Home | Sapori | Vino Trentino | Weekend Vignaioli di montagna: vino e cinema delle terre alte

Weekend Vignaioli di montagna: vino e cinema delle terre alte

Dall’1 al 3 febbraio i Vignaioli del Trentino e i Vignaioli dell’Alto Adige per la prima volta insieme fuori dai confini regionali: a Bologna

Il set, il Trento Film Festival. I produttori, le Camere di Commercio di Trento e Bolzano. Gli attori protagonisti, i Vignaioli del Trentino e i Vignaioli dell’Alto Adige.
La trama, un’appassionante storia di amore per il territorio: sono questi gli ingredienti di Vignaioli di montagna, l’evento di cultura enoica e cinematografica che dall’1 al 3 febbraio porterà a Bologna i saperi e i sapori delle «terre alte».
Nato nel 2017 nel contesto del Trento Film Festival da una felice collaborazione tra le Camere di Commercio di Trento e Bolzano, Vignaioli di montagna non è un film, ma racconta comunque una storia: quella di centinaia di Vignaioli che coltivano la vigna e producono il loro vino nelle valli alpine del Trentino e dell’Alto Adige.
 
A Bologna, negli splendidi spazi del Cinema Lumière e della Biblioteca Renzo Renzi, grazie alla collaborazione con Fondazione Cineteca di Bologna, per tre giorni la montagna non sarà solo un fondale di scena, ma la protagonista assoluta, che con i suoi ritmi, i suoi ambienti naturali, i suoi cicli stagionali scandisce la vita di chi ci abita e ne trae sostentamento, in una relazione costante che si fonda su tradizioni profonde e in continua evoluzione.
Sabato 1 febbraio dalle 14.00 alle 20.00 nella Sala della Biblioteca Renzo Renzi, i Vignaioli trentini e altoatesini saranno protagonisti della mostra dedicata ai vini artigianali delle terre alpine.
Ad accompagnare i vini di montagna, due eccellenze della tradizione gastronomica del Trentino Alto Adige – Südtirol (i formaggi d’alpeggio trentini del progetto «Trentino di malga» e lo speck artigianale sudtirolese della macelleria Stampfl di Bolzano), accompagnate dal pane a lievitazione naturale del Panificio Moderno e dallo Schüttelbrot dell’azienda Fritz und Felix.
 
Domenica 2 febbraio l’anteprima della 68ª edizione del Trento Film Festival, per cominciare a entrare nel vivo del programma della rassegna di cinema e culture di montagna che animerà Trento dal 25 aprile al 3 maggio 2020.
Nel pomeriggio due appuntamenti, alle 18.00 e alle 19.00, con Persorsi, a cura di Miscele d’Aria Factory.
Alle 21.00, sempre al Cinema Lumière, la proiezione del documentario Our Blood Is Wine (di Emily Railsback, USA, 2018, 78’), nato da un'idea del cineasta e sommelier Jeremy Quinn e girato in Georgia, Paese ospite della 68ª edizione del Trento Film Festival.
Infine lunedì 3 febbraio, nella sala della Biblioteca Renzo Renzi, si terranno tre masterclass dedicate a operatori, critici e giornalisti di settore, appassionati e wine lovers, sul tema della Vitienologia delle terre alte.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni