Home | Rubriche | Il venerdì di Franca Merz | Il venerdì di Franca Merz – Gli «scones»

Il venerdì di Franca Merz – Gli «scones»

Gli Scones sono dei golosi dolcetti tipici della gastronomia anglosassone, paninetti dal gusto neutro, farciti a piacimento

image

>
Gli scones sono prodotti alimentari da forno.
Storicamente specialità gastronomiche scozzesi, sono simili per lievitazione alla pasta brioche, ma meno dolci.
Generalmente accompagnano il tè ma non solo, e possono essere serviti in una varietà di modi con la clotted cream e confettura, con il miele o con il lemon curd.
Ecco come li prepara la nostra Franca, senza farcitura.
 
 Scones  
Ingredienti.
220 g farina 00;
50 g burro morbido;
150 ml latte;
5 g zucchero;
10 g lievito;
2 g sale.
 
Procedimento.
Impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto compatto e un po’ appiccicoso;
Lasciare riposare in frigorifero per 15-20 minuti, coperto.
Stendere con il mattarello una sfoglia alta circa 1,5 cm;
Con un tagliapasta tondo, del diametro di 6/7 cm, ricavate dei dischi;
Saranno circa 12/14;
Metterli su carta forno in una teglia;
Spennellare con l'uovo e infornare a 200°C per 15';
A cottura terminata lasciar raffreddare e farcire a piacere.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni