Home | Rubriche | Giovani in azione | Giovani in azione: Chiara Ristori – Di Astrid Panizza

Giovani in azione: Chiara Ristori – Di Astrid Panizza

Spa Addicted, il benessere a portata di click: la storia del blog di Chiara

image

>
La cura del corpo e il wellness sono due concetti di benessere che da qualche anno a questa parte sono promotori di uno stile di vita e di turismo che in Trentino va a gonfie vele.
Il numero dei centri attrezzati - secondo il sito Visittrentino.info - è di ben 32, senza però contare gli alberghi che al loro interno sono dotati di area benessere, con Spa e saune per rendere l'esperienza in Trentino un sogno a occhi aperti.
Tuttavia, queste strutture non sempre dal punto di vista promozionale riescono a raggiungere i potenziali clienti, così come spesso non sono pubblicizzate a dovere, né al loro interno è spiegato l'outfit e il comportamento da mantenere.
È proprio qui che entra in gioco Chiara Ristori, una ragazza 24enne di Rovereto, la quale, dopo il diploma in Scienze umane, ha scelto di seguire la sua passione nel mondo del Beauty qualificandosi come estetista e successivamente come tecnica dei trattamenti estetici.



Attualmente ha deciso di proseguire i suoi studi nell’ambito manageriale frequentando il percorso di alta formazione professionale Spa Manager per diventare tecnico superiore per la gestione del centro benessere.
Il suo amore per il wellness ha fatto poi il resto, portandola spesso a frequentare centri benessere.
Ed è stato proprio per la scarsità di promozione verificata direttamente sul campo, che Chiara ha sentito che poteva esserci la possibilità di far conoscere in modo migliore le incredibili potenzialità Wellness&Spa presenti sul mercato, in particolar modo le eccellenze del Trentino Alto Adige.
Da qui, da questa semplice constatazione si è materializzata via via l’idea di un lavoro.
Un anno fa, è nato così il Blog Spa Addicted e i relativi canali social con cui Chiara si è posta come obiettivo quello di far avvicinare le persone comuni alla cultura del benessere con l’intento di raccontare il mondo Spa, scoprendo luoghi in cui poter ritrovare l’armonia con se stessi e con i propri cari.
 

 
Cosa si trova leggendo le pagine del tuo blog online?
«Il progetto Spa Addicted è un sito web strutturato, attorno al quale orbitano varie pagine sui principali canali social (Facebook, Twitter, Instagram, ecc.).
«Le attività riportate sul sito, in particolare quelle di fotografia, video making e content creation sono gestite da esperti del settore e da appassionati.
«Quello che mancava al settore era proprio un mostrare ai potenziali clienti la vera realtà di ciò che racchiudono le mura del tale albergo o del tale centro benessere, non tanto fotografie ricorrenti e a volte anche banali comprate su internet da qualche agenzia.
«La creazione del blog Spa Addicted nasce quindi proprio per valorizzare il mercato Wellness&Spa del Trentino Alto Adige.
«Il progetto, frutto di una forte sinergia tra mezzi comunicativi, ha l’obiettivo di catturare l’attenzione non solo degli stakeholders, dei professionisti del settore o degli appassionati di benessere e turismo, ma anche quello di stuzzicare l’interesse e la curiosità di ogni tipologia di visitatore che abbia voglia di scoprire una realtà che conosce poco o per nulla.»
 

 
Perché, secondo te, rispetto ad altre regioni, siamo più indietro su questo aspetto?
«Premetto che il nostro territorio è invidiato da tutta Italia e che i centri benessere sono un punto forte per attrarre sempre più turisti, tuttavia spesso sono gli stessi albergatori o proprietari di centri benessere che sono restii ad aprirsi direttamente per fare promozione alle proprie strutture, seppur io abbia il mio fotografo che mi segue durante le attività.»
 

 
Nel concreto, come ti approcci alle aziende?
«Sin dall'inizio mi sono data da fare, quindi molte volte mi sono offerta io per dare valore a ciò che faccio anche senza che mi contattassero le aziende. Ti dirò che non sempre mi hanno accolto bene, perché l'immaginario che hanno molti titolari o manager è quella dell'influencer che vuole sfruttare i loro servizi senza ottenere un reale ritorno d'immagine. Ma non è così.
«Ciò che offro in concreto è un servizio di promozione che scaturisce da un’esperienza diretta.
«Ti spiego meglio come funziona. Dopo i necessari accordi, arrivo nell’albergo o nella Spa già verso le sette di mattina con il mio fotografo. Con lui mi muovo nelle varie sale individuando le migliori angolazioni e particolari più interessanti, scattando di queste foto e girando video.
«Di norma verso le nove abbiamo già concluso questa prima fase e dunque verso quell’ora siamo già fuori dalla struttura per evitare ai clienti ritardi rispetto all'orario di apertura.
«In un secondo momento, poi, scrivo l'articolo dove spiego l'esperienza vissuta e successivamente lo pubblico con le foto e i video, nel frattempo verificati dal mio operatore.
«La risposta sin dal primo momento è stata molto positiva a tal punto che adesso ricevo anche numerose proposte da realtà del territorio non necessariamente hotel o Spa, ma aziende collegate al mondo del wellness.»
 

 
Questo significa che ti sei fatta conoscere per una che sa fare bene il proprio lavoro?
«Senza falsa modestia direi proprio di sì, avendo avuto anche l'opportunità di collaborare con varie imprese, fra cui la Starpool, un’importante ditta che progetta attrezzature per il benessere e che mi ha proposta ad altre aziende con cui loro lavorano.
«Sono così riuscita ad espandere i miei orizzonti e sono ancora in crescita. Pensa che al momento tratto strutture nella sola zona del Trentino Alto Adige, ma ho ricevuto molte richieste pure da fuori regione, anche se per il momento ho preferito declinare queste offerte per mantenere un focus locale.
«Ma in futuro chi lo sa...»
 

 
Come ti stai organizzando durante questo periodo di emergenza Covid-19 in cui tutte le strutture ricettive e centri benessere sono chiusi?
«Proprio in conseguenza di ciò, il lavoro sul blog al momento è sospeso. Quello che sto facendo ultimamente è scrivere su argomenti riguardanti il settore. Recentemente ho pubblicato un articolo dove offro consigli pratici su come vivere l'esperienza della Spa a casa propria, per cui, se il tema può interessare ai lettori de L’Adigetto.it, è possibile leggere il servizio cliccando questo link.
«Un’altra idea che da poco tempo sto cercando di strutturare è quella di provare e poi recensire articoli vari per il benessere e per questo sto contattando produttori che possano in tal senso collaborare con me.
«Non è esattamente il campo dove mi muovo di solito, ma in questo periodo come fanno tutti, anch’io cerco di adattarmi e rimanere in costante movimento, sperando che si possa tornare alla normalità in breve tempo!»

Astrid Panizza – a.panizza@ladigetto.it
(Puntate precedenti)


Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni