Home | Sapori | Vino Trentino | I vini della Valle dei Laghi protagonisti di un evento a Bruxelles

I vini della Valle dei Laghi protagonisti di un evento a Bruxelles

Presentati i portabandiera dell’enologia trentina: il Vino Santo Trentino DOC e il Reboro, nuovo pregiato vino rosso realizzato attraverso la tecnica dell’appassimento

Si è svolta oggi, presso la sede dell'Ufficio per i rapporti con l'Unione europea della Provincia autonoma di Trento a Bruxelles, un’iniziativa speciale volta a presentare a un qualificato e selezionato parterre composto da rappresentanti di alto livello delle istituzioni comunitarie e da operatori e giornalisti legati al mondo del wine and food belga, due straordinari prodotti portabandiera dell’enologia trentina: il Vino Santo Trentino DOC e il Reboro, nuovo pregiato vino rosso realizzato attraverso la tecnica dell’appassimento.
L’evento ha offerto l’opportunità per conoscere il Trentino e per compiere un viaggio nei sapori e nelle tradizioni della splendida Valle dei Laghi, territorio di antichissima vocazione vitivinicola.
La degustazione, accompagnata da formaggi e salumi tipici, è stata condotta da Roberto Anesi, Miglior Sommelier Italiano 2017 (AIS) e ha visto la partecipazione di Marco Pisoni (az. agr. Fratelli Pisoni), in rappresentanza dell’Associazione Vignaioli del Vino Santo. All’inizio dell’evento, ha portato il suo saluto dal dott.ssa Valeria Liverini, direttrice dell’Ufficio di Bruxelles.
 
Il Vino Santo Trentino DOC è un vino dolce con una storia antica, che racconta di un territorio dove condizioni climatiche assai peculiari e tradizioni culturali secolari si intrecciano e si fondono in un vino unico al mondo, prodotto con i migliori grappoli di uva Nosiola, lasciati appassire lentamente sui graticci (arèle) fino a primavera e pigiati durante la Settimana Santa.
Un vino di assoluta eccellenza che si fonda su una tradizione antica, ancora tenacemente mantenuta viva dalle piccole aziende della valle, riunite nell’Associazione: Pisoni, Gino Pedrotti, Francesco Poli, Giovanni Poli, Maxentia, Pravis i nomi delle aziende che hanno incantato Bruxelles con il loro Vino Santo.
E proprio dall'amicizia e dalla collaborazione di alcuni Vignaioli del Vino Santo, che hanno deciso di investire in un nuovo progetto la loro esperienza nella tecnica dell'appassimento delle uve, è nato pochi anni fa il Reboro, un vino rosso di grande pregio, presentato oggi nella prestigiosa sede di Bruxelles.
Il Reboro è ottenuto da uve della varietà Rebo, coltivate nelle migliori vigne e lasciate appassire fino a novembre inoltrato sui graticci utilizzati anche per la produzione del Vino Santo Trentino. Il Reboro matura per tre anni in botti di rovere, acquisendo eleganza e struttura.
 
«È un onore poter raccontare il nostro lavoro e far assaggiare i nostri vini in un contesto importante come quello delle istituzioni europee, – ha detto Marco Pisoni. – Il Vino Santo è un vino straordinario che merita di essere conosciuto in tutto il mondo: pochi altri vini dolci hanno queste caratteristiche, e dobbiamo fare di tutto per inserirlo nell’olimpo delle eccellenze enologiche mondiali.
«Così come il Reboro, vino che incarna perfettamente quella dialettica tra innovazione e tradizione che è da sempre il cardine dell’agricoltura: un progetto collettivo basato sull’amicizia e sulla condivisione dei saperi rappresenta un unicum assoluto, di cui tutto il mondo del vino trentino deve andare fiero.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni