Home | Rubriche | Giovani in azione | Giovani in azione: Milijana Bojovic – Di Astrid Panizza

Giovani in azione: Milijana Bojovic – Di Astrid Panizza

Profumo di montagna: da un'idea di Milijana è nato «Tridentum Aqua», un profumo da indossare per portarsi a casa le essenze di questa terra meravigliosa

image

>
Quanti di noi, immersi nella natura del bosco vicino a casa, hanno inspirato a pieni polmoni l'aria delle nostre montagne?
In quel momento, certamente avranno sentito profumi che sanno di pino, di sottobosco, di resina, ma anche di fiori come viole, ciclamini e mughetti.
Di sicuro tutti l'hanno fatto, almeno una volta, ma pochi sapranno che Tridentum Aqua è riuscito a raccogliere tutte queste essenze in una fragranza in commercio già dal 2017.
 
Le ideatrici di questo progetto sono Milijana e Manuela, due amiche che hanno deciso di unire le loro conoscenze per creare qualcosa che rimanesse non solo «dentro» la memoria del turista che visita la nostra provincia, ma che potesse perdurare anche «fuori», sulla sua pelle ed essere portato via sotto forma di aroma profumato.
Se l'obiettivo era quello di creare una sorta di suggestione olfattiva targata Trentino, possiamo dire che le due ragazze ci sono riuscite.


 
Milijana, la protagonista che ci parla di quest'idea così originale, è una giovane del '92 che, da Belgrado (Serbia), è giunta con la sua famiglia ad Ala una ventina di anni fa.
«Ho vissuto in città diverse sia per lavoro, sia per storie di vita, – ci racconta. – Mi sono laureata in Design della moda allo IUAV di Venezia e poi in Fashion Management all'Università di Bologna.
«Ora, invece, per lavoro sono spesso a New York. Il ricordo di casa mia, però, in ogni parte del mondo in cui mi sono trovata,  mi ha sempre riportato alla mente il Trentino, perché è un posto perfetto, unico e prezioso.»
 
Un pensiero condiviso a sua volta anche da Manuela, che come Milijana era alla ricerca di un progetto in cui spendere con soddisfazione la propria creatività.
È così che dall'idea iniziale, da questo amore per la propria terra, è nato Tridentum Aqua, un profumo unisex, necessario, affermano loro, ad un turista desideroso di portarsi a casa un po' di Trentino.


 
Molto interessante come idea, ma come siete passate dalla suggestione alla creazione vera e propria del vostro profumo?
«Come ti accennavo, noi siamo delle creative di idee, non di profumi, per cui abbiamo dovuto cercare qualcuno che potesse fare al caso nostro. Dopo aver perlustrato in lungo e in largo il settore, abbiamo infine trovato in Lorenzo Dante Ferro, maestro profumiere di Udine, colui che si è reso disponibile ad ascoltarci e che, soprattutto è riuscito a mettere in boccetta il frutto dei nostri sogni.
«Ci ha creato lui la fragranza, che contiene note di fiori di campo, erba appena tagliata, profumo di felci. Ma non solo: al suo interno è riuscito a inserire anche gli aromi dei boschi trentini, ovvero essenze di pino, abete, larice, resine e legno.
«Io e Manuela abbiamo lavorato invece sul packaging, sulla forma della bottiglietta e sul design in generale.»
 
Dove si può trovare «Tridentum Aqua»?
«La nostra idea iniziale era di venderlo negli hotel. In realtà, quantomeno all'inizio, gli albergatori trentini non hanno risposto con grande entusiasmo, pur essendo oggi presente in qualche albergo. Abbiamo quindi cercato altre strade, promuovendolo nelle terme, nelle profumerie e nei negozi di abbigliamento e stavolta non è andata male.
«Per cui siamo contente, anche perché essendo Tridentum Aqua in commercio da solo tre anni, c'è ancora molta strada da fare.
«È da dire, comunque, che entrambe abbiamo un'altra attività, e che quindi il tempo che riusciamo a dedicare al profumo non è continuo. Fondamentale, tuttavia, è stato il mio lavoro che, ruotando attorno al settore commerciale, ha fatto sì che potessimo attivare la giusta rete di distribuzione.»
 

 
Quale è stata la molla che ti ha permesso di portare a termine questa idea così originale?
«Di sicuro mi ha influenzato il fatto che, fin da piccola, mia madre abbia sempre avuto tanti profumi e quindi l'abitudine di mettersi il profumo prima di uscire è per me una normalità. Poi, l'idea di portarmi dietro gli aromi e le suggestioni del mio Trentino anche quando sono lontana, è venuta di conseguenza.
«Mi fa sentire, insomma, a casa. Se questo ha funzionato per me – mi sono chiesta – perché non dovrebbe funzionare anche per gli ospiti della nostra provincia?»
 
Qual'è il futuro di Tridentum Aqua?
«Mi piacerebbe in futuro riuscire a focalizzarmi sempre di più su questa mia passione, farla diventare il mio lavoro principale così da potermi dedicare a tempo pieno ed essere presente quantomeno su tutta la regione.
«Per ora mi gusto il successo inaspettato di questo profumo che vuole essere un omaggio verso il territorio, la sua storia e le sue bellezze naturali.»
«Forse chi ha sempre vissuto in Trentino non si accorge di quante meraviglie lo circondano, ma io che fino ad otto anni ho vissuto in una grande città come Belgrado, una volta arrivata qui ho subito apprezzato gli ambienti incontaminati, gli animali, la natura e le persone fantastiche che ho incontrato lungo la mia strada.
«Guarda, ho sempre detto con fierezza che sono cresciuta in Trentino perché, per chi viene da fuori, ciò rappresenta la realizzazione di un sogno. Per avermi accolta – conclude Milijana – sono grata a questa terra e questo è un motivo in più per amarla.»

Astrid Panizza – a.panizza@ladigetto.it
(Puntate precedenti)


Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni