Home | Rubriche | Parliamone | Le arti marziali ispirate al Tao – Di Nadia Clementi

Le arti marziali ispirate al Tao – Di Nadia Clementi

Un detto taoista afferma: Nel movimento trovare la calma, nella calma, trovare il movimento: ne parliamo con Liliana Atz presidente dell'Associazione San Bao

image
A fine articolo, su richiesta della dottoressa Liliana Atz, pubblichiamo anche la versione in inglese dell'intervista.

Nella filosofia taoista tradizionale cinese, il Tao ha come funzione fondamentale quella di rappresentare l'universo, eterno ma in movimento al tempo stesso.
È proprio con questo spirito che l'associazione San Bao diffonde in Trentino l'insegnamento e l'avviamento alle arti marziali ispirate al Tao, in particolare la conoscenza del Tai Chi Kung, un’arte cinese di tradizione millenaria volta ad acquisire e custodire armonia tra corpo mente e spirito.
Nello specifico il Tai Chi Kung è una tecnica motoria che tra i tanti benefici certificati, ha lo scopo di migliorare, attraverso il coordinamento e la concentrazione, il tono e l'elasticità muscolare. Si tratta di esercizi utili a prevenire cervicalgie e altri disturbi della colonna vertebrale, mentre l'attività respiratoria apporta benefici sia sul piano mentale che emozionale, un ottimo alleato contro, ad esempio, lo stress e l'insonnia.
Inoltre, secondo i principi della medicina cinese la respirazione e l'alimentazione rappresentano le due fonti dell'energia acquisita che permettono al nostro corpo di svilupparsi e di vivere.
Pare noto come dall'interazione cibo-organismo derivino la maggior parte dei disturbi tipici del nostro tempo, contemporaneamente però l’alimentazione può aprire immense possibilità preventive e curative.
Per conoscere i benefici e le tecniche di riequilibrio energetico del corpo e della mente ci siamo rivolti alla fondatrice dell'Associazione San-Bao, Liliana Atz, laureata in psicologia, diplomata operatrice-istruttrice Shiatsu, insegnante di Tai Chi stile Wudang e Yang, che da molti anni esercita queste attività e promuove corsi, dove le antiche discipline medico-filosofiche cinesi, si integrano con le scoperte della scienza occidentale. 

 Chi è la dottoressa Liliana Atz  
Psicologa, istruttrice di Tai Chi Chi Kung e Shiatsu, esperta in Medicina Tradizionale Cinese, si occupa da anni di insegnamento.
Convinta assertrice del filo conduttore che unisce le discipline terapeutico-filosofiche orientali e la cultura scientifica occidentale, ha fondato l'associazione San Bao, dove promuove attività di crescita personale attraverso il lavoro sul corpo-mente.
Docente di Enneagramma è autrice dei libri «EnneaMediCina», oltre che di articoli e pubblicazioni di settore.

Dottoressa Atz, che cosa la colpisce maggiormente della medicina tradizionale cinese?
«La cultura medico-filosofica cinese mi ha affascinata per la sua completezza in quanto porta ad una visione integrata dell’uomo, inteso nelle sue componenti di corpo, mente e spirito.
«Lavorando sul corpo, pertanto, ad esempio col Tai Chi Chi Kung, si riequilibrano anche la mente e le emozioni, arrivando a stare meglio a tutti i livelli.»
 
Può spiegarci in breve quali sono i principi della medicina tradizionale cinese?
«La Medicina Tradizionale Cinese (MTC) è uno dei sistemi medico-filosofici più antichi e più affascinanti del mondo, che l’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) già nel 1986 ha inserito nella carta di Ottawa per la promozione della salute.
«I principi cardine di questa medicina sono: il Qi (energia), il Tao (la forza eterna, essenziale e fondamentale che scorre attraverso tutta la materia dell'Universo) , la legge Yin/Yang, la legge dei Cinque Movimenti e le relative fasi, i Meridiani energetici. Tutte questi fattori sono in interrelazione reciproca, in una molteplicità di modi diversi.
«Per la Medicina Tradizionale Cinese lo stato di malattia proviene dalla perturbazione dell’equilibrio energetico (Chi o Qi). Questa medicina interviene per il riequilibrio della salute con diverse terapie, tra cui, le più note, sono la dietetica, la farmacologia, l’agopuntura, il massaggio e le ginnastiche mediche, nelle forme conosciute come Tai Chi e Chi Kung.
«Quello che è davvero interessante è che i suoi antichi principi trovano oggi sempre più riscontro nella fisica quantistica, così come nelle scoperte delle neuroscienze.»
 
Lei è abilitata all'insegnamento dell'«Enneagramma», di cosa si tratta?
«L'ENNEAGRAMMA è un antico metodo di conoscenza che aiuta a fare verità su se stessi e ad acquisire sicurezza e fiducia, scoprendo le proprie possibilità più nascoste.
«Nella pratica si tratta di un disegno geometrico che come una mappa descrive le varie tiplogie di personalità. Si dice che le sue origini risalgano a più di 2000 anni fa.
«È stato introdotto in Occidente all’inizio del secolo scorso, dal maestro spirituale causasico G.I. Gurdjieff, che lo utilizzava come strumento di studio per i suoi allievi.
«Successivamente è stato sviluppato e diffuso da vari studiosi, tra i quali spiccano lo psicologo Oscar Ichazo e lo psichiatra Claudio Naranjo, suo allievo, cui si deve la massima propagazione e integrazione di questo sistema, con la psicologia contemporanea.»
L'Enneagramma si rivela efficace in tutte quelle attività e contesti dove le relazioni con le altre persone hanno carattere di importanza:
- Per accrescere la conoscenza di sé e la propria autostima.
- Per gestire al meglio le proprie emozioni .
- Per incrementare le proprie capacità relazionali e gestire al meglio le proprie risorse energetiche.
 
Vuole spiegarci in che cosa consiste l'attività di Tai Chi Chi Kung secondo gli antichi metodi taoisti?
«Il Tai Chi Chi Kung è un'antica disciplina psicofisica cinese che si basa sui principi della filosofia taoista.
«Questa tradizione considera l'universo come un campo di energia, risultato della perfetta interazione dei due principi cosmici fondamentali: lo Yin e lo Yang, che costituiscono il simbolo del Tao e rappresentano il concetto più importante e caratteristico del taoismo.
«Attraverso la comprensione del cosmo, dell'universo e della natura si arriva, per il taoismo, alla comprensione di se stessi, alla propria crescita individuale.
«Questa tradizione considera l'universo come un campo di energia; vi è una visione olistica, analogica dell'essere umano, secondo cui la salute ed il benessere sono la conseguenza dell'equilibrio psicologico, energetico, fisiologico e spirituale dell'uomo.
«Si tratta di un'arte psico-fisica di sviluppo graduale del corpo-mente che attraverso l’esecuzione di precise sequenze aiuta a migliorare la propria energia fisica e mentale e ad aumentare il proprio benessere.
«La sua struttura è tale che chi osserva la pratica del Tai Chi può solo captarne la forma superficiale, non riuscendo a cogliere gli aspetti profondi di lavoro sul corpo, sul respiro e sulla mente.
«Queste tappe non sono separabili perché si riflettono l'una nell'altra: il corpo si rilassa, la respirazione rallenta il suo ritmo e diventa più profonda, la mente si svuota dai pensieri, ansie, preoccupazioni.
«Questo stato diventa una meditazione in movimento e qualcuno ha definito questa pratica yoga cinese
 

 
  Quali sono i benefici delle ginnastiche mediche (Tai Chi Chi Kung) alla luce delle più recenti scoperte della scienza occidentale?
«Il Tai Chi interpretato alla luce delle ultime scoperte della scienza occidentale agisce sulla struttura cerebrale. Il cervello si suddivide in tre parti: la neocorteccia, il cervello mammifero e il cervello rettile. La neocorteccia, o cervello umano, in quanto è stata l'ultima parte del cervello a svilupparsi, si suddivide in due metà: a sinistra l'emisfero sede della logica, del ragionamento razionale e del linguaggio e la destra, sede della creatività, dell'intuito.
«L'armonizzazione che la pratica integrativa del Tai Chi apporta a livello cerebrale è documentata dalla psiconeuroendocrinoimmunologia.
«La PNEI è la nuova scienza che racconta come mente e corpo comunichino e regolino l'equilibrio del nostro organismo e il nostro benessere, attraverso un dialogo ormonale a base di neuropeptidi, citochine e altre sostanze attive, influenzando potentemente l'attività del sistema immunitario.
«Numerosi sono i benefici per la salute che si riscontrano già dopo pochi mesi di pratica: miglioramento del tono e dell'elasticità muscolare, aumento del senso dell'equilibrio, diminuzione di cervicalgie e altri disturbi della colonna vertebrale.
«La respirazione calma e profonda migliora poi l'efficienza del sistema immunitario e dell'apparato cardio-respiratorio, rilassando la mente e favorendo la diminuzione di ansia, nervosismo e insonnia e così via.
«Un’interessante carrellata di studi, effettuati in tutto il mondo, documentano i benefici a tutto tondo di questa pratica e sono consultabili sul nostro sito nella sezione Articoli
 

 
Quali sono i meridiani che vengono stimolati nel nostro corpo e con quali effetti benefici?
«In Medicina cinese i meridiani sono linee di scorrimento preferenziali dell’energia, il Qi, in movimento all’interno del corpo. La scienza occidentale ha evidenziato e confermato che i meridiani sono costituiti da invisibili correnti di energia elettromagnetica circolanti in profondità tra i muscoli e le ossa.
«I precisi movimenti del Tai Chi Chi Kung stimolano la circolazione energetica in tutti i meridiani del corpo.
«Questo è possibile perché la nostra cute, che ha la stessa origine embriologica del sistema nervoso, è capace di ricevere gli stimoli dall'ambiente esterno, farli comunicare con l'interno, vagliare e filtrare i messaggi ricevuti, trasmetterli attraverso la rete dei meridiani e del sistema nervoso afferente e facilitare la ricostruzione dell'equilibrio dell'energia vitale, Qi, che sprona tutto il sistema psico-neuro-endocrino- immunitario.
 
 
Quali sono invece i principi della dietetica cinese?
«La dietetica cinese, insieme alle ginnastiche mediche (Tai Chi, Chi Kung), alla fitoterapia, alle manipolazioni (massaggi), alla meditazione e all’agopuntura, formano i pilastri terapeutici della cultura medica cinese antica.
«Con le ginnastiche mediche, le manipolazioni e l’agopuntura si riequilibra l’energia del corpo, mentre con la dietetica e la fitoterapia se ne preserva e nutre l’essenza. Se la dieta è corretta, l’energia sarà abbondante, gli organi saranno ben nutriti e la mente e le emozioni saranno in equilibrio.
«Contrariamente alla dietologia occidentale, che non considera le caratteristiche costituzionali dell’individuo, la scienza alimentare cinese adatta la scelta dei cibi alla costituzione ed alla tipologia psico-fisica della persona.
«Questa visione nutrizionale si accosta agli alimenti secondi i canoni qualitativi che regolano l’attività degli organi e dei visceri del corpo umano, utilizzando il cibo in termini farmacologici, con le relative indicazioni, controindicazioni e precauzioni, ai fini del raggiungimento e/o del mantenimento della salute.
«Gli alimenti vengono preparati armonizzando i cinque sapori (dolce, salato, acido, amaro, neutro) per permettere all’organismo di trarre giovamento dalla loro equilibrata interrelazione.»
A tal fine gli alimenti vengono classificati secondo differenti criteri:
 
1. in base all'energia intrinseca dell'alimento si distinguono:
- alimenti caldi e temperati: tonificano, scaldano, ascendono, muovono;
- alimenti neutri: stabilizzano, armonizzano, centrano;
- alimenti freschi e freddi: rinfrescano, sedano, astringono, idratano.
 
2. In base al sapore, in quanto ogni sapore ha una specifica caratteristica energetica:
- alimenti acidi: astringenti, contraggono l'energia verso l’interno;
- alimenti amari: drenanti, evacuanti, rassodanti e disseccanti;
- alimenti salati: ammorbidiscono, purgano e calmano lo Shen;
- alimenti dolci: tonificanti, armonizzanti e antispastici.
 
3. In base al colore:
- alimenti rossi: rivitalizzano;
- alimenti gialli: stabilizzano, equilibrano;
- alimenti verdi: disintossicano, depurano;
- alimenti neri: astringono, tonificano il Jing (essenza);
- alimenti bianchi: purificano.
 
4. In base al tropismo del meridiano, in quanto ogni alimento ha un meridiano di impatto principale.
 
5. In base al movimento dell'energia che attivano: Yin o Yang, etc.

L’Acqua e il Fuoco (Yin/Yang) determinano, infatti, l’equilibrio acido-base del sangue, la cui alterazione conduce a situazioni patologiche e malattie degenerative legate all'invecchiamento cellulare.
 

 
Quali sono i cibi raccomandi secondo la cultura cinese e quali vanno evitati?
«La popolazione cinese non disdegna alcun alimento. Come ben sappiamo mangiano anche cose per noi impensabili.
«Non si tratta, infatti, di una alimentazione predefinita, tutto può essere mangiato, purchè si adatti alle condizioni particolari di ogni persona, in base alla costituzione fisica, all’età, all’epoca, al paese in cui vive, al tipo di lavoro che svolge, al tipo di patologia che presenta e così via.
«Certamente viene data grande importanza alla genuinità degli alimenti impiegati, in collegamento con i ritmi stagionali e i mutamenti climatici.
 

 
Vuole approfondire l'affermazione del detto taoista «Nel movimento trovare la calma, nella calma, trovare il movimento»?
«Stiamo parlando di Yin/Yang, una delle leggi basilari della Medicina Tradizionale Cinese, della continua alternanza tra manifesto (Yin) e immanente (Yang), tra materia ed energia, entrambi complementari e indispensabili al manifestarsi della vita a al suo corretto svolgimento.
«La vita si origina nel vuoto, nel grande vuoto dove tutte le possibilità sono presenti, come ci conferma anche la fisica quantistica . Abbiamo bisogno del vuoto per creare la realtà collettiva e individuale, che si manifesta poi con l’atto creativo, con la messa in movimento dell’energia, con lo Yang che feconda la materia (lo Yin).
«Il Tai Chi è tante cose, tra le altre anche una meditazione in movimento. Si tratta di una pratica che, armonizzando la funzionalità del sistema nervoso, riequilibra l’attività del sistema nervoso simpatico con quella del sistema nervoso parasimpatico: attività e riposo, pieno e vuoto. Se uno di questi due aspetti predomina sull’altro, l’individuo si squilibra e si ammala. Nella nostra società la difficoltà col sonno di molte persone, ad esempio, parla di un eccesso di attività del sistema nervoso simpatico.

Lei è la fondatrice dell'associazione San-Bao
quando è nata con quale scopo?

«L'associazione San Bao è nata nel 2007 con lo scopo di diffondere in Trentino l’insegnamento e l’avviamento allo sport nelle arti marziali ed in tutte le arti classiche del Tao. In particolare la nostra associazione intende favorire la conoscenza del Tai Chi Chi kung, secondo gli antichi principi della filosofia taoista, comparati alla luce delle scoperte scientifiche occidentali.
«Risulta più chiaro, infatti, a noi occidentali praticare antichi esercizi, se ne capiamo il valore.
«Tutte le altre attività proposte nel corso del tempo si riallacciano a questi principi, in quanto la finalità dell’Uomo di tutti i tempi e di tutte le latitudini è sempre stato quello di trovare un equilibrio psico, fisico e spirituale.
 
Quali sono le principali attività proposte dall'Associazione San Bao?
«Le nostre principali attività sono legate alla proposta di percorsi di formazione in Tai Chi Chi Kung, da intendersi come tecnica marziale, disciplina per il benessere, meditazione in movimento, disciplina evolutiva.
«A seguito di molteplici validazioni scientifiche gli scienziati ritengono che gli studi effettuati forniscano una base solida di elementi a sostegno che la pratica del Tai Chi e del Chi Kung (Qi Gong) offra vantaggi per la salute delle ossa, per l’apparato cardiovascolare e respiratorio; migliori la funzione fisica e l’equilibrio; prevenga le cadute e offra benefici psicologici migliorando la qualità della vita in generale.
«Oltre a ciò offriamo percorsi complementari in Medicina Tradizionale Cinese, Enneagramma, Meditazione, ecc.»
 

 
Programmi futuri ?
«Le nostre proposte sono in continua crescita. Credo fermamente, infatti che l’uomo dei nostri giorni possa trarre grande beneficio da un lavoro integrato, dove corpo, mente e spirito possano riguadagnare il giusto spazio.
«A tal fine il prossimo 25 settembre ci sarà una festa di presentazione delle nostre attività, a cui invitiamo tutti i lettori a partecipare.
«Inizieremo parlando di dietetica con la conferenza tenuta dal nostro gruppo di studio, cui seguirà una presentazione dei corsi di Tai Chi Chi Kung e una conferenza dove parlerò di EnneaMediCina, la via per il recupero della salute secondo i principi dell’Enneagramma, integrati alle leggi della Medicina cinese, il tutto alla luce delle più recenti scoperte della neuroscienza.
«I libri EnneaMediCina pubblicati da pochi mesi, sono acquistabili in tutti gli store on-line.
«Per finire, ma non per ultimo, proporremo una cena con un menù degustazione di prodotti autunnali vegetariano, senza glutine, vegano e senza latticini a richiesta, preparato da un conosciuto chef locale. Adatto proprio a tutti, quindi!»
 
Il volantino dettagliato è consultabile sul nostro sito (www.san-bao.it).
Per la prossima stagione, in partenza col mese di ottobre 2015, proporremo un’intensa attività di Tai Chi Chi Kung, con la novità di un corso per bambini, un percorso di Daoyin: gli esercizi per la salute (il venerdì in pausa pranzo), una formazione in Medicina Tradizionale Cinese, un’altra in Enneagramma e serate di Meditazione.
Info.
    
Nadia Clementi - n.clementi@ladigetto.it
Liliana Atz - e-mail:info@san-bao.it

 Per informazioni visita il sito: www.san-bao.it 
Altri approfondimenti nei seguenti link:
http://www.san-bao.it/articoli/24/tai-chi-vitalit%C3%A0-in-movimento.html
http://www.san-bao.it/articoli/37/tai-chi-larte-della-suprema-polarit%C3%A0.html
http://www.san-bao.it/articoli/58/gli-effetti-delle-antiche-pratiche-di-tai-chi-e-qigong-sulla-salute-umana-studi-scientifici.html
http://www.san-bao.it/articoli/64/salute-e-ricerca-scientifica-dolore-affrontare-la-malattia-il-tai-chi-puo-aiutare.html
http://www.san-bao.it/alimentazione/88/dietetica-e-salute-introduzione.html
http://www.san-bao.it/alimentazione/90/ginnastiche-mediche-e-dietetica-cinese.html
http://www.enneamedicina.eu/it/blog/25-la-psicologia-biologico-emozionale-degli-enneatipi.html
http://www.enneamedicina.eu/it/blog/26-lo-studio-i-traumi-si-ereditano-da-genitori-a-figli-e-nipoti-fino-alla-terza-generazione.html
http://www.enneamedicina.eu/it/blog/28-la-psicologia-biologico-emozionale-degli-enneatipi-2.html
We interviewed Dr Liliana Atz on a previous occasion, and met her again to talk about EnneaMediCina, an alternative health discipline that brings together two ancient medical-philosophical systems, the Enneagram and Chinese medicine, revisited in the light of the neurosciences. EnneaMediCina offers a new approach to well-being and to the integration of body, mind and spirit involving various disciplines that join with – and reinforce – each other. As Dr Atz explains, the Enneagram is a symbol representing reality in its entirety, a dynamic model that encapsulates the Universe at macrocosmic and microcosmic levels, and which groups human beings under three centres and nine types. Chinese medicine, on the other hand, is based on an ancient medical-philosophical culture in which a human is considered a combination of ‘something’ that – although not defined as ‘genetic’ – includes a couple’s energy at the moment they conceive a new being. Other factors include the movements and energy of the stars, and the circumstances that brought the couple together at that moment – does their union take place in time of peace or war; is it an act of love or an act of aggression? These diverse elements form the initial substratum that give rise to a unique and unrepeatable individual that – interacting with the environment – breathes life into what we call ‘personality’.
 
In psychology, differing psychological reactions have long been explained as the result of the interaction between specific genotypes and phenotypes. This is where PNEI (Psiconeuroendocrinoimmunology) comes into play. PNEI is a scientific model that considers the working of the human organism as it is in life: a totality. For a long time, medicine has studied human beings by carrying out detailed investigations of systems, organs, and tissues, thus obtaining a mass of extraordinary ‘mechanical’ information, but losing sight of the whole. The scientific evidence gathered by PNEI on the constant communication between biological systems has allowed a reconnection between what, in life, has never been separated: the mind and the body.
 
This discipline provides confirmation that human beings are not fragmented, that they play an active part in their health and are not helpless victims of the whims of chance or of an inescapable genetic inheritance.
 
Dr Atz, when did you first learn about the disciplines that led to the creation of EnneaMediCina?
“I first encountered the two great strands of knowledge that lie at the core of EnneaMediCina between the mid-1980s and the early 1990s.
“I am, fundamentally, a studious, a researcher, a person who is never satisfied with outward appearances and the ordinary, or the non-sense of things and situations.
“EnneaMediCina is the result of a long period of study, and a curiosity driven by an existential unease that was searching for answers. This led me to a train of thought that has met increasingly with validation in the fields of neuroscience and in leading-edge theories on the workings of the human psychosoma.”
 
What are the differences between the language of the Enneagram and the language of Chinese medicine?
“Our Western cultural model leads us to compare, to search for the infinitely small, to separate, divide and categorise. Our mind is built on a framework of right/wrong, good/bad, and health/illness.
“The Eastern model, on the other hand, has a different vision of reality that is more holistic, more global. Thus, light is not in conflict with darkness, just as health is not in conflict with illness, etc.
“The two models are simply different approaches to the same phenomenon. History has divided the tasks: to the West it assigned research, experimentation, the risk of ‘pushing the boundaries’, of understanding and dominating matter, and the exaltation of the power of humankind over nature (microcosm, the infinitely small).
“To the East, history assigned the tasks of conserving dominance over energy, observing spirituality and understanding one’s inner self; denying the exaltation of ego, promoting the harmony of man in contact with nature and respect for the universe (macrocosm – the Oneness).
“Macrocosm and microcosm are thus inextricably bound to each other: the infinitely large contains – in a mirror version – the infinitely small, just as the infinitely small contains the infinitely large.”
 
How has the approach to these ancient healing practices changed following their re-evaluation in the light of the neurosciences?
“The Enneagram defines nine personality types arising from nine ‘traps’, ‘passions’ or ‘mortal vices’. These are the Seven Deadly Sins – Pride, Envy, Wrath, Sloth, Greed, Gluttony, and Lust – plus two further vices, Deceit and Fear, which block the infinite possibilities enclosed in the DNA of our cells.
Hidden behind our interpretation of reality – deformed since infancy by our subjective point of view (behind which we all learn to mask our individuality) – is the separation from Self, but also from others and from the divine.
“The Sins are, therefore, exacerbations of personality that prevent energy from flowing freely.
“In Taoist philosophy, which runs through TCM (traditional Chinese medicine), the entire cosmos is the manifestation of Tao (the sphere representing the continual alternation of Yin/Yang), and is the primary law on which TCM is based. Moreover, it is thanks to the two poles – Yin and Yang – that the movement of energy is created, giving life to what exists.
“In TCM, which is a vibrational medicine, Fire, Earth, Metal, Water and Wood express the diverse vibratory characteristics of Qi (energy) present in the Universe and in humankind and which, combined in different ways according to the principles of Yin/Yang, give rise to a multitude of psycho-physical-emotional responses. Today these can be explained by western science.
“In fact, Quantum physics and neuroscience agree that our level of consciousness stimulates the nervous system, creating one of the infinite possible realities, both individually and collectively.
“We can, therefore, switch our genes on or off by starting to move: we can choose to actively experience life, or to block its flow because we are afraid or because we resort to habitual, consoling patterns of behaviour, even when this leads to malaise.
“All of this is represented psycho-spiritually in the symbol of the Enneagram and, in TCM, by the Taijitu symbol.”
 
What are Enneagram types?
“The Enneagram types are numerological archetypes of typical and recognisable models of human behaviour. Because these archetypes are situated in the depths of the collective subconscious, they influence behaviour without the individual being aware of it.
“This archetypical genetic potential, which we are all born with, determines which set of talents and innate abilities we are endowed with.”
 
What is epigenetics?
“Epigenetics is the science that studies how DNA functionality is modulated by information arriving from the environment. Our choices in terms of diet, physical activity and the ways we handle stress have the ability to switch genes on or off, thus influencing their functions without altering their sequence.”
 
Is it actually possible to influence one’s own DNA? What does ‘neuroplasticity’ mean?
“Epigenetics is the branch of molecular biology that focuses on the modifications that genetic material can undergo during the life of an organism as a result of the causal interactions between genes and their product. Contrary to what was once believed, genetics is not an insurmountable obstacle to change.
“According to the latest neuroscientific studies, we can modify our life path by activating what is defined as ‘neuroplasticity’: the brain’s capacity to modify the restrictive beliefs about ourselves and the world.
“It seems to be ever more a statement of fact that DNA can be influenced and reprogrammed through words and energy waves – a concept embraced by Eastern therapies right from the start!”
 
When does the psyche influence our life, and when does it affect our health?
“As both epigenetics and PNEI have demonstrated for some time, childhood experiences are consolidated in beliefs, thoughts and feelings that mark the life trajectory of an individual. If children are given a loving and protective environment that nurtures their growing personalities, they will be able to face difficulties with optimism and confidence.
“As proven scientifically by PNEI, this kind of environment stimulates hormones that promote well-being rather than stress and discomfort; it is the quality of our thoughts and belief in our own potential that helps us to stay healthy.”
 
How are the organs of the human body linked to the psyche?
“It is now clear, even to Western medicine, that unity of mind and body underlies the treatment and cure of illness, and that harmonising the five emotions and seven feelings of Chinese medicine are intimately connected to what PNEI calls ‘the healing of psychological scars linked to constricting beliefs and states of mind".
“According to PNEI, emotions are biochemical; they transform into cascades of molecular messages, and these messages reach the various parts of the body, including the immune system, establishing a continuous dialogue between the nervous system, endocrine system and immune system that can determine good health or illness.
“This had already been established thousands of years ago in Chinese medicine, according to which good health is the result of a balanced diet, correct breathing, a functioning system of defence against external and internal pathogens, and the harmonious flow of the ‘five emotions and seven feelings’.
“When an imbalance occurs, the organ and the viscera connected to the element (the structure most characterising of the particular Enneagram type) will be first to signal the disharmony and suffer a disorder. If the problem finds no solution, the entire psychophysical structure will eventually be affected.”
 
Could you explain what the ‘Qi of Healing’ consists of?
"The set of ancient Chinese practices used in the pursuit of long life were a form of shamanism and have been lost in the mists of time.
"The shamans were tribal leaders – often women – who were experts in herbal medicine, exorcism and spiritualism, and sought contact with the forces of nature. They were the first doctors in Chinese history.
"Their healing techniques included sequences of physical movement and vocal expression.
“By means of sacred dances, they coordinated the movements of the body and respiration with the breath of creation, eliminating negative energies from the body.
“Many academics believe that these dances were the precursor of present-day Tai Chi Chi Kung, whose basic purpose it to enable the body’s Qi to resonate with the breath of nature.
“In fact – as confirmed by an increasing number of studies – the correct practice of so-called ‘medical exercises’ helps to increase the production and flow of Qi (breaths, energy) in the body, while at the same time stimulating the circulation of blood and emotions.
“It is interesting that in 2004, for future medical protocols, the World Health Organisation had already included acupuncture, manual therapies, Qigong, Taiji and other physical, mental and spiritual therapies, such as shamanism, alongside western medicine.”
 
You are the author of various publications including books on EnneaMediCina. Could you tell us something about them? Where can they be bought?
“Temperament and personality, residing in various facets symbolised by the nine basic types of Enneagram, are united under EnneaMediCina with the fundamental laws of Chinese medicine to broaden the vision of humankind on a quest for global and conscious well-being.”
 
Who am I?
Which of the Enneagram types characterises me best?
What are the mental and physical problems that characterise that Enneagram type?
Which psycho-spiritual dynamics form its matrix?
“The book begins by asking these fundamental questions and by identifying the reader’s predominant psychological type. The physical problems connected to the type and the underlying psycho-spiritual dynamics can both be verified.
“Psyche and soma speak the same language and, taking for example Enneagram type 9 – whose themes are related to procrastination, the difficulty of self-expression, and to the passage to other levels of consciousness – we will see how the emotion that initially characterises it is unrecognised and unexpressed anger. Type 9 belongs to the Instinctive Triad, to the reptilian brain – which means it relates to survival, reproduction and the control of territory. If the anger problems remain unresolved, type 9 may exhibit signs of physical and mental imbalance, as follows.
 
Body: digestive problems, weak tendons and joints, testicular and prostate disorders, inflammation of female genitals, irregularities of the menstrual cycle, tremors, spasms, tics, blockage of the diaphragm and pelvis, paresthesia, problems with eyesight, arthritis, obesity, psoriasis...
 
Psyche: excessive oneiric activity, ravings, exaltations, emotion and energy swings, depression, instability, the urge to cry, shyness.
 
“Quantum physics reveals that everything is interconnected: the observer becomes part of what is observed; that the probabilities of the vibration (Qi) become material only in the presence of an observer; and that our awareness determines the reality in which we live.
 
“To escape the dynamics at the root of these problems using EnneaMediCina, the reader may decide to follow a path leading to awareness and consciousness of – and experimentation with – their self and their other potential. This is the path of neuroplasticity, as described above.”
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (1 inviato)

avatar
"Nel movimento trovare la calma, nella calma, trovare il movimento"

Buon pensiero.
Thumbs Up Thumbs Down
0
totale: 1 | visualizzati: 1 - 1

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone