Home | Sapori | Vino Trentino | Premiato il Pinot Nero dell'Agraria Riva del Garda

Premiato il Pinot Nero dell'Agraria Riva del Garda

Pinot Nero Maso Elesi 2016 ancora sugli scudi alla 18ª edizione del Concorso Nazionale del Pinot Nero organizzato a Egna

image

>
Pinot Nero Maso Elesi 2016 ancora sugli scudi alla 18ª edizione del Concorso Nazionale del Pinot Nero organizzato a Egna. Ottavo posto assoluto in una classifica altamente selettiva. Grande soddisfazione all’Agraria Riva del Garda.
È un Pinot Nero da uve coltivate sulle colline dell’Alto Garda che si conferma tra i migliori d’Italia. Lo ha stabilito la Commissione d’esperti enologi, tecnici e giornalisti del settore che ad Egna ha valutato 93 versioni di questa tipologia di vino provenienti ben 11 regioni italiane.
Selezione rigorosa e molto mirata ad evidenziare l’assoluta qualità dei campioni in lizza. La dimostrazione è nei risultati della classifica con serrati punteggi, vini per una graduatoria distinta in minime differenze: dai 90,5 agli 82,00 centesimi sono racchiusi ben 26 diversi Pinot Nero.
 
«Il nostro Maso Elesi 2016 ha ottenuto una valutazione di 84/100, dimostrando tutta la sua consolidata levatura di stampo internazionale – ha ribadito l’enologo di Agraria Riva del Garda Furio Battelini, ritirando durante la cerimonia di premiazione il prestigioso attestato – merito di un impegno corale della nostra cantina e della grandissima cura operata dai soci nei vigneti sulla sponda che guarda al grande lago.»
Riconoscimento per un Pinot Nero di un’annata eccezionale come è stato il 2016 e che sottolinea come il territorio di Riva del Garda si confermi area vocata a questo tipo di vitigno.
Basti pensare che sempre il Maso Elesi si era imposto ad Egna nella top ten allo stesso Concorso nazionale riservato al 2014, millesimo per nulla annoverato tra i più entusiasmanti.
Come dire: il vino di Agraria Riva del Garda si mette in evidenza sia nelle vendemmie più consone che in quelle difficili.
 

 
E ancora. Tra i 26 Pinot Nero della classifica finale solo due sono Trentino DOC - oltre a Maso Elesi troviamo la Riserva Faedi di Ballaveder - ampiamente dominata dalle versioni proposte dalle cantine sudtirolesi.
Le uve utilizzate per la vinificazione di questo straordinario Pinot Nero maturano a Padaro, verso il monte Baone, vigneto immerso con il suo caratteristico maso in un bosco di lecci.
Produzione mirata, vite allevata a Guyot, neppure 50 quintali ad ettaro, ma soprattutto vigneto a conduzione biologica: l’unico fra i vini premiati, fatto che merita di essere sottolineato. Un vino nettamente superiore, insomma, nel senso che può fregiarsi della DOC Trentino Superiore.
 
Produzione altrettanto accorta: neppure 4 mila bottiglie, per un vino assolutamente importante.
Premio nazionale al Pinot Nero che giunge a corollario di altri importanti riconoscimenti ottenuti recentemente dalla Cantina di Agraria Riva del Garda.
Come lo Chardonnay Loré, riconosciuto dal Concorso Enotecnico valorizzazione vini territorio dell’Istituto agrario di San Michele all’Adige quale primo assoluto in due categorie:l’annata 2016 nella sezione Trentino DOC Chardonnay vendemmie 2015 e 2016, l’annata 2017 in quella dedicata alle vendemmie 2017 e 2018.
A questi importanti risultati si sommano gli stellari punteggi ottenuti da Gère 2015 e Maso Élesi 2016 all’interno di 5StarWines, la selezione annuale di vini curata da Vinitaly: 90 punti su 100 per entrambi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone