Home | Satira | Salvagente | Il salvagente stavolta è meglio lanciarlo a entrambe le parti

Il salvagente stavolta è meglio lanciarlo a entrambe le parti

Sanzionati «I Suoni Delle Dolomiti»: il concerto del 7 luglio 2013 a San Martino di Castrozza era abusivo e soprattutto… gratuito

image

La protesta nasce dal fatto che gli spettacoli erano gratuiti, cioè pagati dalla Provincia. In particolare si parla del concerto dei «Suoni delle Dolomiti» del 7 luglio 2013 a San Martino di Castrozza, con Mario Brunello e il Quartetto Lyskamm, organizzato dalla Trentino Sviluppo Spa e dall’APT di San Martino.
Il musicista trentino Ago Carollo aveva provato a «disturbare» lo spettacolo in quanto i concerti erano gratuiti e aveva suonato tre canzoni con la sua chitarra prima dell’inizio del concerto.
 
Querelato dagli organizzatori Paolo Manfrini (Trentino Svluppo), Paola Toffol (APT di San Martino)e Diego Laner (presidente Trentino Sviluppo) per «disturbo della manifestazione», Carollo si è difeso dimostrando che, non avendo le autorizzazioni necessarie per svolgere lo spettacolo, Manfrini Laner e Toffol non avevano titoli per farlo e quindi per querelarlo.
Per dirla con un noto adagio poplare, si è assistito al bue (il querelante) che ha dato del cornuto all'asino (il querelato).
Infatti la Polizia Amministrativa di Trento ha elevato un’ammenda di Euro 274,50 a Manfrini, Laner e Toffol.
Carollo, in un comunicato alla stampa, ha annunciato che sta valutando di controquerelare a sua volta i tre per calunnia.
 
Ciò premesso, pur comprendendo le ragioni di Carollo che da buon musicista vive facendosi pagare per i suoi concerti, ci pare difficile condividere la sua protesta. Quando ci sono gratuità, l’opinione pubblica sarà sempre dalla parte di chi fa l’omaggio.
Va da sé che anche quando si fanno questi spettacoli le carte devono essere in regola, così come è auspicabile che anziché litigare si possa trovare un modo per raccordare le reciproche necessità.
Insomma, la Provincia potrebbe ingaggiare anche Carollo. Sempre che si ottengano le regolari autorizzazioni.
In attesa di tanto, lanciamo un salvagente a entrambe le parti.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (1 inviato)

avatar
Giorgia 27/06/2015
Poiché Manfrini, Lanere e Toffol hanno querelato Carollo senza motivo visto che il loro concerto era abusivo, Carollo ha tutto il diritto di essere risarcito, e la Provincia dovrebbe licenziare questi tre perché sono stati dei gran disonesti ad accusarlo!!! E i disonesti non devono occupare posti pubblici!!! Il primo tra l'altro mi pare si l'attuale direttore della Trentino Marketing! Pazzesco!!!
Thumbs Up Thumbs Down
0
totale: 1 | visualizzati: 1 - 1

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni