Home | Interno | ANA | 91ª Adunata degli Alpini a Trento

91ª Adunata degli Alpini a Trento

COREPLA dona alla città un parco giochi in plastica riciclata, a testimonianza delle nuove vite possibili per gli imballaggi in plastica

Oltre 600.000 persone sono attese dall’11 al 13 maggio a Trento in occasione della 91ª Adunata nazionale degli Alpini, la grande festa attenta anche alla sostenibilità ambientale.
Grazie all’impegno di COREPLA Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e la raccolta degli imballaggi in plastica con Pro.mo Gruppo Produttori Stoviglie Monouso in Plastica, il gestore dei servizi di igiene ambientale Dolomiti Ambiente s.r.l. e il Comitato Organizzatore dell’Adunata (COA), saranno raccolti e avviati a riciclo gli imballaggi in plastica, con una particolare attenzione alle stoviglie monouso in polipropilene.
Piatti e bicchieri in plastica – «sempre pronti, proprio come gli Alpini» secondo lo slogan scelto dal Gruppo Pro.mo, fornitore delle stoviglie - verranno distribuiti insieme alle indicazioni per una corretta raccolta differenziata.
Dolomiti Ambiente, d’intesa con il Comitato Organizzatore, ha messo a punto un ampio piano di raccolta rifiuti, articolato in 100 aree della città presidiate da squadre di volontari.
Grazie all’impegno di tutti, si intende raggiungere l’ambizioso obiettivo del 90% di raccolta differenziata.
 
COREPLA e Pro.mo, inoltre, doneranno alla città di Trento un parco giochi realizzato in plastica riciclata proveniente dalla raccolta differenziata degli imballaggi.
Un dono, dal forte impatto simbolico, che mette in risalto i vantaggi concreti della raccolta e l'idea della circolarità della plastica, la cui seconda vita inizia dal comportamento corretto dei consumatori.
«Anche quest’anno animare con spirito di sostenibilità l’Adunata degli Alpini si conferma per il Consorzio una straordinaria occasione di sensibilizzazione – afferma Antonello Ciotti, presidente del consorzio COREPLA -. La plastica è un materiale intelligente: la praticità, la leggerezza, la versatilità e l’igienicità – per citare solo alcune delle sue caratteristiche - lo rendono perfetto per eventi di questo tipo, con grande affluenza di pubblico. Ma la plastica va utilizzata e gestita in modo altrettanto intelligente. Per salvaguardare l’ambiente, è fondamentale che tutti gli imballaggi in plastica rientrino in un sistema di economia circolare: la corretta gestione dei rifiuti si traduce in risparmi in termini di consumo di acqua, materie prime, energia ed emissioni di CO₂. Lo vogliamo testimoniare lasciando alla città un parco giochi in plastica riciclata, per continuare a godere di momenti di svago senza dimenticare l’attenzione nei confronti dell’ambiente.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone