Home | Sport | Basket | Dolomiti Energia Trentino ce l'ha fatta: Pesaro battuta 57-71

Dolomiti Energia Trentino ce l'ha fatta: Pesaro battuta 57-71

È la prima vittoria in campionato – Martedì 20 e domenica 25 doppio impegno casalingo contro Lubiana e Cremona, biglietti su aquilabasket.it

image

Foto Daniele Montigiani - Aquila Basket Trento.
 
Missione compiuta per la Dolomiti Energia Trentino, che sbanca Pesaro 57-71 e coglie il primo successo della sua stagione in Serie A UnipolSai: nel quarto turno di campionato bella prestazione di intensità e carattere per i bianconeri, che hanno confermato i buoni segnali emersi nelle recenti vittorie di coppa con 40’ di grande difesa di squadra coronati dal finale in crescendo per scrollarsi di dosso una Carpegna Prosciutto Pesaro mai doma.
 
Trento è stata avanti nel punteggio per tutta la partita, arrivando nel secondo quarto anche in vantaggio in doppia cifra: protagonista della serata la coppia di lunghi di coach Nicola Brienza formata da Luke Maye (17 punti e quattro rimbalzi) e JaCorey Williams (15 punti e otto rimbalzi), ma decisivi nel finale anche Jeremy Morgan (tre triple a bersaglio) e Victor Sanders (quattro punti, quattro rimbalzi, tre recuperi).
 

 
 La cronaca  
I bianconeri aprono bene la partita mostrando grande presenza in difesa e salendo di colpi in attacco verso il termine del primo quarto: in un match poco spettacolare ma molto intenso la Dolomiti Energia allunga fino all’8-16 con cui si chiudono i primi 10’ di gioco.
Trento rimane in controllo delle operazioni anche per buona parte del secondo quarto, sfruttando la buona vena realizzativa di Maye (nove all’intervallo) per tenere lontana Pesaro nel punteggio: i padroni di casa si aggrappano ai muscoli e alla presenza a rimbalzo di Cain e a un paio di magate di Filloy e Delfino per rientrare a meno sette alla sirena del secondo quarto (24-31).
 
Browne apre il secondo tempo con una tripla, ma Pesaro sembra prendersi l’inerzia del match con una fila di canestri di Robinson e Zanotti: i rimbalzi in attacco dei biancorossi diventano un fattore nella partita, ma nel momento di massima difficoltà gli ospiti trovano confortanti risposte da Maye e Williams.
La tripla a fil di sirena di Morgan tiene Trento a +6 alla fine del terzo quarto, e negli ultimi 10 minuti sono le stoccate del solito Maye, Sanders e Morgan a scavare il solco decisivo: Browne chiude i conti dalla lunetta, l’Aquila prende i primi due punti della sua stagione.
 

 
 Le parole di coach Nicola Brienza  
«Sono molto contento della vittoria di oggi, ovviamente perché è la prima in campionato e poi perché era così che avevamo preparato la gara.
«Come a Nanterre sapevamo che ci sarebbe servito un grande sforzo fisico e mentale in difesa e siamo stati bravi a farlo: sono stati eccellenti i nostri esterni sugli uno contro uno di Pesaro, sono stati altrettanto bravi i nostri lunghi a limitare le ricezioni di Cain in post.
«Abbiamo sbagliato qualche buon tiro nel primo tempo che avrebbe potuto darci un po’ di margine in più, ma in generale anche nei momenti di difficoltà in attacco siamo stati bravi a tenere sempre ad alto ritmo e ad alta intensità la nostra difesa, aspetto su cui siamo cresciuti molto rispetto a qualche settimana fa.
«Ora ci aspetta un doppio impegno di fronte al nostro pubblico, siamo contenti di poter tornare a giocare in casa e vogliamo continuare a crescere e migliorare.»
 
 La prossima  
I bianconeri torneranno in campo alla BLM Group Arena di Trento martedì 20 ottobre contro il Cedevita Olimpija Ljubljana nel Round 4 di 7DAYS EuroCup.
Palla a due alle ore 20.00, modalità di acquisto dei biglietti disponibili su aquilabasket.it.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni