Home | Sapori | Vino Trentino | Le cantine Ferrari si confermano brindisi ufficiale degli Emmy® Awards

Le cantine Ferrari si confermano brindisi ufficiale degli Emmy® Awards

Per il terzo anno consecutivo le bollicine italiane per eccellenza saranno servite all'evento più atteso della televisione americana

image

>
Le Cantine Ferrari saranno il brindisi ufficiale della 69ma edizione degli Emmy® Awards, portando, per il terzo anno consecutivo, un tocco di stile italiano in tutti i momenti salienti di quelli che sono definiti gli Oscar della televisione.
Iniziati nel mese di luglio con l’annuncio dei nominati e continuati con un fitto calendario di appuntamenti, gli Emmys culmineranno domenica 17 settembre con la cerimonia di premiazione, seguita in diretta da milioni di persone in tutto il mondo.
I 4.000 selezionatissimi ospiti che proseguiranno la serata al Governors Ball festeggeranno i premiati con il Ferrari Brut Trentodoc.
Tema della serata sarà la «Golden Grandeur», che vuole celebrare il connubio tra eleganza e sostenibilità, da anni caro a Ferrari.
 
Tutti gli elementi della spettacolare scenografia, completamente dorata, e della cena realizzata dallo chef Joachim Splichal e dal Gruppo Patina saranno infatti riciclabili, riutilizzabili o biodegradabili.
Ferrari da sempre fa dell’eleganza il tratto distintivo delle proprie bollicine Trentodoc, coerentemente con il concetto di arte di vivere italiana di cui è ambasciatore nel mondo, e da anni ispira alla sostenibilità tutta la propria attività in vigna e in cantina, nell’ottica di un profondo rispetto per il territorio trentino e la sua viticoltura di montagna.

Proprio nel 2017 è stata ottenuta la certificazione biologica di tutti i vigneti di proprietà.
Matteo Lunelli, presidente delle Cantine Ferrari, che brinderà con i premiati il 17 settembre a Los Angeles, ha commentato così la speciale coincidenza: «In quest’epoca dorata sia per la televisione che per le bollicine, siamo lieti di condividere con la Television Academy la convinzione che eleganza e sostenibilità, su cui da anni lavoriamo con impegno e dedizione, possano essere due mondi compatibili.»
 
Matteo Lunelli e Allison Janney.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni