Home | Sapori | Vino Trentino | Avio, uva e dintorni: focus sui vitigni resistenti

Avio, uva e dintorni: focus sui vitigni resistenti

Un importante approfondimento sul tema dei «PIWI», col punto di vista di istituzioni, produttori, imbottigliatori, tecnici, ricercatori, ristoratori, sommelier e giornalisti

image

Foto di ®Marco Simonini.
 
Uva e dintorni, in programma ad Avio dal 2 al 4 settembre, è una manifestazione che nasce dalla festa del vino che qualche anno fa si teneva a Rovereto.
Per questo, accanto ai momenti di spettacolo e di rievocazione storica in programma nel corso della tre giorni, non potevano certo mancare momenti di approfondimento pensati per professionisti del settore, appassionati o anche semplici curiosi.
Il primo appuntamento in calendario, in programma per venerdì 2 settembre, alle ore 18.00 presso l'Auditorium Comunale di Avio, è con «Vino che resiste - un'ipotesi per la viticoltura del futuro ai piedi del Monte Baldo», a cura dell'Associazione Skywine e del Comune di Avio.
Un incontro voluto per fare il punto, forse per la prima volta in forma pubblica, sul tema dei PIWI (vitigni resistenti alle crittogame che attualmente in Trentino coinvolgono una decina di produttori), e della nuova frontiera agroalimentare della cisgenesi, cercando di capire il punto di vista dei diversi interlocutori del settore - dai ricercatori e tecnici ai produttori e imbottigliatori, dalle istituzioni ai giornalisti, dai ristoratori ai sommelier - nella convinzione che questo possa essere una leva davvero strategica per la comunicazione e la reputazione del vino trentino.
 
Una considerazione legata sia al fatto che il Trentino è soggetto ad un protocollo di lotta integrata tra i più severi e avanzati del Paese, sia alla osservazione dell'evoluzione del settore, che registra una significativa spinta verso il biologico (600 ettari, secondo i dati forniti dall'Assessorato all'Agricoltura), accompagnata da un lungo e serio lavoro di ricerca attraverso la FEM e di sperimentazioni in campo con protagonisti vignaioli e cantine sociali.
La sede è inoltre particolarmente in linea con le tematiche: Avio rappresenta infatti un laboratorio di idee e sperimentazioni, culturali e colturali, intorno alla viticoltura; è il capoluogo di una delle più piccole Doc della zona, ovvero Terradeiforti; e, anche se qui la viticoltura è fondamentalmente di fondovalle, incide sul territorio che abbraccia il Monte Baldo, oggetto di particolare attenzione e protezione in termini ambientali.

Un'occasione, dunque, per misurarsi responsabilmente con il fondamentale tema della sostenibilità dell'economia agricola.
Nel corso della kermesse, i momenti alla scoperta del vino proseguiranno con le degustazioni guidate di vini locali e non a cura dei tecnici dell'Onav (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino) di Trento e dei Viticoltori di Avio («Incontro con Bacco» e «I nostri vini, tesori da scoprire»), con la suggestiva pedalata ciclo-storica non competitiva lungo la Valle dell'Adige con visita ai ristori nelle cantine della zona, con la passeggiata di nordic walking attraverso i vigneti e l'antica Pieve di Avio, con la visita ai vigneti con guida e degustazione vini, con la visita guidata alla Tenuta San Leonardo, e con il XIV Palio nazionale della Botte tra le Città del Vino, in programma domenica 4 settembre alle ore 14.30.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone