Home | Interno | Parità di Genere | L’iniziativa sarà presentata mercoledì 11 al Grand Hotel Trento

L’iniziativa sarà presentata mercoledì 11 al Grand Hotel Trento

Sei Rotary Club del Trentino presentano un progetto a favore delle donne vittime di violenza con il Service denominato «Respect Woman»

I numeri del fenomeno fanno davvero rabbrividire: in Italia la violenza contro le donne è un fenomeno ampio e diffuso.
Sono 6 milioni 788 mila le donne che hanno subìto nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni: il 20,2% ha subìto violenza fisica, il 21% violenza sessuale, il 5,4% forme più gravi di violenza sessuale come stupri e tentati stupri.
In provincia di Trento nel solo 2015 sono state quasi 600 le denunce sporte da donne per reati ascrivibili a episodi potenzialmente connessi a violenza di genere.
I dati statistici del quinquennio 2011-2015 danno un dato statistico di 18 denunce ogni 1.000 abitanti.
L’aggravante è rappresentata inoltre dalla consapevolezza che molti episodi di violenza non vengono denunciati e che la metà delle denunce raccolte vede come presunto autore un uomo proveniente dall’ambito familiare.
 
Le denunce, per atti di violenza contro le donne in Trentino nell’area di Rovereto, Riva del Garda, Trentino Nord e Valsugana, nell'ultimo quinquennio sono state 2.367.
Partendo da questi dati, sei Club Rotary del Trentino, Rovereto, Riva del Garda, Trento, Trentino Nord, Valsugana e Fiemme e Fassa hanno definito il «Service Respect Woman» per affrontare quest’emergenza sociale, che porta a gravi sofferenze umane, disgregazione delle famiglie, con effetti negativi anche sui figli.
L’obiettivo del service è duplice: svolgere un’azione di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul fenomeno e attivare dei sostegni concreti a favore delle donne che hanno subito forme di violenza.
Vari sono i messaggi che si intendono lanciare e tra questi spicca una particolare attenzione sul vero nocciolo del problema che è costituito dagli autori della violenza.
 
Il service prevede la dotazione di un fondo iniziale versato dai sei Club, incrementato dal sostegno della «Rotary Onlus Distrettuale» e dall’importante contributo della «Fondazione Italiana Accenture».
Il fondo sarà utilizzato al 50% per attività di prevenzione, informazione e sensibilizzazione nel territorio e nelle scuole, l’altra parte è finalizzata al sostegno economico personalizzato delle donne vittime della violenza, in particolare per il sostentamento dei bisogni primari, dei figli, per supporti scolastici, borse lavoro e inserimento lavorativo.
Partner dei Club Rotary, in questo Service, sarà la Cooperativa Sociale «Punto d’Approdo» di Rovereto.
La Cooperativa «Punto d’Approdo», collabora con il Club Rotary di Rovereto, da trent’anni opera nei servizi alla persona, con particolare specializzazione nell’accoglienza di donne vittime di violenza ed è convenzionata con la Provincia Autonoma di Trento nell’area dei servizi sociali territoriali.

Di seguito un primo calendario delle principali iniziative che nei prossimi mesi saranno promosse dai sei Rotary Club partecipanti al Service:
 
- Giovedì 26 ottobre inizierà un’ intervento formativo rivolto ad insegnanti e studenti del Liceo “Fabio Filzi” di Rovereto sul tema della violenza di genere
 
Nei mesi di novembre e dicembre sono in programma quattro incontri nelle scuole della Valsugana con la psicologa Sara Bellone
 
- Sabato 18 novembre in collaborazione con il Comune di Mori si terrà lo spettacolo teatrale “Come le Rose” a cura della Compagnia teatrale San Genesio di Volano presso il Teatro Sociale di Mori
 
- Sabato 25 novembre in occasione della “Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne”, ricorrenza istituita dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite, presso l’Istituto Buonarroti di Trento si ripeterà lo spettacolo teatrale “Come le Rose” a cura della Compagnia teatrale San Genesio di Volano

- Mercoledì 13 dicembre al Prime Rose di Levico Terme, sede del Rotary Club Valsugana, sarà promossa una serata dal titolo “La violenza sulle donne è un reato – I numeri della violenza di genere in Trentino” con la partecipazione della dott.ssa Minella Chilà del Commissariato del Governo e della dott.ssa Anna Maria Maggio della Questura Trento componenti del Comitato provinciale per la tutela delle donne vittime di violenza
 
- Sabato 20 gennaio 2018 al teatro comunale di Pergine Valsugana, il Rotary Club Valsugana presenta un incontro pubblico con la presenza dei criminologi Tonia Bardellino e Alessandro Meluzzi
 
Il 23 e 24 marzo 2018 Trento ospiterà il Convegno nazionale promosso dall’ Associazione “Relive - Relazioni libere dalle Violenze” organizzato dalla Fondazione Famiglia Materna di Rovereto. Tra le Istituzioni e gli Enti che sostengono questo importante Convegno vi sarà anche il Rotary Club nell’ambito di questo Service
 
Altri eventi pubblici sono in fase di definizione e saranno comunicati nelle prossime settimane.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone