Home | Necrologie | Il cordoglio del sindaco per la scomparsa di Graziella Anesi

Il cordoglio del sindaco per la scomparsa di Graziella Anesi

«Ci mancheranno le sue proposte, le sue battaglie, il suo impegno dovunque ci fosse bisogno di chiedere pari opportunità per i cittadini»

C’è grande tristezza a Palazzo Geremia per la scomparsa improvvisa di Graziella Anesi, presidente della cooperativa HandiCrea, paladina dei diritti dei disabili impegnata da sempre nella battaglia per l’accessibilità dei luoghi pubblici.
 
Il sindaco Franco Ianeselli, esprimendo il cordoglio a nome della Giunta e di tutta l’Amministrazione comunale, ricorda così l’ultimo incontro con Graziella, avvenuto il mese scorso:
«Mi aveva chiesto di andare a fare un sopralluogo insieme appena prima di Natale, quando era venuta a Palazzo Geremia per presentare il progetto, che si ripromette di rendere accessibili a chiunque gli edifici storici della città.
«Non so bene quale sarebbe stata la meta della spedizione, di sicuro un edificio, un marciapiede, un angolo di città ostile ai disabili. Quel sopralluogo non lo faremo mai più, purtroppo, perché Graziella Anesi se ne è andata all’improvviso.
«A pensarci non sembra possibile, perché l’energia di Graziella era davvero inesauribile e straripante. La sua fragilità forte, la sua intelligenza, il suo pensiero positivo ci mancheranno enormemente.
«Ci mancheranno le sue proposte, le sue battaglie, il suo impegno nella cooperativa HandiCrea e dovunque ci fosse bisogno di difendere un diritto, di chiedere pari opportunità per tutti i cittadini».
Conclude Ianeselli: «La città cercherà di essere all’altezza del tuo inarrivabile esempio. Riposa in pace Graziella».
 
Sia in veste di presidente della cooperativa HandiCrea sia per merito del suo grande carisma, Graziella Anesi ha dato un grande contributo alla segnalazione e all’eliminazione delle barriere architettoniche della città.
La collaborazione con l’Amministrazione pubblica è sempre stata intensa, come dimostra l’ultimo progetto nel campo del turismo digitale o le proposte per il Peba, il piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande