Home | Miss | Miss 2014 | Domani, domenica 14 settembre si eleggerà Miss Italia 2014

Domani, domenica 14 settembre si eleggerà Miss Italia 2014

Sosteniamo la rappresentante del Trentino Alto Adige Sara Battisti, determinata a portare a casa la corona

Siamo alle battute finali del Concorso nazionale Miss Italia.
Ieri sera è iniziata su La7 la kermesse televisiva che decreterà la vincitrice che indosserà della corona di Miss Italia 2014.
Le 200 ragazze provenienti da tutte le Regioni D'Italia (9 o 10 per Regione), selezionate tra migliaia di ragazze e centinaia di sfilate, sono state scremate e ridotte a 60.
Sono state le protagoniste delle serate del 11 e 12 settembre su LA7.
Per il Trentino Alto Adige a concorrere per il titolo nelle 60 finaliste sono rimaste: Katja Luraschi mamma di 28 anni, di Riva del Garda, ex pallavolista professionista:
Sara Battisti 22 anni di Merano, studentessa di giurisprudenza ed Eleonora Mezzanotte 18 anni studentessa liceale di Cinte tesino eletta Miss Trentino Alto Adige alla Finalissima di Bressanone.
 
La scrematura dalle 60 candidate a 24, ha visto vincere la grinta e determinazione di Sara Battisti, eletta a Dimaro durante il ritiro del Napoli con il titolo di Miss Dimaro.
Sarà lei una delle 24 ragazze che domenica 14 settembre in diretta su La7 tenterà di portare in Trentino Alto Adige la corona di Miss Italia.
Corona che era già stata vinta nel 2006 dalla bella e solare trentina Claudia Andreatti.
Quest'anno il format prevede che ad eleggere miss italia sia il pubblico da casa attraverso il televoto, formula che potrebbe penalizzare la nostra Sara, se tutti i nostri corregionali non la sosterranno partecipando al televoto.
Claudia Andreatti vinse proprio grazie al sostegno di tutta la regione che ha spinto il pubblico da casa a telefonare facendola schizzare in testa alle preferenze.
 
Sara Battisti, uscita dalla scuderia della Soleoshow, capitanata da Sonia Leonardi nota manager e affermata Talent scout, ha vinto a fine luglio il titolo di Miss Dimaro durante la serata svoltasi in occasione del ritiro del Napoli in Val di Sole, poi si è aggiudicata a San Vigilio di Marebbe il titolo di Miss Alto Adige-sudtirol, partecipando poi come madrina alla finalissima di Bressanone ed infine a Jesolo il titolo di Miss Miluna Trentino Alto Adige.
«È ecisamente un bel risultato avere tre ragazze tra le 60 finaliste, – commenta Sonia Leonardi. – E Sara Battisti tra le 24 ragazze più belle d'Italia. Sara è una ragazza molto determinata e fin dalla prima sfilata aveva le idee molto chiare sul fatto di voler portare la corona di Miss Italia in Trentino Alto Adige.
«Per fare ciò, arrivata a questo punto, oltre a ringraziare Dimaro, San Vigilio di Marebbe e Bressanone, vorrei invitare tutti gli amici e simpatizzanti di Miss Italia a collegarsi su La7 domenica 14 settembre a partire dalle ore 21 per sostenere la rappresentante della nostra bella Regione.
«Miss Italia non solo bellezza, ma anche grinta e idee chiare su cosa si vuole dalla vita, non necessariamente legate al mondo dello spettacolo.»
 
Sara Battisti gareggerà con il n.19, la si può televotare da numero fisso 894000 o con sms 4770471. Sono ammessi più voti per ogni ragazza.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni