Home | Letteratura | Poesia | Concorso nazionale poesia «Il lago nel cuore - Calceranica Poesia»

Concorso nazionale poesia «Il lago nel cuore - Calceranica Poesia»

Ecco la 3ª delle 5 poesie prescelte, in ordine alfabetico, in attesa della scelta finale

image

Alba sul Lago di Caldonazzo - Alberto Pattini, 2015.
 

Pubblichiamo la terza poesia del Concorso Nazionale di Poesia «Il lago nel cuore – Calceranica Poesia», organizzato da Alberto Pattini.
Appartiene alla sezione «B», quella dedicata al dialetto.
Si intitola «Parché, me domando», composta da Annalisa Pasquetto Brugin di, Mestre.
Eccola nella versione originale con a fronte il testo in italiano.

 Parché, me domando 

Canta el vento 
la so nenia de senpre
che core sora l' aqua,
che se inpira tra i pez,
che sconbusola e  imaga;
ghe fa eco 'na Anguana picenina,
vestia de luna,
sconta tra le piere coverte de mus-cio.
Scoltavo el vento de montagna,
e la picola Anguana,
quando la luna alta nel celo
slongava le onbrìe,
e la note
no gera altro che profumo e badaluchi.
Parché, me domando,
no sento più 'sta armonie che me faseva svolar.
Toco co le man l' aqua del me lago,
la sento passar, sbrissar, 'ndar via,
e toco le crode e le cèpole
e me taco a la tera, me taco a la vita,
respiro l' àrfio de la montagna,
me coverso de umidità che sa de foje e de legne.
Caresso i cavei spetenai de la Anguaneta,
ma no i xe altro che erbe bagnàe.
 


-

 Perché, mi chiedo 

Canta il vento 
la sua cantilena di sempre
che corre sopra l'acqua,
che si infila tra gli abeti,
che frastorna e incanta;
le fa eco una Anguana piccina
vestita di luna,
nascosta  tra le piere ricoperte de muschio.
Ascoltavo il vento di montagna,
e la piccola Anguana,
quando la luna alta nel cielo
allungava le ombre,
e la notte
non era altro che profumo e sogni bizzarri.
Perché, mi chiedo,
non sento più queste armonie che mi facevano volare.
Tocco con le mani l' acqua del mio lago,
la sento passare, scivolare, andare via,
e tocco le rocce e le le pietre con muschi attaccati
e me aggrappo alla terra, me attacco  alla vita,
respiro il fiato della  montagna,
mi copro di umidità che sa di foglie e di legna.
Accarezzo i capelli spettinati della Anguanetta,
ma non sono altro che erbe bagnate

La giornata di premiazione si terrà a Calceranica al Lago domenica 7 agosto 2016 con il seguente programma:
 
• Teatro S. Ermete – ore 20:30
• Saggio del prof. Gero La Vecchia Poesia e territorio: un binomio che parte dal cuore
• Spettacolo musicale  con Mauro e Catia Live music – canzoni poetiche interpretate
• Premiazione del concorso IL LAGO NEL CUORE – CALCERANICA POESIA con recita delle migliori poesie
 
Solo in tale occasione verrà resa nota la classifica dei primi tre.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni