Home | Rubriche | Parliamone | Un progetto sanitario in India – Di Nadia Clementi

Un progetto sanitario in India – Di Nadia Clementi

Magi e Associazione Schweitzer insieme per aiutare la chiesa cattolica in Kerala

image

>
I rappresentanti dell'Associazione Schweitzer assieme alla Associazione MAGI-Onlus hanno visitato il Kerala, uno stato dell'India meridionale che occupa una stretta striscia della costa sud-occidentale del Paese e che ha come capitale Thíruvananthapuram.
La visita ha avuto lo scopo di esporre i risultati progettati e realizzati dalla Associazione Schweitzer presso il St. John’S Health Services, l'ospedale non governativo gestito dell'Arcidiocesi cattolica di Trivandrum e situato a 20 km circa a nord della capitale nella regione del Pirappancode.
L’Ospedale fu fondato nel 1963 dall'Arcivesovo Benedict Mar Gregorios, insieme con il vescovo Lawrence Mar Ephraem.
Lo scopo dell'Ospedale St. John è quello di fornire assistenza medica alle persone afflitte e più bisognose della regione meridionale del Kerala.
Nato come lebbrosario, l'Ospedale ampliò i suoi servizi ai malati di HIV/AIDS, Tuberculosi e Diabete per rispondere alle esigenze crescenti della popolazione locale.
 
 In particolare ad oggi gli obbiettivi dell'Ospedale St. John: 
■ Migliorare la qualità della vita delle popolazioni che vivono con il rischio di HIV/AIDS attraverso campagna di sensibilizzazione;
■ Fornire assistenza medica e supporto psico-sociale ai malati di HIV/AIDS;
■ Fornire un'educazione ai bambini malati di HIV/AIDS;
■ Fornire assistenza medica per la Tubercolosi;
■ Combattere la lebbra;
■ Fornire assistenza medica per le persone più povere e che hanno difficoltà ad accedere al servizio sanitario;
■ Migliorare la qualità dell'assistenza medica.
 

L'Ospedale St. John.

 
L'Ospedale St. John è costituito da vari dipartimenti tra cui Diabetologia, Oftalmologia, Dermatologia, Urologia, Cardiologia, Medicina Generale, Psichiatria, Fisioterapia, Nefrologia, Neurologia e Oncologia.
Nell'Ospedale lavorano 25 dottori, 87 tra infermieri, paramedici e personale amministrativo. Oltre a medici specializzati l'Ospedale possiede una farmacia e laboratori ben equipaggiati con gli strumenti più avanzati.
Grazie al supporto della Regione Autonoma Trentino-Alto Adige e promosso dall’ Associazione Schweitzer il St. John’S Community Hospital ha ampliato il loro servizio e inaugurato un reparto di cure palliative in un edificio di 430 mq.
Attualmente si sta lavorando per garantire la sostenibilità di questa iniziativa e per questo l’Associazione Schweitzer ha presentato un altro progetto per far allargare il reparto e migliorare la qualità dei servizi forniti mediante l'applicazione di metodi di riabilitazione come terapia occupazionale e fornire condizioni per l’autosufficienza alimentare del reparto costruendo un orto.
 

La cattedrale - Sotto, l'università.

 
Attore di questa opera è la Chiesa cattolica Siro-Malankarese indiana, una Chiesa Arcivescovile Maggiore Cattolica sui iuris di rito siriaco-antiocheno o (siro occidentale) nata in India. Attualmente l'arcivescovo maggiore è il cardinale Isaac Cleemis Thottunkal.
Questa realtà è molto importante perché nel censimento del 2011 nel Kerala si indicava che i 465.207 siro-malankaresi cattolici costituivano l'1,4% della popolazione dello stato, il 18.38% dei cristiani.
La Chiesa cattolica siro-malankarese ha per primate l'arcivescovo maggiore di Trivandrum (l'attuale arcivescovo maggiore è Isaac Cleemis Thottunkal).
Con l'annuncio della sua elezione ad arcivescovo maggiore, il 10 febbraio 2007, è divenuto il terzo successore dell'arcivescovo Mar Ivanios, il moderno «Profeta della Riunione».
L'11 febbraio 2014 è eletto presidente della Conferenza episcopale indiana, che riunisce i vescovi dei tre riti cattolici indiani (latino, siro malabrese e siro malankarese); subentra al cardinale Oswald Gracias.
 

La Cattedrale - Sotto, la croce all'università.

 
Questa premessa è importante per capire come in India ci sia una regione in cui i cristiani sono dieci volte più numerosi – il 20 per cento contro il 2 per cento della media nazionale – e soprattutto vivono in pace.
Questa regione è il Kerala. In essa il cristianesimo ha radici antichissime e l'impronta cristiana è tuttora straordinaria.
Il Kerala non è ricco, ma è di gran lunga lo Stato più istruito dell'India, con altissimi indici di scolarizzazione anche femminile. È quello in cui tra uomo e donna c'è più parità. È quello in cui la natalità è da molti decenni più equilibrata, fondamentalmente perché le ragazze vanno tutte a scuola e quindi si sposano più tardi che altrove.
Nel Kerala le scuole di ogni ordine e grado sono in gran parte cristiane. Il Kerala è anche lo Stato indiano con i più alti indici di lettura.
Dall'anno scorso si stampa nella lingua locale, il malayalam e anche un'edizione settimanale de «L'Osservatore Romano», di cui se ne vendono 20mila copie, il doppio di quante ne diffonda la sua edizione in lingua italiana.
 

L'Università.

 
Mar Ivanios College (www.marivanioscollege.com) è un'istituzione educativa situata a Trivandrum, la capitale del Kerala, in India.
Il college si trova su una piccola collina panoramica con una vasta area del campus di centinaia di ettari a Bethany Hills, Nalanchira, Thiruvananthapuram.
Il Mar Ivanios College è stato fondato nel 1949 da Geevarghese Mar Ivanios, il primo arcivescovo di Trivandrum.
Il College è la prima istituzione dell'Università del Kerala a ricevere l'accreditamento dal NAAC (National Assessment and Accreditation Council) nel 1999.
Il College è stato anche il primo a essere rivalutato e riaccreditato con il grado «A» di NAAC in 2004.
Nel 2011 il College è stato rivalutato dal team NAAC Peer come parte del terzo ciclo del processo di riaccreditamento.
 
Il Mar Ivanios College è diventato il primo college privato affiliato all'Università del Kerala a ricevere lo status di CPE dall'UGC.
Su raccomandazione della University Grants Commission (UGC), al college è stato conferito lo status di autonomia dall'Università del Kerala a partire dal 13 giugno 2014.
Il motto del college è «Veritas Vos Liberabit» che significa «La verità ti libererà».
L'associazione di alunni AMICOS (Association of Mar Ivanios College Old Students) ha capitoli in diversi paesi. L'UGC ha riconosciuto il Mar Ivanios College come uno dei sei college del Kerala che ha ottenuto lo status di «College with Potential for Excellence» (CPE).
Il College è stato fondato nel 1949 come un college affiliato dell'allora Università di Travancore, in seguito sotto l'Università del Kerala.
Il collegio fu il figlio dei sogni del defunto arcivescovo Geevarghese Ivanios della Chiesa cattolica siro-malankarese, da cui prese il nome il collegio.
I Dipartimenti Principali sono: Fisica; Chimica; Matematica; Statistiche; Biotecnologia; Sviluppo software.
In questo College si vive un fermento da Silicon Valley dove sono presenti grandi opportunità di collaborazione scientifica.
 

 
Da non perdere inoltre la visita alla vicina spiaggia di Kovalam, una città di mare, dove i turisti possono godersi lo scorcio del profondo blu del mare Arabico. Kovalam letteralmente significa «boschetto di alberi di cocco» e fedele al suo nome il villaggio offre una vista infinita di palme da cocco.
La storia di Kovalam e delle sue spiagge incontaminate è iniziata negli anni ’30 con la regina di Travancore che qui costruì il suo stabilimento balneare.
Negli anni ’70 Kovalam era un paradiso hippy, perfetta spiaggia tropicale in un villaggio di pescatori che fornivano pesce fresco, frutta e toddy (cocco birra).
Poi lentamente è diventata un punto di riferimento, fino a diventare una delle destinazioni mare più richieste dell’India.
 

 
Le sabbie delle spiagge di Kovalam non sono né dorate né bianche; sono parzialmente di colore nerastro, questo a causa della presenza di ilmenite e monazite.
Il mare è mosso tutto l’anno perché siamo molto a sud non molto lontano da Kanyakumar o Cape Comorin punto di incontro di tre mari: il Golfo del Bengala, il Mar Arabico e l’Oceano Indiano e per questa ragione le acque sono generalmente mosse.
Il fenomeno si accentua durante la stagione monsonica quando il mare letteralmente si «mangia» parte delle spiagge.
La principale spiaggia di Kovalam chiamata Lighthouse Beach ospita turisti e viaggiatori provenienti da diverse parti del mondo, adiacente ad essa svetta un vecchio faro di avvistamento alto 35 metri e per questo la spiaggia è anche chiamata «spiaggia del faro».
È difficile credere che in un Paese ricco di risorse minerarie e paradiso della biodiversità la maggior parte della popolazione viva con pochi dollari al giorno.
La Chiesa Cattolica si impegna per costruire Ospedali, Scuole per fornire un’istruzione di buon livello oltre che offrire con le Chiese e le Parrocchie un servizio religioso importate.
«Sono venuto qui per annunciare Gesù – spiega il religioso Padre John Kuttiyil – e questo annuncio prevede anche un aiuto concreto per la popolazione e lo sviluppo.»
Padre John Kuttiyil ci ha spiegato perché ha voluto in primis un progetto sanitario: «quanto alla tutela della salute, nel Paese solo il 15% degli abitanti ha accesso a cure mediche di base, a pagamento.
«Molte famiglie restano senza terapie, per povertà o perché lontani da un ospedale. Così la presenza degli ambulatori ed Ospedali cattolici significa speranza.»
 

 
Nadia Clementi - n.clementi@ladigetto.it
Informa: dott. Matteo Bertelli, Medico Genetista, Presidente Magi Euregio, Bolzano
MAGI Euregio S.c.s. - Via Maso della Pieve 60/A - Pfarrhofstraße 60/A - I-39100 Bolzano/Bozen
+39.0471.25.14.77 - matteo.bertelli@assomagi.org

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (1 inviato)

avatar
giuseppe pompucci 16/12/2018
L'opera che viene fatta è veramente degna di nota eammirevole
Thumbs Up Thumbs Down
0
totale: 1 | visualizzati: 1 - 1

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone