Home | Interno | Inaugurata oggi la nuova sede della facoltà di Lettere e Filosofia

Inaugurata oggi la nuova sede della facoltà di Lettere e Filosofia

Nel 1992, l’allora sindaco di Trento Lorenzo Dellai l’aveva insediata al Centro S. Chiara. Oggi, presidente della Provincia, l’ha trasferita nella sede definitiva di via Gar

image

Era il lontano 1992, quando l’allora sindaco di Trento Lorenzo Dellai aveva deciso di insediare la neonata facoltà di Lettere e Filosofia al centro S. Chiara di Trento.
Oggi, a distanza di 20 anni, lo stesso Dellai, oggi presidente della Provincia, ha trasferito la facoltà nella sua sede definitiva, da lui voluta in via Tomaso Gar.
 
Dal prossimo settembre, dunque, dopo anni di disagi e di spostamenti in vari edifici della città, tutte le lezioni della Facoltà di Lettere e Filosofia potranno tenersi finalmente in uno stesso luogo, dove si troveranno anche le altre attività e i vari uffici e servizi della Facoltà.
Si parla di settembre perché il trasloco non è ancora terminato e proseguirà per tutta l'estate.
Ma per la nuova sede della Facoltà di Lettere e Filosofia è arrivato il momento dell'inaugurazione ufficiale.
 
Solo la biblioteca della facoltà non ha trovato ancora una sistemazione definitiva, che per il momento resterà in via Santa Croce 64.
È prevista la costruzione di una grande biblioteca in piazzale Sanseverino, la cui altezza potrebbe superare quella del Duomo di Trento.
Noi siamo sempre stati favorevoli alle biblioteche e, anzi, abbiamo sempre pubblicato reprimenda a quegli enti pubblici che se ne è disfatti, come la camera di Commercio sei anni fa.
Ma prima di occupare piazzale Sanseverino, chiediamo che venga risolto il problema dei posteggi cittadini. Dall’altra parte delll’Adige, ad esempio potrebbe essere una soluzione con una passerella coperta e mobile.
 
Nel corso della cerimonia si sono ascoltati i saluti del rettore dell'Università di Trento Davide Bassi, del presidente dell'Università di Trento Innocenzo Cipolletta, del presidente della Provincia di Trento Lorenzo Dellai, del sindaco di Trento Alessandro Andreatta, del preside della Facoltà di Lettere e Filosofia Maurizio Giangiulio e di Silvio Carnassale, rappresentante degli studenti nel Consiglio di Facoltà di Lettere e Filosofia.
C’è stata infine la benedizione dell'edificio con l'arcivescovo di Trento, monsignor Luigi Bressan.
Alla fine c’è stato il taglio del nastro e la visita del complesso edilizio.
Il nostro giornale aveva già pubblicato un ampio servizio fotografico che consigliamo di consultare ancora tramite questo link.
 
Nelle foto che seguono vediamo alcuni momenti dell’inaugurazione, compresi i cartelli di coloro che hanno contestato la benedizione del vescovo di Trento Bressan.
Come scriviamo in un altro articolo, la contestazione della benedizione (che è stata decisamente contenuta e corretta) non trova la nostra condivisione, anche se noi non siamo certo osservanti.
Una benedizione non la si nega mai. Se qualcuno invoca la benevolenza dell’Onnipotente va solo ringraziato anche quando dentro di sé alberga l’ateismo.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande