Home | Arte e Cultura | Vita e Società | ISTAT: non esistono più la classe operaia né la piccola borghesia

ISTAT: non esistono più la classe operaia né la piccola borghesia

Pubblicato il rapporto annuale che traccia un profilo socio economico del Paese

Il rapporto annuale dell’ISTAT è un documento complesso, che da solo meriterebbe l’intervento di esperti per tradurre al pubblico i significati delle rilevazioni effettuate.
Quello che noi abbiamo pensato di estrapolare riguarda la situazione delle classi sociali in Italia.
Rispetto al 68, si sono disgregate le vecchie classi sociali. La classe operaia non esiste più, così come è scomparsa la piccola borghesia.
Questo è l’effetto dell’appiattimento della distribuzione dei redditi. Lee spese cosiddette necessarie hanno reso uguali i problemi e pertanto anche i comportamenti sociali.
La crisi ha fatto scomparire le professioni intermedie e ha spinto verso il basso la qualificazione media.
 
Quello che preoccupa di più è quel milione e 600 mila famiglie in stato di povertà assoluta. La soglia di povertà è stabilita nella misura di un reddito annuale pari alla metà delle retribuzioni minime del paese.
Inoltre, il 28,7% della popolazione è a rischio di povertà o di esclusione sociale.
Il 64% delle disuguaglianze, precisa l’ISTAT, è dato dai redditi da lavoro uniti a quelli di capitale. L’appartamento ereditato è una forte discriminante sociale, mentre le pensioni sociali contribuiscono alle diseguaglianze nella misura del 20%.
Infine, il 70% degli under 35 vive ancora con i genitori. D’altronde, negli anni ’70 il matrimonio era la via più diffusa per lasciare la famiglia, che a sua volta significava «libertà». Oggi i ragazzi non si sentono limitare la libertà solo perché vivono nella famiglia dei genitori.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone