Home | Sport | Come pulire (sempre) il casco della moto

Come pulire (sempre) il casco della moto

La manutenzione è necessaria: i trucchi per lavare visiera e interni

Polvere, moscerini, sudore, pioggia e inquinamento. Sono alcuni dei fattori che contribuiscono a rovinare un casco, incidendo pericolosamente anche sulla visibilità. Ogni appassionato delle due ruote deve necessariamente provvedere ad un’accurata manutenzione del proprio equipaggiamento, a partire proprio dai caschi moto.
È opportuno concentrarsi sugli esterni e sulla visiera, ma bisogna pulire con attenzione anche l’imbottitura interna, che potrebbe impregnarsi di odori sgradevoli e diventare un ricettacolo di batteri.
Prendersi cura del proprio casco è fondamentale. Non eseguire una manutenzione corretta è una cosa negativa, ma effettuarla nel modo sbagliato può essere addirittura peggio. Ecco tutti i suggerimenti per una pulizia efficace.
 
 Come pulire visiera e calotta esterna  
Una visiera sporca e macchiata può causare gravi problemi durante la fase di guida. Ma per fortuna per igienizzarla servono pochi e semplici passaggi. È sufficiente staccarla dal casco e lasciarla in ammollo dentro ad una bacinella di acqua tiepida saponata. Una volta trascorsi 10/15 minuti si può utilizzare un panno in microfibra per asciugarla e pulirla.
Qualora fossero rimasti residui o incrostazioni è possibile rimuoverli con dello sgrassatore e una spugna non abrasiva, onde evitare di graffiare la visiera. Una volta pulita va lucidata con un panno in pelle di daino.
Per quanto riguarda la calotta esterna, invece, basta usare una pezza imbevuta con acqua tiepida e sapone neutro. Il consiglio è quello di non utilizzare detergenti troppo aggressivi per evitare di danneggiare irreparabilmente la vernice.
 
 Lavare interni e imbottitura del casco  
Per igienizzare l’interno del casco occorre qualche passaggio in più. Innanzitutto, il problema più grande è legato all’imbottitura. Se è rimovibile tanto meglio, poiché la fase di pulizia risulta più comoda e pratica. Basterà lavarla con acqua e sapone come un normale capo di abbigliamento.
Bisogna prestare però molta attenzione alla fase dell’asciugatura, al fine di scongiurare la comparsa di muffe e odori sgradevoli e non compromettere l’efficacia del casco. Il trucco è quello di posizionarlo in un luogo ventilato, asciutto e ombreggiato. Il sole, infatti, potrebbe restringere o alterare la spugna interna dell’imbottitura.
Se invece la calotta non è estraibile è bene effettuare una prima passata con un panno umido. Successivamente, è possibile impiegare gli appositi spray antibatterici disponibili in commercio. Sono in grado di eliminare i cattivi odori causati da sudore, pioggia e polvere, nonché di rimuovere eventuali residui di sporco.
 
 Manutenzione 
Effettuare una corretta manutenzione del casco è fondamentale, non solo per ragioni di igiene. È uno dei dispositivi di sicurezza più importanti per un biker, se non il primo fra tutti! Per questo, deve essere sempre perfettamente pulito ed igienizzato, al fine di evitare problemi di visibilità e gravi incidenti.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande