Home | Rubriche | L'Autonomia ieri e oggi | L’autonomia del Trentino oggi – Di Mauro Marcantoni – 15

L’autonomia del Trentino oggi – Di Mauro Marcantoni – 15

Note di contesto storico: gli assetti politici degli anni Sessanta

image

Le elezioni regionali del nuovo decennio, dal primo appuntamento con le urne del 1960 all’ultimo del novembre del 1968, videro la Democrazia Cristiana perdere nel collegio trentino almeno 5 punti percentuali, passando dal 64,24% del 1960 al 57,77% del 1964, per poi fermarsi al 58,05% del 1968.
In Alto Adige, invece, i consensi rimasero per lo più stabili: 14,61% nel 1960, 13,52% nel 1964 e 14,4% nel 1968, in linea, dunque, con l’ultima elezione degli anni Cinquanta, quella del 1956, con la DC che nel collegio di Bolzano aveva incassato il 14,35%.
 
Parimenti, anche la SVP, che nel 1956 era al 64,6%, subì un lieve calo, registrando nel 1960 il 63,86% dei consensi, nel 1964 il 61,27% e nel 1968 il 60,69%. Dunque, sia la Democrazia Cristiana locale in Trentino che la SVP in Alto Adige indietreggiarono.
Per quel che riguarda le altre forze politiche, nelle elezioni del 1960 il Partito Comunista Italiano ottenne il 5,49% a Trento e il 3,14% a Bolzano, ritornando sulle posizioni di inizio del decennio precedente.
La situazione rimase pressoché invariata alle elezioni del 1964 (5,3% a Trento e 3,68% a Bolzano), per poi crescere in entrambe le Province nelle elezioni del 1968 (6,56% a Trento e 5,97% a Bolzano – dove si presentò insieme al PSIUP-Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria).
 
Nelle elezioni del 1960, il Partito Socialista Democratico Italiano ottenne il 7% a Trento e il 3,64% a Bolzano; analoghi risultati si registrarono nel 1964 con il 7,99% a Trento e il 3,82% a Bolzano.
Nelle elezioni del 1968, il PSDI si presentò insieme al PSI ottenendo il 15,23% a Trento e il 7,18% a Bolzano.
Per quel che riguarda il Partito Socialista Italiano, nelle elezioni del 1960 il risultato ottenuto fu il 12,66% a Trento e il 5,9% a Bolzano, con una lieve riduzione a Trento nelle elezioni del 1964 (10,73%), mentre a Bolzano la situazione rimase stazionaria (5,38%). Come già detto, nel 1968 il PSI e il PSDI si presentarono uniti.
 
Il PPTT, Partito del Popolo Trentino Tirolese, nelle elezioni del 1960 ottenne a Trento un risultato decisamente modesto (3,84%), che lungo il decennio vide tuttavia un progressivo miglioramento: nel 1964 con il 5,74% e nel 1968 con il 7,39%.

Rielaborazione giornalistica dei contenuti del volume di Mauro Marcantoni STORIA, della Collana Abitare l’Autonomia - IASA Edizioni, Trento.
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni