Home | Interno | Solidarietà | Con la cooperativa Sociale Arché la barca a vela è senza limiti

Con la cooperativa Sociale Arché la barca a vela è senza limiti

La Arché, in trasferta a Trieste durante la settimana della Barcolana, ha presentato un progetto dedicato alla vela e ai giovani con Disturbi dello Spettro Autistico

image

>
Dare continuità progettuale alle attività motorie-sportive a favore di persone disabili è un obiettivo sfidante; ma la rotta tracciata da Arché è quella giusta.
La cooperativa sociale trentina Arché è stata fondata nell'ottobre del 2005 con l’obiettivo di favorire, attraverso processi e approcci innovativi, una migliore l’inclusione sociale e l’educazione delle persone fragili e svantaggiate.
 
La missione di Arché è promuovere il benessere, la qualità della vita, la salute dei disabili e di rafforzare le loro abilità individuali e sociali. È da anni è impegnata nel rendere accessibile la vela e gli sport acquatici per tutti (minori, anziani persone disabili, persone con fragilità) e grande è l’attenzione che riserva anche alle persone con disturbi dello spettro autistico, una forma di diversità troppo spesso sottovalutata ma che è sempre più diffusa – soprattutto tra i giovani.
 
Nasce sui laghi del Trentino un progetto unico nel suo genere, innovativo nel panorama nazionale e internazionale: inserire giovani con autismo in un contesto socializzante di tipo sportivo per aiutarli a migliorare la qualità della loro vita e al contempo dare supporto e sollievo alle loro famiglie.
Un progetto che si svolge in contesti dove l’acqua è protagonista, utilizzando strumenti come la barca a vela o praticando sup surfing, attività che permettono ai ragazzi di trovare le migliori modalità per sviluppare la relazione.
 
Al fianco di Arché, per dare sostegno scientifico alle evidenze sul campo, il dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive dell’Università degli studi di Trento e Odf Lab di Rovereto.
I ricercatori, insieme alla cooperativa, creano metodologie e prassi adatte a monitorare e sviluppare la relazione e gli aspetti cognitivi della persona. Accanto a questo team il Gruppo GPI, che ha scelto di sostenere economicamente le attività di ricerca scientifica, preziose per il futuro della cooperativa e degli utenti.
 
Il progetto è stato presentato a Trieste, nella cornice del Villaggio Barcolana, in due momenti uno pratico ed uno divulgativo nella cornice del Seminario che si è tenuto nella Sala degli Incanti, adiacente al molo.
La mattinata in barca a vela ha visto alcuni operatori di Arché e 4 ragazzi con Disturbi dello Spettro Autistico coinvolti nel progetto «Sail Ability» della Cooperativa Sociale Arché sono stati ospiti a bordo del catamarano oceanico accessibile appena rientrato in Mediterraneo dopo l’attraversata atlantica, lo «Spirito di Stella».
 
Un’opportunità e un premio ai giovani coinvolti che nasce del legame di amicizia e collaborazione che unisce la cooperativa con Andrea Stella e la sua associazione che qui alla Barcolana ha messo a disposizione la sua notorietà e il suo catamarano per sostenere il progetto «Sail Ability» con i ragazzi autistici.
Nel pomeriggio invece il convegno ha rappresentato un’occasione unica, per dialogare con il team di ricerca e conoscere le prime evidenze dello studio, nonché conoscere il progetto «WoW» con cui Andrea Stella e il suo Team hanno percorso la tratta oceanica da New York a Roma, consegnando qualche settimana fa al Papa la Carta dei Diritti delle persone con disabilità firmata e sottoscritta all’Onu lo scorso aprile.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone