Home | Arte e Cultura | Spettacoli | Trento, «Festival Contrasti»: i due eventi di domenica 23 aprile

Trento, «Festival Contrasti»: i due eventi di domenica 23 aprile

Alle ore 16, musica di Giacinto Scelsi e del polacco Krzysztof Penderecki – Alle ore 18, un ensemble di studenti del corso tenuto da Ivan Fedele

Continuano gli appuntamenti del festival Contrasti, giunto con il 2017 alla quarta edizione, organizzato dall’Associazione culturale MotoContrario, collettivo di compositori ed interpreti dediti allo studio ed alla divulgazione della musica d'oggi.
La prestigiosa rassegna – che si realizza grazie a collaborazioni con altre realtà culturali sul territorio e al sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto – è riconosciuta ormai nel panorama nazionale dei festival come una delle realtà più interessanti, per le numerosissime prime esecuzioni assolute e novità che ha presentato e continua a proporre al pubblico, e per quanto promuove in nuove creatività compositive con iniziative mirate a stimolare e supportare la produzione di opere nuove.
 
Interessante anche la formula di cui consiste «MotoContrario», che riunisce in sé compositori e interpreti in un dialogo costante, in uno scambio che nutre le nuove produzioni.
Un bell’esempio di come la sperimentazione possa essere un fatto di confronto, avvalersi del senso del dialogo delle posizioni, imminente la terza giornata di concerti.
Domenica 23 aprile presso la Sala della Fondazione Cassa di Risparmio di Trento e Rovereto, a Trento (V. Calepina 1), si terranno due concerti, offerti dal MotoContrario ensemble nelle sue variabili e particolari combinazioni strumentali.
 
Il primo concerto, alle ore 16, si articola in un programma che accosta la musica di Giacinto Scelsi, figura affascinante, geniale e molto discussa della scena musicale del secolo scorso, a quella del polacco Krzysztof Penderecki, musicista di riferimento del '900 musicale del dopoguerra, per arrivare a brani di due compositori di più recente generazione (anni '80), il cileno Pedro Alvarez e l'italiano Marco Longo.
Interpreti saranno tre componenti del MotoContrario ensemble: Emanuele Dalmaso (sax), Riccardo Terrin (tromba) e Andrea Mattevi (viola).
Il secondo concerto, alle ore 18, verrà introdotto da un breve incontro (ore 17) con alcuni degli autori in programma: l'ensemble presenterà infatti, nel secondo concerto, brani di giovanissimi compositori, provenienti da varie parti del mondo, studenti del Corso di Perfezionamento di Composizione tenuto da Ivan Fedele presso la prestigiosa Accademia Nazionale S. Cecilia di Roma.
 
Alcuni di questi lavori sono stati scritti appositamente per MotoContrario e saranno eseguiti in prima assoluta: un'occasione più unica che rara per entrare in contatto con opere nuovissime e per capire verso che luoghi si orienta oggi la produzione di musica d'arte.
Verranno presentate composizioni di Matteo Giuliani, Caterina Di Cecca, Cesare Rolli, Rouzbeh Rafie, Daniele Ciminiello, Raffaele Sargenti, Sérgio Rodrigo, Takuya Imahori.
L’ensemble, in questo caso, si presenta nell’organico con Cosimo Colazzo (pianoforte), Emanuele Dalmaso (sassofoni), Riccardo Terrin (tromba), Alessandro Bianchini (vibrafono e percussioni), Marco Longo (pianoforte), Andrea Mattevi (viola), Ivo Brigadoi (violoncello).
 
Dopo la ricca giornata di domenica 23 aprile, il festival dà appuntamento al quarto e penultimo incontro, domenica 7 maggio a Rovereto, presso la Sala Caritro, con due concerti nei quali strumenti tradizionali si rapporteranno ed interagiranno con il mondo dell'elettronica.
Tutti gli eventi del Festival Contrasti sono a ingresso libero.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone