Home | Economia e Finanza | Ricerca e innovazione | «Dolomiti assoluto»: I monti pallidi essenza del romanticismo

«Dolomiti assoluto»: I monti pallidi essenza del romanticismo

Molta gente ai piedi del Cimon de La Pala per TEDx Trento Salon

image

>
Entusiasmo oggi per l'evento speciale TEDx Trento «Dolomiti Assoluto».
Nella magnifica conca della Baita Segantini, in uno straordinario scenario con le Pale di San Martino appena imbiancate dalla neve e il Cimon de la Pala a far da sentinella, è iniziato alle 11 con la voce e la musica di Elisabetta Spada, il primo TEDx Salon di Trento.
L'assessore Mauro Gilmozzi ha ringraziato Mirta Alberti, ideatrice di questo TEDx Salon, e tutto il suo staff perché «lanciare nuove idee e discutere sta a monte di qualsiasi azione.
«Le Dolomiti sono uniche per i due criteri riconosciuti dall'UNESCO, l'eccezionalità geologica e geo-morfologica per la storia della Terra e la straordinaria bellezza paesaggistica ma lo sono anche da un punto di vista antropologico: qui vive gente a partire dal neolitico, basta guardare i ritrovamenti a noi più vicini, ai laghi di Colbricon, proprio qua sotto.
«Le Dolomiti sono da sempre spazio di vita, luogo di incontro, di convivenza di culture e lingue diverse. In questo particolare momento questo concetto ha un significato ancora più forte.»
 
I talk, la formula adottata per ogni evento TED, sono stati curati da Annapaola Rizzoli, Duccio Rocchini, Cristiano Radaelli, Cesare Catà, Martina De Gramatica. Il direttore del MUSE Michele Lanzingher ha illustrato la geologia delle Dolomiti con esempi particolarmente efficaci.
Una spettacolare manovra di recupero di una persona in parete è stata messa in atto grazie alla Protezione Civile e Soccorso Alpino, al Collegio delle Guide del Trentino e alle Aquile di San Martino: Martino Peterlongo (presidente Collegio Guide), Luca Boninsegna, Massimiliano Zortea e Davide Depaoli.
Ciro Valentini del Nucleo Elicotteri della Provincia ha illustrato la manovra e sottolineato l'importanza dell'elisoccorso.
Alle sue spalle è stato proiettato il filmato Yellow-Angels, realizzato dalla Provincia-Ufficio Stampa in occasione del trentennale di collaborazione fra Servizio Sanitario e Protezione Civile.
 
La potente, straordinaria bellezza evocativa delle Dolomiti ha incantato, da sempre, il mondo e, oggi, gli speaker di TEDx Trento Salon, l'hanno interpretata dal un punto di vista antropologico, geologico, romantico e identitario.
Ne è uscita una fotografia in movimento così come le sono, da sempre le montagne, come evidenziato dall'antropologa Martina De Gramatica che ha tracciato un profilo identitario delle montagne in generale e delle Dolomiti come «un processo di alterità, perché la montagna non è mai stata immobile e ha avuto ed ha molte identità in connessione con le genti del fondo valle, qualche volta anche in contrapposizione».
Ora, secondo Martina De Grammatica ma prima ancora secondo Ugo Morelli, «si deve parlare di diventità, reinterpretando, cioè, la cultura e la civiltà».
Cesare Catà insegnante, scrittore e filosofo in pieno spirito TED ha parlato di bellezza delle Dolomiti come «folgorazione, una rivelazione che sta dentro la realtà e, in questo senso, le Dolomiti sono l'essenza del Romanticismo. 
«Un senso di bellezza assoluto e, non a caso, i significati e i simboli sono affidati alle fiabe e ai miti che sono una sapienza perduta che ci si rivela nuovamente.
«Romantico è una modalità di essere uomini, un modo di essere nei confronti del mondo e oggi, dopo la deriva tecnologica, se si vuol tornar a scoprire cosa vuol dire essere uomini, il Romanticismo è la strada giusta. La bellezza della Natura è sacrale, ieratica.
«Se torniamo romantici crediamo di nuovo nei sogni con la bellezza che, incessantemente, ci parla. C'è un valore civico nel riscoprirci romantici. Il romantico è il ribelle, colui che ha il coraggio di osare, di guardare: le Dolomiti sono una sorta di assoluto che non possiamo lasciar cadere».
 
Annapaola Rizzoli e Duccio Rocchini, rispettivamente veterinaria, ricercatrice in ecologia animale e ricercatore in ecologia spaziale hanno posto l'accento sull'importanza di considerare il nostro Pianeta come la nostra casa «se vogliamo redimerci – hanno detto, dopo aver illustrato alcune connessioni fra il mondo animale e quello umano – dobbiamo ricordarci della responsabilità di proteggere il nostro ambiente/il nostro habitat, se vogliamo consegnare il Pianeta ai nostri figli.»
Cristiano Radaelli, commissario straordinario dell'Agenzia italiana per il Turismo, Enit, ha illustrato come, a suo parere, le Dolomiti «siano l'allegoria e la parodia della vita» e, considerando come il turismo sia la condivisione di esperienze ha esortato «Amiamo le Dolomiti e cerchiamo altre persone che condividano con noi quest'amore».
La voce e la musica potentemente dolce di Elisabetta Spada ha concluso l'evento TEDx Trento Assoluto seguito in streaming da tantissime persone. Prossimamente sul sito TEDx Trento e sulla piattaforma internazionale TED saranno pubblicati, anche in inglese, i talk.
 
TEDx Trento Salon foto Massimo Piazzi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook
Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi