Home | Rubriche | Cartoline | Cartoline dalla straordinaria terra del lino – Di Bruno Lucchi

Cartoline dalla straordinaria terra del lino – Di Bruno Lucchi

Ovunque c’è la bellezza, basta guardarsi attorno per vederla. Ma quella volta in Normandia la macchina fotografica l'ha interpretata per noi

image

>
La fortuna di vivere in un ambiente come il Trentino, dove la natura è protagonista incontrastata, potrebbe far pensare che alla bellezza ci si abitui.
No, non è così. Di bellezza, sia quella della natura o quella prodotta da mani d'uomo, non sarò mai pago.
Credo di aver capito il perché.
Mi è capitato fra le mani un fotolibro - forse il primo dei numerosissimi comprati - sfogliato nel tempo avidamente, come fosse un sussidiario.
 
Nelle prime pagine l'autore scrive:
    Perché dovunque s’incontra la vita s’incontra la bellezza.
    Basta guardarsi attorno per vederla:
    anche in una foglia, in un sasso, in un balcone fiorito.
    Anche nei riflessi in una pozzanghera.
 
È un fotolibro che ha quarantatré anni, portati benissimo. L’autore, uno dei più grandi fotografi italiani, instancabile narratore del mondo, è Mario De Biasi.
Uno dei più importanti fotoreporter italiani.
Nella sua grande professionalità spicca la capacità di ritrarre personaggi come Marlene Dietrich, Brigitte Bardot, Sofia Loren e fissare, con la stessa eleganza, una foglia intrappolata dal ghiaccio, una goccia di rugiada o un riflesso in una pozzanghera.
«Il terzo occhio della natura», è il titolo del libro.
 
Devo molto a De Biasi, come lo devo ad un altro maestro della fotografia, Franco Fontana, mago nella gestione del colore e della composizione.
Tra i fotografi italiani più famosi al mondo. Le sue composizioni astratte di colori e le sue forme geometriche, mi hanno sempre incantato e credo anche condizionato.
Se il primo mi ha insegnato a guardare oltre l‘apparenza e spinto a cercare i dettagli, Fontana mi ha aperto le porte della composizione, usando le stesse linee compositive usate dai maestri del Rinascimento.
Princìpi che avevo già approfondito nei miei studi accademici a Urbino, in particolare con l’incontro con il maestro Piero della Francesca, precursore dell’uso delle linee compositive e prospettiche, regole indispensabili per l‘armonia e l‘equilibrio in tutte le immagini.
Queste regole sono diventate, negli anni, il mio mantra quando cerco l‘inquadratura attraverso l'obiettivo della mia Nikon che poi, tra l'altro, sono le stesse regole di riferimento quando affronto un disegno o quando progetto e realizzo una scultura.
 
Faccio mia una celebre frase attribuita a Franco Fontana, dove sostituendo il termine «foto» con disegno/scultura, abbiamo l'idea più chiara:
«La foto non deve documentare la realtà, ma interpretarla. La realtà ce l’abbiamo tutti intorno, ma è chi fa la foto che decide cosa vuole esprimere. La realtà è un po’ come un blocco di marmo. Ci puoi tirar fuori un posacenere o la Pietà di Michelangelo.»
Le fotografie fatte l’anno scorso in campagna della Normandia, sono un esempio di queste geometrie che non ho studiato, ormai fanno parte del mio modo di guardare e di conseguenza dello «scattare».
 
In natura esistono già linee che possono aiutare la composizione nell’inquadratura, usarle è il modo più semplice per fare delle buone foto.
Durante quel viaggio ho scoperto la pianta del lino, una pianta bellissima, portentosa, dagli svariati usi: nei tessuti, in cucina come olio e semi e farina, ma anche in cosmesi.
Mi hanno parlato di meravigliose fioriture azzurre dei campi di lino, io ho potuto apprezzare solo la parte conclusiva, quella del raccolto, che poi lavorato soprattutto in Italia diventerà un prezioso tessuto.
Un altro bellissimo ricordo di questa straordinaria terra francese.

Bruno Lucchi

























 Bruno Lucchi 
Via Marconi,87 - 38056 Levico Terme – Trento
info@brunolucchi.it
+39 (0)461 707159 studio - +39 329. 8632737
www.brunolucchi.it
https://www.facebook.com/Bruno-Lucchi-1758717671122775/
https://www.instagam.com/lucchibruno/
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni