elogio del camminare a piedi nudi nella natura
 
Autore: Bianchi Andrea
Editore: Ediciclo, 2016 (collana Piccola filosofia di viaggio)
 
Pagine: 93, brossura
Prezzo di copertina: € 8.50

Domenica 17 luglio, alle ore 18, presso l'installazione sequoia all'ingresso del Parco asburgico , si terrà l'incontro con l'autore Andrea Bianchi, guru del «barefoot walking».
Presenterà la sua novità «Il silenzio dei passi - Piccolo elogio del camminare a piedi scalzi», e in seguito ci regalerà un mini-workshop di camminata a piedi nudi (nel parco!)
Andrea sarà accompagnato da Nicola Curzel, agronomo forestale dell'APPA, che ci racconterà alcuni maestosi alberi del suggestivo arboreto del parco secolare.
La partecipazione è libera e gratuita ma per motivi logistici il mini-workshop è limitato a 25 partecipanti.
Per imparare a ritrovare il piacere di questa antica pratica e riequilibrare le proprie energie, basta iscriversi in tempo inviando una email alla piccola libreria o telefonando al 0461701914.
 
 IL CONTENUTO 
Togliersi le scarpe e percorrere scalzi un piano sentiero boscoso, un prato umido di rugiada, o i gradini naturali di un sentiero d'alta quota e imparare a percepire sotto le piante dei piedi nudi il flusso di calore della pietra esposta al sole e le sue diverse tessiture: tutto questo è alla portata di ognuno, appartiene alla preistoria e alla storia dell'umanità, eppure è anche una cosa che oggi è diventata rara nella vita di molti.
Basta invece poco per reimparare a camminare scalzi, e ritrovare una dimensione in cui si intrecciano la meccanica del piede umano, le connessioni benefiche con l'elettromagnetismo terrestre, l'arte di passare dal freddo al caldo che Kneipp elevò al rango di terapia, i milioni di stimoli sensoriali che si accendono nella mente, fino alla scoperta di aspetti più sottili, come l'invisibilità delle tracce e il silenzio che accompagna questo passo leggero, quasi felpato, che mai si impone ma sempre trova il suo personale e unico percorso.
 
 L'AUTORE 
Andrea Bianchi, ingegnere industriale, ha ampliato i paradigmi della sua professione «elaborando un originale percorso» che, dalla creazione di uno Studio di comunicazione, l’ha condotto a intraprendere l’attività giornalistica e a fondare, dieci anni fa, uno dei più seguiti siti web di informazioni sul mondo della montagna.
Da sempre è affascinato dalla salita verso le grandi vertigini del mondo come simbolo della ricerca interiore dell’uomo. Già autore di due racconti vincitori di altrettanti premi (Putia nel 1997 e Leggimontagna nel 2011) e del breve saggio «La Vetta interiore. Un’interpretazione alpina degli Yogasutra di Patañjali» (collana etica dell’alpinismo del GISM - Gruppo Italiano Scrittori di Montangna - editore), con questo breve elogio sul camminare a piedi nudi, arriva al cuore delle persone e della loro voglia-capacità di mettersi in gioco in modo più diretto.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande