Home | Arte e Cultura | Musei | Sbarca al MUSE il primo wikipediano in residenza

Sbarca al MUSE il primo wikipediano in residenza

Da marzo 2016 prende il via un progetto per rendere ancor più accessibili i contenuti e il patrimonio del Museo delle Scienze sulle piattaforme wiki

image

Foto Matteo De Stefano.
 
Il MUSE di Trento è stato selezionato dall’Associazione Wikimedia Italia per accogliere per un periodo di due mesi un «wikipediano in residenza».
Sul modello dell’Artist in Residence, il wikipediano in residenza è una persona di particolare competenza tecnica sui progetti wiki che collabora per un periodo di tempo con un’istituzione, allo scopo di trovare ogni forma possibile di valorizzazione del suo patrimonio online e di formare i suoi operatori.
Quella del «wikipediano in residenza» è una collaborazione che, facendo incontrare da vicino due culture, quella wikipediana e quella del museo, non resta fine a se stessa, ma trasmette agli operatori e al personale museale gli strumenti necessari per poter lavorare autonomamente e gestire in modo efficace le possibilità offerte dall’enciclopedia libera più famosa del mondo.
L’impatto di questo strumento nella vita quotidiana delle persone è sempre più forte: basti pensare che secondo Lexa, azienda internazionale specializzata nel monitoraggio del traffico Internet, Wikipedia è il sesto sito in Italia più utilizzato, sulla sola versione italiana sono attivi più di ottomila utenti, mentre sono 1.257.000 circa le voci presenti ad oggi.
 
Il wikipediano in residenza selezionato per collaborare con il MUSE è Niccolò Caranti: dal 1 marzo al 30 aprile 2016 avrà la possibilità di collaborare con l’istituzione per raggiungere gli obiettivi del progetto e proporre nuove soluzioni per arricchire le numerose piattaforme di tipo wiki come Wikipedia, Wikimedia Commons, Wikisource valorizzando i contenuti del museo. Insieme ai mediatori culturali, ai ricercatori e al team della comunicazione del museo il wikipediano si occuperà di sviluppare i contenuti, materiale iconografico e documentario di interesse del MUSE e renderli liberamente accessibili per la comunità di studiosi e per il pubblico della rete.
Infine, la residenza darà l’occasione al wikipediano di acquisire nuove conoscenze professionali e di confrontarsi con gli standard e le pratiche museali.
Come wikipediano e come trentino sono molto felice di avere la possibilità di aiutare a far incontrare una realtà importante del nostro territorio come il MUSE con la comunità di Wikipedia.
Come obiettivo principale mi pongo quello di creare le condizioni perché questo rapporto continui anche una volta terminato il mio periodo di residenza.
Così ha commentato Niccolò al suo arrivo al MUSE.
 
Oltre al MUSE Wikimedia Italia ha selezionato altri tre musei italiani: il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, aderente come il MUSE al circuito ICOM Italia; la Fondazione Mansutti di Milano, associata a Museimpresa; il Museo Galileo - Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze. I musei candidati sono stati selezionati da Wikimedia Italia in base alle collezioni e al materiale iconografico, al valore artistico, culturale, storico delle stesse, e alla loro unicità.
Gli enti prescelti sono risultati i più adeguati a ospitare gli esperti wikipediani, anch'essi selezionati attentamente attraverso un annuncio apparso sui canali di comunicazione esterna dell'Associazione.
Il progetto è un’occasione per incoraggiare il dibattito, aprire a nuove collaborazioni e trovare nuove soluzioni di divulgazione e comunicazione del patrimonio del museo in un’ottica di condivisione.
La collaborazione con i musei è stata possibile anche grazie ai rapporti di collaborazione avviati nel corso del 2015 da Wikimedia Italia con ICOM Italia e con Museimpresa - Associazione Italiana Archivi e Musei d’Impresa, nell'ambito dei fondi messi a disposizione dalla Wikimedia Foundation per la nostra Associazione e a seguito della pubblicazione di due bandi appositi.
Grazie a queste partnership, inoltre, Wikimedia Italia potrà offrire ai propri soci anche condizioni agevolate pluriennali per l'ingresso nei musei coinvolti nell'iniziativa.
 
 Wikimedia Italia: chi sono 
Wikimedia Italia – Associazione per la diffusione della conoscenza libera (WMI) è un’associazione di promozione sociale che dal 2005 opera nell’ambito dell’Open Culture.
Corrispondente italiana ufficiale della fondazione statunitense non-profit Wikimedia Foundation, persegue esclusivamente obiettivi di solidarietà sociale nel campo della promozione culturale.
www.wikimedia.it
 
 ICOM Italia: chi sono 
ICOM Italia è il Comitato nazionale italiano di ICOM, l’International Council of Museums, organizzazione non governativa creata nel 1946 in rapporto formale con l’UNESCO e presente in tutto il mondo con i suoi 117 Comitati nazionali, 31 Comitati internazionali, 20 Organizzazioni internazionali affiliate, 33.000 membri istituzionali o individuali.
ICOM Italia  attraverso i suoi organi nazionali, le commissioni tematiche e i coordinamenti regionali, svolge un’intensa attività di analisi e di proposta su problematiche connesse alla gestione dei musei pubblici e privati nel nostro Paese.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone