Home | Arte e Cultura | Cinema - TV | Il film «Maldamore» di Angelo Longoni nelle sale il 13 marzo

Il film «Maldamore» di Angelo Longoni nelle sale il 13 marzo

Oggi alla Casa del Cinema di Roma la conferenza stampa, la pellicola vede il sostegno di Trentino Film Commission

image

Si è tenuta oggi presso la Casa del Cinema di Roma la conferenza stampa di «Maldamore» di Angelo Longoni.
Alla presentazione del film erano presenti, oltre al regista, gli attori Ambra Angiolini, Luisa Ranieri, Alessio Boni, Luca Zingaretti e gli altri interpreti, le produttrici Maria Grazia Cucinotta, Giovanna Emidi e Silvia Natili per Italian Dream Factory e Carlo Brancaleoni in rappresentanza di Rai Cinema.
 
«Maldamore» è il primo film interamente girato a Trento la scorsa estate con la collaborazione della Trentino Film Commission, uscirà nelle sale italiane a partire dal 13 marzo, distribuito da Bolero Film.
Il regista, Angelo Longoni, ha confermato la positiva esperienza con il Trentino.
«Ci siamo trovati bene non solo con la Trentino Film Commission, ma anche con le persone e poi con questa città: Trento è stata un'esperienza straordinaria, è a misura d'uomo, è ecologica, non c'è traffico, ci si sposta facilmente e tutto è raggiungibile velocemente, se non ci fosse stata Trento non saremmo mai riusciti a fare un film in sei settimane. Detto questo, va segnalato che Trento ha anche una caratteristica narrativa precisa in questo film: volevo fare una commedia italiana e non regionale, che non fosse precisamente localizzata, ovvero non ho utilizzato un tipo di comicità dialettale. La comicità che abbiamo cercato di creare può essere riconoscibile in altre città italiane e Trento in questo si prestava perfettamente.»
 
«Maldamore» è una commedia brillante sull'amore e i suoi derivati: separazioni, incontri vecchi e nuovi, tradimenti, perdoni.
Una storia divertente nella quale tutti si possono identificare.
Il film prende avvio da una coincidenza banale, una distrazione che può capitare a chiunque e che genera conseguenze che sconvolgono la vita di un’intera famiglia: un interfono per bambini lasciato acceso per sbaglio, mentre nella stanza due persone si rivelano segreti inconfessabili ai reciproci partner.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni