Home | Arte e Cultura | Musica: Primo Centimetro Zero, in attesa di Kilometro Zero

Musica: Primo Centimetro Zero, in attesa di Kilometro Zero

Tre pianisti: Isabella Turso, Maurizio Dini Ciacci e Arrigo Cappelletti Martedì 11 gennaio il debutto

image

In attesa del primo appuntamento di Kilometro Zero (la rassegna realizzata dall'Orchestra J.Futura, che inizierà il 17 gennaio al Teatro Cuminetti di Trento), si parte con la serie di concerti dal titolo Centimetro Zero.
In tutto, sedici appuntamenti, compresi tra gennaio e maggio, proposti in modo continuativo nelle facoltà dell'Università di Trento, a Palazzo Roccabruna e al Teatro delle Garberie di Pergine.

Questi eventi musicali intendono collegarsi tematicamente gli appuntamenti di Kilometro Zero. Tuttavia, verranno utilizzate formazioni cameristiche, composte da strumentisti provenienti dell'Orchestra J.Futura e dall'area locale.
Centimetro Zero debutterà martedì 11 gennaio alle 18, nella sede della facoltà di Giurisprudenza di Trento, con un programma che prevede tre musicisti, il jazzista Arrigo Cappelletti e il duo pianistico composto da Isabella Turso e Maurizio Dini Ciacci, direttore artistico dell'Orchestra J. Futura.

Sono 16, dunque, i concerti di Centimetro Zero. Si parte martedì 11 gennaio dalla facoltà di Giurisprudenza con il programma T&T.
Questo programma riprende l'intenzione dei concerti di Kilometro Zero, caratterizzati dalla volontà di avvicinare epoche, stili e generi apparentemente diversi.
In questo primo appuntamento, le musiche proposte dal duo pianistico Isabella Turso e Maurizio Dini Ciacci (Mozart, Poulenc e Gershwin) verranno reinterpretate dall'estro improvvisativo del pianista jazz Arrigo Cappelletti.

Nel dettaglio, il concerto prevede l'esecuzione di Anhang KV 357 di W. A. Mozart, della Sonata di F. Poulenc e della Rapsodia in Blu di Gershwin, con le relative Jazz Reflections realizzate da Arrigo Cappelletti.

Isabella Turso

Nata a Trento nel 1978, si diploma in pianoforte con il massimo dei voti al Conservatorio F.A.Bonporti di Trento sotto la guida della Prof.ssa Marina Cainelli e successivamente ottiene la laurea specialistica in musica da camera con il massimo dei voti e la lode.

Segue i corsi di perfezionamento all'Accademia Musicale Pescarese con il M° Bruno Mezzena e presso l'Accademia Marshall di Barcellona, studiando con la pianista Alicia de Larrocha: la sua permanenza in Spagna, ove alterna l'attività concertistica con quella didattica, rivela una mobilità ed una curiosità intellettuale che contraddistinguono tuttora il suo variegato percorso artistico.

Ottiene diversi premi in concorsi pianistici nazionali (Osimo-Albenga-Moncalieri-Roma)
Collabora con diverse orchestre in Italia e all'estero (Spagna e Portogallo) e dal 2006 è pianista/tastierista dell'Orchestra giovanile nazionale J.Futura.
Frequenta vari corsi di musica da camera, seminari e masterclass con A.Cohen, B.Canino, F.Scala, R.Risaliti, L.Margarius, A.Kravtchenko, ottenendo diplomi di merito e borse di studio.

Si esibisce, sia in veste di solista che come componente di diverse formazioni cameristiche, in Italia, Austria, Ungheria, Spagna e Portogallo…partecipando a festival di rilievo (Biennale di Venezia '09, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Festival OperaBarga, Festival Duni di Matera, Festival Mozart Rovereto, Gioventù Musicale d'Italia, Festival Musica '900, Madeira Festival, Festival di Bertinoro, Roma, Mantova, Milano, Bruxelles…)

Il suo repertorio si estende dal classicismo alla musica contemporanea, senza limitazione di stili e tendenze.

Dal 2003 forma un duo pianistico stabile con Maurizio Dini Ciacci, con il quale svolge attività concertistica in Italia e all'estero.
Ha effettuato registrazioni radiofoniche e televesive in Italia (RAI, RADIO2, RADIO3, SKY) ed in Spagna (Radio Girona).E' insegnante di ruolo presso la scuola di musica "I Minipolifonici" di Trento.
Nella primavera 2011 verrà alla luce il suo primo disco contenente brani di musica (non troppo) classica.

Maurizio Dini Ciacci

Maurizio Dini Ciacci è nato a Trento, città dove ha inizio la sua avventura artistica: svolge gli studi pianistici in modo affatto informale accanto a quelli canonici e non subisce di conseguenza influenze specialistiche né crisi di vocazione particolari.
Oscillando in seguito fra gli studi universitari (Giurisprudenza) e quelli, che completerà, di Composizione e Direzione d'Orchestra decide di orientarsi verso una vita professionale legata alla musica nel senso più ampio del termine: esecutore, compositore, direttore d'orchestra, organizzatore.

Viene a contatto con eminenti personalità del mondo della cultura ma una effettiva svolta professionale avviene dopo l'incontro e la pluriennale collaborazione con Luciano Berio con il quale condivide l'onnivora curioisità intellettuale, l'anti-accademismo e la fervida convinzione della necessità del progresso culturale.

La sua attività (concerti, dischi, master class, insegnamento, organizzazione di eventi musicali) risente di questa impostazione: crea il Festival Musica Novecento, il Festival Grandi Interpreti, PocketOpera, è nominato per quattro edizioni responsabile artistico del Concorso Pedrotti, suona come solista , come camerista (stabilmente in duo pianistico con Isabella Turso.) dirige prestigiose orchestre nazionali ed estere collaborando con artisti di fama internazionale con programmi che procedono dal classicismo alla contemporaneità.

Nel 2007 crea con l'imprenditrice trentina Paola Stelzer l'orchestra giovanile nazionale JFutura che si impone rapidamente come un complesso duttile e di grande versatilità interpretativa: ciò testimonia un particolare impegno ed una dedizione sempre più riservata al mondo giovanile, alle sue necessità, al suo progresso ed al suo futuro.

L'impostazione artistica che sta alla base di Kilometro e Centimetro Zero tende alla creazione di uno spettacolo aperto ed innovativo, con contributi giornalistici e scenici, programmi agili, aperti, disinvoltamente eclettici, collaborazioni artistiche basate su stima ed amicizia, recupero di uno sfondo didattico mirato e continuativo: in nome di una sempre più necessaria libertà e liberazione della musica e dell'arte.

Arrigo Cappelletti

Pianista, compositore nasce a Brunate (Como) nel 1949. Dopo una laurea in Filosofia e aver insegnato alcuni anni nei Licei, si è dedicato al jazz realizzando finora sedici dischi a suo nome di cui almeno quattro (Samadhi, Reflections, Pianure e Terras do risco) hanno avuto importanza nella definizione di una via italiana al jazz fatta di lirismo, introspezione e collegamenti con altri universi musicali.

Principali esibizioni: Como jazz meeting, Festival di Rapallo, Capolinea di Milano VII Festival internazionale del jazz Città di Milano, Festival I suoni del jazz di Pavia, Festival di Palermo di Pori (Finlandia), di Sanremo: l'altra musica, Jazzitalia di Verona, Noto , Portogallo EXPO 98, Festival Sete Sois Sete Luas (Portogallo). Clusone jazz, Festival Jazz&Wine ( Gorizia), Le voci del jazz ( Auditorium di Milano, Iseo jazz, Siena jazz, Festival EcoJazz di Reggio Calabria, Festival Villa Celimontana di Roma , Siena Jazz , Novara Jazz , Santannarresi Jazz , Padova Jazz ( Partecipa con il video musicale On smoking di Francesco Leprino, basato su musiche sue, al Not Still Art Festival ( Brooklyn, NYC, Stati Uniti, 2004).

In Italia ha suonato, tra gli altri, con G.Cazzola, S.Fanni, P. Dalla Porta, R. Ottaviano, G. Coscia, G. Visibelli e S. Cerino. Con musicisti stranieri annovera collaborazioni con B. Phillips, L. Soloff, M. Mossmann, D. Schnyder, B. Elgart, O. Manoury, S. Swallow, R. Alessi, J. Hebert, J. Hirshfield, M. Maneri. Ha collaborato inoltre con la cantante Mia Martini e con l'orchestra nazionale di jazz di Giorgio Gaslini.

Ultimamente ha vissuto molto in Portogallo dove, insieme con alcuni dei più importanti musicisti portoghesi di fado come Custódio Castelo, Jorge Fernando, Alexandra, ha realizzato un suo progetto musicale di canzoni su testi di poeti portoghesi del '900, Terras do risco, e in Russia (San Pietroburgo), dove collabora con la vocalist Polina Runovskaya.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande