Home | Satira | La Talpa | La «Talpa» si schiera con chi non vuole il trilinguismo

La «Talpa» si schiera con chi non vuole il trilinguismo

La clamorosa protesta: «Non devono essere insegnate solo tre lingue, ma quattro»

image

Ci aspettavamo parole di fuoco dalla Talpa, il nostro personaggio che frequenta ambienti solitamente ben informati.
La protesta popolare contro il progetto della Provincia autonoma di Trento di introdurre l'obbligo dello studio di tre lingue nelle scuole ha portato ieri in piazza a Trento trecento dimostranti.
Da un satiro qual è la talpa, ci aspettavamo battute da censurare [tipo: Eran trecento, erano giovani e forti, e sono corti... – NdR], e invece ecco la svolta clamorosa: La Talpa si schiera dalla parte dei dimostranti.
«Sono pienamente d’accordo con chi non vuole il trilinguismo, – ci ha detto il satiro. – In un paese come il nostro è necessario che le lingue insegnate a scuola siano almeno quattro.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni