Home | Sapori | Vino Trentino | Mezzacorona lancia «Musivum», dal latino «Mosaico»

Mezzacorona lancia «Musivum», dal latino «Mosaico»

La nuova collezione propone i primi due gioielli: Müller Thurgau e Pinot Grigio

image

>
È stato lanciato presso la Cittadella del Vino il progetto «Musivum», traduzione latina di mosaico, un percorso di valorizzazione territoriale delle eccellenze enologiche trentine del Gruppo Mezzacorona.
Due i vini proposti come prime «chicche» della collezione «Musivum», due vini bianchi, nel solco della più spiccata vocazione trentina: il Müller Thurgau Trentino Doc Superiore 2017 «Cembra» e il Pinot Grigio Trentino Doc Superiore 2016 firmato con la sottozona «Vicinia», entrambi autentiche gemme di qualità sopraffina.
Avviato con la vendemmia 2015, il progetto «Musivum» ha visto coinvolti viticoltori e vigneti distribuiti in tutte le aree viticole del Trentino: Piana Rotaliana, Colline di Faedo, Sorni e Pressano, Val di Cembra, Trento, Vallagarina, Ala.
L’obiettivo, come hanno voluto puntualizzare il Presidente del Gruppo Mezzacorona Luca Rigotti insieme con il Direttore generale Francesco Giovannini, quello di esaltare proprio in questo «mosaico di vigneti» la ricchezza del territorio trentino, dei frammenti straordinari che per posizione, terreno, gestione, possono essere considerati come delle vere e proprie «pietre preziose» incastonate nel tessuto viticolo gestito dai viticoltori Mezzacorona.
 
Nello stesso tempo, promuovere costantemente il valore della sostenibilità e della Certificazione ministeriale SQNPI come garanzia di salubrità e affidabilità della produzione a vantaggio dei consumatori.
In particolare, sono state impostate una raccolta ed una gestione differenziata dal resto della produzione del Gruppo Mezzacorona dedicando particolare attenzione all’epoca di raccolta e alle tecniche di vinificazione.
Da questa cura certosina, sono nati vini caratterizzati da una qualità all’altezza della migliore tradizione Mezzacorona, ma con il valore aggiunto dell’unicità e originalità del prodotto, grazie ad un sempre più stretto legame con i vigneti di origine delle uve tra i più vocati in assoluto.
Il Progetto «Musivum» prevede la valorizzazione di 5 varietà in Trentino: oltre al Müller Thurgau e al Pinot Grigio, è previsto nei prossimi anni il lancio di un Gewürztraminer, di un Marzemino e naturalmente del principe dei vini trentini, il Teroldego Rotaliano; nel bouquet è stato anche inserito lo Chardonnay Alto Adige Doc della Kellerei Salurn, cantina associata al Gruppo Mezzacorona, che sarà presentato nel prossimo autunno.

 
 
Si tratta di un totale di circa 15 ettari selezionati ricercando il migliore vigneto per caratteristiche specifiche in modo da ottenere unicità e tipicità.
Gli enologi del Gruppo Mezzacorona decidono ogni anno se e quale partita merita di essere messa in bottiglia per esaltare al massimo l’identità più propria di ogni singola varietà.
Come noto, il Müller Thurgau è una varietà frutto di un incrocio fra Riesling Renano e Madeleine Royale (e non come si pensava fino a poco tempo fa con il Sylvaner verde), creata dal dott. Hermann Müller, direttore della scuola di Wädenswill in Svizzera a fine ‘800, uva che ha trovato in Trentino ed in particolare proprio nella suggestiva Valle di Cembra il suo habitat ideale.
Per il Müller Thurgau «Musivum», sono stati scelti solo i migliori vigneti nelle zone sopra i 550 - 650 metri di altitudine, che presentano una vegetazione rigogliosa con grappoli ricchi e acini forti, dai quali nascono vini molto profumati e di spiccata acidità.
 
Caratteristici sono i terrazzamenti a vigneto sostenuti da muri a secco sui versanti formati da rocce porfiriche, che sono divenuti famosi in tutto il mondo e che hanno visto definire la viticoltura cembrana come «eroica».
Le uve Müller Thurgau «Musivum» provengono da due diverse zone della Valle caratterizzate da esposizione e altitudine ottimali.
Per quanto riguarda invece il Pinot Grigio «Musivum» denominato «Vicinia», va specificato che questa sottozona si trova nel comune di Mezzocorona, che da sempre è area di coltivazione prestigiosa e classicamente vocata per questa varietà (nota anche con l’appellativo di «Rülander») come testimoniano vari documenti storici.
Il Müller Thurgau Trentino Doc Superiore 2017 «Cembra» di «Musivum» è stato prodotto in appena 3252 bottiglie mentre l’altro gioiello presentato e cioè il Pinot Grigio Trentino Doc Superiore «Vicinia» solamente in 4508 bottiglie, tutte create appositamente per la collezione e singolarmente numerate per dimostrare ancora di più il valore ed il prestigio del progetto.
 

 
Brevi note di degustazione del Müller Thurgau Trentino Doc Superiore «Cembra» 2017: Vino dal colore giallo paglierino con riflessi verdi, offre una fusione di profumi da scoprire man mano.
Incanta con il suo bouquet di fienagione di erbe aromatiche alpine quali il timo, la salvia e la menta selvatica, completato da fiori bianchi e di trifoglio.
Al palato si offre complesso, deciso, con un’acidità vibrante, intriga la nota di pietra porfirica del territorio cembrano elegantemente fusa in sentori di cedro e limone candito, completati da una leggera speziatura di cannella.
 
Brevi note di degustazione del Pinot Grigio Trentino Doc Superiore «Vicinia» 2016: Il vino, dal colore giallo paglierino carico, è complesso, fragrante e persistente.
Seduce con una fusione di aromi di frutta bianca perfettamente matura, quali la pera e la pesca bianca, integrati in note di agrumi essiccati al sole, camomilla, cirmolo e miele di rododendro.
Intrigante il sentore di uvaspina di montagna, completato dalle note speziate di mandorla e noce. Ricco al palato, offre una piacevole armonia tra sapidità e suadente acidità.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone