Home | Sapori | Vino Trentino | Endrizzi, manebimus optime! «Vecchi territori - Nuovi volti»

Endrizzi, manebimus optime! «Vecchi territori - Nuovi volti»

Il 9 novembre al Masetto di Endrizzi a San Michele all’Adige ha avuto luogo «MANSUM», l’incontro annuale di stampa e influencer del vino con la famiglia Endrici

image

>
Come ogni anno da tre anni a questa parte, in occasione del Merano Wine Festival, la famiglia Endrici ha organizzato nella mattina di venerdì 9 novembre nella suggestiva cornice del Masetto (lat. Mansum) il suo incontro annuale con la stampa enogastronomica italiana.
«Nell’edizione 2018 di MANSUM ci hanno affiancato tre nuovi volti della vitienologia trentina, piccole, preziose realtà da territori viticoli desueti e ora in fermento, – spiega il titolare Paolo Endrici. – Portare nel mondo l’immagine di un Trentino viticolo appassionato e vitale è sempre stato un mio personale obiettivo primario, anche facendo rete con belle realtà della nostra regione.»
 
Ospiti dell’evento sono stati Pietro e Silvia Pancheri di LasteRosse Val di Non con il loro Groppello Metodo classico, Moreno Nardin di Corvée con il Müller Thurgau Viàch Val di Cembra e Nicola Del Monte di Filanda de Boron Valli Giudicarie con il Dedit da uve Solaris.
Moderatrice attenta e appassionata della degustazione è stata Rosaria Benedetti, Sommelier professionista AIS, Donna del Vino e responsabile Guida Vitae per il Trentino.
 

 
MANSUM 2018 è stata inoltre l’occasione per Endrizzi di presentare ufficialmente i due vini «Golalupo» Pinot Nero Riserva e «Leoncorno» Teroldego Rotaliano Superiore Riserva, due vini di territorio sui quali l’Azienda e l’enologo Vito Piffer hanno lavorato con passione negli ultimi anni.
Suggestivo ed emozionante l’intermezzo teatrale dell’attrice e regista Maura Pettorusso di Trento Spettacoli, che ha scritto e recitato il racconto del Golalupo e Leoncorno, due nomi leggendari e ricchi di storia, profondamente radicati nell’identità del Masetto.
 
Paolo, Christine e i figli Lisa Maria e Daniele hanno voluto infine affidare la realizzazione dello splendido menù dell’evento alla Impresa Sociale Kaire di Trento, valida realtà della ristorazione e banqueting della regione, che offre una seconda possibilità di vita a ragazzi e persone con un passato difficile, che trovano così un concreto reinserimento nel sociale attraverso il lavoro appassionate della gastronomia.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone