Home | Rubriche | Cartoline | Lettere di Bruno Lucchi a Giuseppe Ungaretti

Lettere di Bruno Lucchi a Giuseppe Ungaretti

Dal volume monografico della mostra «Bruno Lucchi - Parole Scavate» visitabile fino al 4 novembre al Forte delle Benne, Levico Terme

image

Il Poeta e l’Artista, 2010-17 – Installazione semirefrattario, ossidi e corten, dimensioni variabili, h. cm. 265.
 
 COMMIATO, Giuseppe Ungaretti 
Locvizza il 2 ottobre 1916

Gentile
Ettore Serra
Poesia
 
È il mondo l’umanità
La propria vita
Fioriti dalla parola
La limpida meraviglia
Di un delirante fermento
 
Quando trovo
In questo mio silenzio
Una parola
Scavata è nella mia vita
Come un abisso
 

Parole Scavate, 2017 semire, ossidi e corten cm, 60x60.
 
 Levico terme, una mattina dolce, ventilata, di settembre 
 
Caro Giuseppe,
eccomi qui a tu per tu con la Storia di cento anni fa.
E con la tua Poesia.
Penso alle tue mani di fronte allo spazio vuoto di una pagina bianca.
Pronte a scrivere la prima parola.
Vedo le mie pronte a scalfire il blocco di terra.
Sono lì, ferme come pezzi di ghiaccio. Inflessibili.
Attendono il gesto. Il gesto ispirato.
Plasmare è un po' come scrivere.
Ogni gesto (ogni parola) è una scelta.
Ogni gesto (ogni parola) è responsabilità.
E gioia. Passione.
«La limpida meraviglia / Di un delirante fermento».
Rileggo i tuoi versi. Li accarezzo. Li «scavo».
Cerco di interpretarli. Celebro la tua poesia cercando una forma.
Lo faccio con riguardo, con umiltà, forse con un pizzico di follia.
Con coraggio, senz'altro.
Dare alla Poesia forma migliore non è facile.
Mettere l'Uomo al centro. Soprattutto l'Uomo. La sua dignità.
Come nei tuoi versi.
È un messaggio chiaro, forte e più che mai attuale oggi:
evitare che errori e orrori della guerra possano ripetersi.
I pensieri corrono. Incontenibili.
Basta una scintilla e mi sento visitato dalla Musa.
Basta un gesto. Un gesto artistico.
Le mani finalmente si liberano.
Un mondo nuovo si crea.
Con lo sguardo da scultore e il pensiero del Poeta.
Ogni progetto nasce e cresce senza nessuna certezza,
se non quella di crederci.
Ma questo, caro Amico, lo sai bene anche tu.
 

 

 

 

 

 

 
Bruno Lucchi - www.brunolucchi.it
Via Marconi,87 - 38056 Levico Terme
info@brunolucchi.it - postmaster@pec.brunolucchi.it
0461 707159 - 329. 8632737
Facebook. - Istagram. - www.camminatatragliolivi.it
(Precedenti cartoline)

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni