Home | Satira | Salvagente | Viaggio in treno da Düsseldorf a Trento il giorno dell’alluvione

Viaggio in treno da Düsseldorf a Trento il giorno dell’alluvione

Trasferimento col pullman da Brennero a Bolzano e treno da Bolzano a Trento. Con sovrattassa perché era... un Freccia Rossa. RFI merita un salvagente?

image

Ingrid, nome di fantasia, era partita ieri mattina col treno a Düsseldorf per arrivare a Trento perché in aereo non era riuscita a trovare una combinazione accettabile.
Ha attraversato tutta la Germania da Nord a Sud, è passata da Monaco di Baviera da dove è ripartita verso l’Italia passando da Innsbruck.
Ma una volta giunta alla capitale del Tirolo, l’hanno informata che la linea ferroviaria del Brennero era interrotta a Chiusa per via dell’alluvione in corso e pertanto il suo viaggio finiva lì.
Lei e altri passeggeri si sono dati da fare per trovare un altro modo per andare in Italia e alla fine hanno trovato un convoglio che li avrebbero portati al Brennero. Vi salirono, pensando che poi un altro mezzo per proseguire l’avrebbero trovato.

Giunti al valico, ebbero conferma che la ferrovia del Brennero era interrotta per via dello straripamento dell’Isarco a Chiusa.
Tuttavia, spiegarono, Ferrovie dello Stato avevano organizzato il trasporto da Fortezza fino a Bolzano con un pullman.
Da Bolzano a Trento, però, l’autostrada del Brennero era stata chiusa perché il fiume Adige era straripato a Egna.
Quindi salirono a bordo del pullman e, senza troppe restrizioni di sicurezza anti covid, partirono per Bolzano.
Giunti alla stazione altoatesina, presero i bagagli e salirono sul treno che li avrebbero portati a Trento o verso le proprie destinazioni finali in Italia.

Il convoglio partì, dopodiché passò il controllore a chiedere i biglietti. Li mostrarono, ma ecco la sorpresa.
Si trattava di un Freccia Rossa e pertanto doveva pagare la sovrattassa di quasi 10 euro.
Ovviamente ha pagato.
Tutto regolare, sia ben chiaro. Ma ci si domanda se in un momento di emergenza come questo, quando le Ferrovie non sono riuscite a garantire il trasporto su strada ferrata per cause di forza maggiore, fosse il caso di essere così fiscali.
Beh, noi un salvagente lo mandiamo, non si sa mai. Che non si anneghi in questo mare di cavolate.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni