Home | Sapori | Cucina | Il Festival Triveneto del Baccalà si avvia verso la finale

Il Festival Triveneto del Baccalà si avvia verso la finale

A disputarsi il Trofeo Tagliapietra il 4/12 all'Antica Trattoria Ballotta di Torreglia (Pd) saranno 6 ristoranti: 4 veneti, un friulano e il trentino Alfio Ghezzi

image

Già in finale la Locanda Margon di Ravina (Tn) ed il ristorante La Torre di Spilimbergo (Pn), mercoledì 27/11 il Comitato Esecutivo del Festival selezionerà i 4 ristoranti veneti
Mercoledì 4 dicembre 2013 all'Antica Trattoria Ballotta di Torreglia (Pd) si disputerà la finale del Festival Triveneto del Baccalà verso Expo 2015 (www.festivaldelbaccalà.it) con 6 ristoranti - 4 veneti, 1 trentino e 1 friulano - che si contenderanno il favore della Giuria stellata, che assegnerà alla migliore ricetta finalista il Trofeo Tagliapietra, simbolo di innovazione e creatività in fatto di pietanze a base di baccalà e stocco.
 
Già in finale il ristorante trentino e friulano.
Dopo la prima selezione popolare dei piatti, che ha deciso fra le 87 ricette proposte in tre mesi dagli chef, quale fosse la più meritevole di rappresentare ciascuno dei 29 ristoranti in gara, il testimone è passato al Comitato Esecutivo del Festival, che ha già selezionato i ristoranti finalisti di Trentino-Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, che sono: lo stellato Locanda Margon di Ravina (Tn), con l'antipasto proposto dallo chef Alfio Ghezzi (foto) «Blanc de Blancs» (merluzzo di fresca salatura, vichyssoise e zuppetta allo Chardonnay - Gadus Morhua fresco) ed il ristorante La Torre di Spilimbergo (Pn), con il secondo piatto proposto dallo chef Marco Talamini, «Strudel di baccalà e cipolle viola».
 
Mercoledì 27 novembre si decidono i 4 ristoranti veneti finalisti.
Il Comitato Esecutivo dovrà ora compiere la selezione veneta, che si deciderà fra questi 6 ristoranti: lo stellato Al Capriolo di Vodo di Cadore (Bl), in gara con l'antipasto proposto dallo chef Francesco Paonessa, «Baccalà di fresca salatura in saor leggero, misticanza di insalatine, orzo e fagioli gialet», l'Osteria Corte Sconta di Este (Pd), in gara con il primo piatto proposto dallo chef Roberto Zanca «Tavolozza del pittore», il ristorante Dobladino Antica Valdobbiadene di Valdobbiadene (Tv), in gara con l'antipasto proposto dallo chef Cristian Mometti, «Baccalà dissalato, zucca, cipolla di Tropea e uva fragola», il ristorante Bistrot de Venise di Venezia, in gara con il primo piatto proposto dallo chef Mario Missese, «Biancomangiare al baccalà fresco, ossia minestra di merluzzo con sue polpe croccanti alle mandorle e melograno», il ristorante Da Beppino di Schio (Vi) in gara con il secondo piatto proposto dallo chef Claudio Ballardin, «Stoccafisso gratinato con fioretta De.Co. e pane casereccio» ed il ristorante Aurora di Porto Tolle (Ro), in gara con il primo piatto proposto dagli chef Andrea Boscolo e Paolo Santin, «Timballo di riso al baccalà al nero di seppia con profumo di limone».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni