Home | Miss | Miss 2011 | Le migliori città si contendono la finale nazionale di Miss Italia

Le migliori città si contendono la finale nazionale di Miss Italia

Il PD trentino ritiene invece che la manifestazione non sia una buona opportunità turistica

Il Trentino ha, almeno per quest'anno, rinunciato ad ospitare la finale nazionale di Miss Italia.
A quanto pare, al PD non piace l'idea. La motivazione ufficiosa è che «si tratta di una manifestazione frivola e fuori tempo», la motivazione ufficiale è che «non si tratta di una buona opportunità turistica».
La prima è una giustificazione che difficilmente appare nei manuali di marketing.
La seconda è tutta da vedere.

Che il Trentino non possa permetterselo è possibile, dato che si tratta di cifre importanti e dato che alla data di aprile si può dire che il budget abbia ormai preso la sua veicolizzazione programmata.
Però è bene ricordare che si tratta di un evento che va in prima serata Rai Uno per tre giorni, che tutti i mezzi di informazione ne parlano per un mese e soprattutto che ha comunque una forte ricaduta diretta sul territorio non da poco.

Quanto a costi, per quanto ci è dato di sapere tramite la nostra Sonia Leonardi, concessionaria regionale del concorso che peraltrorimane molto riservata nel comuncare dati, si parla di circa 800.000 euro (messa in onda e staff dell'organizzazione), oltre all'ospitalità di circa 11.000 presenze in un mese.
Queste ultime, appunto, ricadono direttamente sul territorio, cosa che in un momento di crisi come questo e in un periodo di bassa stagione potrebbero essere utilissima per l'economia locale.

Una decina di proposte sono già al vaglio dell'organizzazione.
Patrizia Mirigliani ha incontrato questa mattina a Roma il vicesindaco di Sanremo Claudia Lolli, alla quale è affidata la delega per la questione Miss Italia, e l'amministratore di Sanremo Promotion Giorgio Giuffra, entrambi accompagnati dal sindaco Maurizio Zoccarato.

«Abbiamo esaminato con l'organizzatrice del concorso le possibilità esistenti per ospitare le finali di Miss Italia a Sanremo, - ha spiegato il vicesindaco al termine dell'incontro. - Pur considerando la situazione economica del nostro Comune, dal punto di vista turistico e commerciale si tratta di un'occasione di grande interesse per la provincia di Imperia perché il prestigio di questa manifestazione offre opportunità notevoli, direttamente o meno. È giusto, quindi, approfondire tutti gli aspetti, come ha fatto da parte sua la signora Mirigliani nella sua esposizione. E' indubbiamente un grande impegno sul quale dovremo riflettere».

«L'interesse del Comune di Sanremo nei riguardi di Miss Italia - ha detto Patrizia Mirigliani - è certamente un motivo di orgoglio, e non solo perché si tratta della città del Festival della Canzone. Oltre a quella di Sanremo - dopo la rinuncia di Salsomaggiore Terme - abbiamo ricevuto varie proposte che stiamo esaminando con attenzione e appena possibile, esaminate le varie soluzioni, faremo la nostra scelta.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni