Home | Rubriche | Parliamone | Walk the Talk: The Health for All Challenge – Di Nadia Clementi

Walk the Talk: The Health for All Challenge – Di Nadia Clementi

Il «Premiato Regio Circolo Atletico MAGI» a Ginevra per la Maratona pianificata dalla Organizzazione Mondiale della Sanità


Presidente Gruppo MAGI Dr. Bertelli e Direttore Generale del WHO Prof. Tedros.

La MAGI Istituto per la diagnosi ricerca e cura delle malattie genetiche rare il 20 maggio 2018 ha partecipato alla maratona organizzata dalla Alliance for Health Promotion (A4HP) e dalla World Health Organization (WHO) a Ginevra in Svizzera.
Tale evento ha lo scopo di promuovere l’esercizio fisico come una terapia utile a combattere malattie quali obesità, diabete, ipertensione e tante altre gravi malattie: è infatti ormai patrimonio comune come uno stile di vita sano, combinato ad una dieta equilibrata e l’attività fisica incidano in modo significativo sulla salute e qualità della vita.
Un dato sì oggettivo ma allo stesso tempo spesso sottovalutato e quindi disatteso dalla maggior parte delle persone.
Testimonial dell’evento è stato il Campione Olimpico e Mondiale Sig. Gebrselassie che ha accettato di incontrare il presidente di MAGI per una fotografia.
 

Il Campione Olimpico e Mondiale Gebrselassie con il Presidente di MAGI Dr. Bertelli.
 
Per fare un esempio che viene da oltre oceano il Ministero della Salute americano ha promosso lo svolgimento dell’attività fisica come una cura prescrivibile dal proprio medico e con lo stesso obiettivo anche la Provincia Autonoma di Bolzano sta avviando dei progetti di questo tipo: l’attività fisica dunque come medicina vera e propria.
Ai nostri stili di vita va ovviamente affiancato il patrimonio genetico che, purtroppo, spesso non ci risparmia dalla predisposizione per questa o quella patologia.
Una recente teoria che studia dei geni particolari definiti geni risparmiatori (thrifty genes) dimostrerebbe come sia il nostro DNA a predisporci al diabete e ad altre malattie quali l’obesità: lo studio genetico potrebbe, pertanto, permettere di stimare i bisogni specifici delle persone. In tal senso, la MAGI ha tenuto una conferenza con la partecipazione del Prof. John Downes, ed il Prof. Hussein Elsangak dell’Università Americana, Life University.
 
Cliccando l’immagine che segue, si avvia il Filmato con il Direttore Generale WHO sull’evento «Walk the Talk: The Health for All Challenge».


 
L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato una pagina internet sulla maratona per spiegare come l’attività sportiva debba essere usata per promuovere la salute: a questo link.
MAGI è stata coinvolta attraverso The Alliance for Health Promotion (l’alleanza per la promozione della salute) (A4HP) ed è stata inserita nelle locandine dei momenti organizzati all’interno di questo grande evento:

La MAGI, è altresì impegnata nel progetto «Standing Up» che mira a promuovere lo svolgimento di attività sportive tra le persone affette da disabilità. Un’iniziativa che può suonare quasi contraddittoria, pensando soprattutto a quelle persone che hanno una disabilità invalidante che impedisce o limita fortemente i movimenti.
Nell’ottica di MAGI invece, l’impegno e la fatica quotidiana di tutti e degli stessi malati mira ad un approccio propositivo e non arrendevole al proprio corpo e alla vita, una visione per l’appunto di «Standing Up», alzarsi in piedi.
Al progetto parteciperanno istituzioni di diverso tipo, tra cui la Sport-City che sarà coinvolta nello svolgimento di attività sportive. Presso la Cooperativa EOS, invece, sarà in programmazione un congresso su questo importante tema.
 
L’ambizioso progetto «Standing Up» mira a offrire dunque un contributo significativo al superamento delle barriere imposte dalla disabilità, soprattutto per malattie che affliggono gli ipovedenti gravi, i ciechi, gli obesi, le persone con disordini genetici muscolari e neuromuscolari nonché malattie genetiche in studio presso il gruppo MAGI.
La MAGI sempre più attiva nella lotta contro l’obesità, ha fondato altresì il «Premiato Regio Circolo Atletico MAGI» mediante il quale si vuole prestare particolare attenzione al promuovere uno stile di vita sano e mirando al riconoscimento dello sport come attività prescrivibile nella medicina preventiva e riabilitativa.
 

Gruppo del Premiato Regio Circolo Atletico MAGI alla Maratona a Ginevra.
 
Collegato a questo, mediante il Premiato Regio Circolo Atletico MAGI, il Centro di Ricerca si pone l’obiettivo anche di sostenere atleti di alto livello nel loro percorso di studi universitari in ambito biomedico, ed al riposizionamento di ex atleti di alto livello nel mondo professionistico. Parte integrante di questa attività è la ricerca su patologie ancora sconosciute nell’ambito della genetica multifattoriale che affliggono gli sportivi di alto livello.
Il motto della MAGI è “audaces fortuna iuvat” per questo, mira a costituire nel futuro la “MAGI Stand Up Award - Meet the challenge, stand up, make a difference” poiché i valori della forza di volontà e della costanza sono fondamentali nel combattere le malattie e vincerle.
 
Nadia Clementi: n.clementi@ladigetto.it
 
Dott. Matteo Bertelli, Medico Genetista, Presidente MAGI EUREGIO, BOLZANO
MAGI Euregio S.c.s. - Via Maso della Pieve 60/A - Pfarrhofstraße 60/A - I-39100 Bolzano/Bozen
+39.0471.25.14.77 - matteo.bertelli@assomagi.org

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni