Home | Satira | Salvagente | Il salvagente a chi confonde le quote rosa con i femminicidi

Il salvagente a chi confonde le quote rosa con i femminicidi

Lo svarione del Comitato per la Promozione dell’imprenditoria Femminile di Trento

image

I nostri lettori sanno che il nostro giornale ha sempre considerato le donne esattamente per quello che valgono e non per il genere cui appartengono.
Per questo tra i nostri collaboratori ci sono più femmine che maschi.

Forti di questo comportamento ci siamo sempre permessi di criticare le associazioni femminili trentine quando escono dai binari del buonsenso.
Oggi è la volta del Comitato per la Promozione dell’imprenditoria Femminile di Trento, che ha fatto uno svarione.
Ha diramato un comunicato in cui esprime soddisfazione per i passi avanti fatti dalla Camera di Commercio, e questo è stato apprezzato e recepito dalla nostra redazione, che lo ha pubblicato.
Ma poi, per sottolineare l’importanza dell’azione svolta a favore delle donne, aggiunge questo capoverso:
 
«I recenti fatti di cronaca nera locale riguardanti il fenomeno femminicidio, la mancata applicazione della doppia preferenza di genere, purtroppo evidenziano che in Trentino sono ancora molti i passi necessari per raggiungere una maggiore sensibilità verso le tematiche di genere.»
 
Assimilare il femminicidio al problema delle quote rosa è dannoso, prima ancora che fuori tema, perché dimostra che non si è in grado di discernere le dimensioni e la portata dei problemi.
E dato che l’attività svolta dal Comitato è proprio di natura culturale, lo riteniamo meritevole del nostro «salvagente», ideato per non annegare in questo mare di cavolate.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (1 inviato)

avatar
Giorgio Pisetta 19/03/2015
Le quote preordinate servono solo per chi è sulla via dell'estinzione... le donne che valgono riescono da sole ad ottenere il potere necessario.
Indipendentemente dal genere, ma mettendo in campo la propria capacità!
È una questione culturale e non di numeri e di percentuali!
Le prime a crederci (ed a battersi!) però, devono essere le donne!
Thumbs Up Thumbs Down
0
totale: 1 | visualizzati: 1 - 1

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni