Home | Miss | Miss 2013 | «Miss Italia non si demonizza, semmai va ripensata: è la storia d’Italia»

«Miss Italia non si demonizza, semmai va ripensata: è la storia d’Italia»

Dura presa di posizione del presidente dell’Upa Lorenzo Sassoli De Bianchi contro la demagogia antistorica di chi demonizza Miss Italia

image

«Miss Italia non si demonizza, ma va ripensata: è la storia d’Italia»
Così Lorenzo Sassoli De Bianchi, Presidente dell’Upa (Utenti Pubblicità Associati) Lorenzo Sassoli de Bianchi, presidente dell’UPA, l’organismo che riunisce le più importanti aziende industriali, commerciali e di servizi che investono in pubblicità (da Fiat a Ferrero, a Barilla a Unilever, a Procter), in un’intervista all’Huffington Post, affronta vari temi della situazione del nostro Paese, comprese la televisione e Miss Italia.
Funziona, non funziona, è una formula vecchia?
«Tutto è opinabile – riflette – ma se una formula è vecchia si prendono nuovi autori e si fa un progetto di programma con l’obiettivo di esportare il format.
«Questo fa una tv a vocazione pubblica ma con una gestione manageriale forte.»
 
Una mossa o immotivata, demagogica o antistorica?
«Se c’è la qualità – risponde Sassoli De Bianchi – non si demonizza nulla. Non c’è ragione, questo concorso fa parte della storia dell’Italia. Va solo ripensato.»
Il presidente dell’Upa esprime poi preoccupazioni sugli investimenti autunnali.
«Le previsioni già indicate toccano un -12% rispetto al 2012 con una tendenza al peggioramento considerati tre elementi: l’aumento dell’Iva, la durata del governo e i venti di guerra.
«Tre elementi di forte destabilizzazione – conclude – che potrebbero influire sui consumi e avvitare gli investimenti pubblicitari in una spirale ancor più negativa.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni