Home | Sport | Basket | Dolomiti Energia Trentino perde in finale il «Città di Jesolo»

Dolomiti Energia Trentino perde in finale il «Città di Jesolo»

I bianconeri cedono dopo 45’ di sfida alla Virtus Segafredo Bologna – Mercoledì alla BLM Group Arena la presentazione ufficiale nell’amichevole contro Bonn

image

>
Quarantacinque minuti di battaglia sportiva chiudono il Torneo Città di Jesolo: la Dolomiti Energia Trentino cede dopo un tempo supplementare alla Virtus Segafredo Bologna 86-84.
Non sono bastati ai bianconeri i 23 punti di Blackmon e i 20 di Knox, e nemmeno il +11 di squadra nella lotta a rimbalzo: a spuntarla sono stati i felsinei, con Markovic (11 assist) premiato MVP del torneo.
 
I bianconeri si prepareranno all’amichevole contro Bonn nel I Trofeo «Gruppo Paterno» che alla BLM Group Arena mercoledì 18 alle 20.00 permetterà ai tifosi bianconeri di assistere gratuitamente alla presentazione della nuova Dolomiti Energia e della sua nuova maglia, oltre che al match contro i tedeschi che sarà l’ultimo test prima di «fare sul serio» con la prima di campionato sempre in casa contro l’OriOra Pistoia (mercoledì 25 alle 20.30).


 
 La cronaca 
Coach Brienza inserisce il centro classe 2001 Max Ladurner nel suo quintetto base, e il meranese si fa subito notare con un bel jumper dalla media (5-4 Trento).
La Dolomiti Energia nonostante le triple di Kelly e Blackmon fatica un po’ a mettersi in moto, così è l’allenatore bianconero a chiedere il primo timeout della partita sul 13-10 in favore di Bologna.
Knox entra e ha subito impatto, e i bianconeri chiudono con un gran 10-0 di break i primi 10’ di gioco (21-24).
 
L’Aquila vola a +8 (23-31), ma l’ex Baldi Rossi riavvicina la Virtus che pareggia a quota 32: a quel punto, in un secondo quarto con le difese salite di colpi, sono i punti di Knox e King a portare avanti la Dolomiti Energia in chiusura di primo tempo sul 35-39.
 
Una tripla di King e un bell’appoggio di Kelly provano a rilanciare l’andatura offensiva dei bianconeri, ma la Virtus resta in scia e con un recupero di Gaines convertito in due punti facili in contropiede aggiorna il punteggio al 59-62 con cui si entra negli ultimi 10’ di partita.
 
Mezzanotte segna la tripla del +9.
Ma con Gamble e Weems sugli scudi ancora una volta i felsinei rientrano e poi mettono la freccia con una tripla di Baldi Rossi (74-72).
È una prodezza di Blackmon a fil di sirena a portare il match al supplementare.
La Dolomiti Energia passa quasi 4’ senza trovare punti, i canestri di Craft e Knox tengono a tiro l’Aquila ma alla fine la spunta Bologna.
 
 
 Il tabellino 
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 86 – DOLOMITI ENERGIA TRENTINO 84
(21-24, 35-39; 59-62, 80-80)
 
VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Gaines 21 (7/9, 1/6), Deri ne, Pajola 2 (1/2), Baldi Rossi 10 (2/3, 2/3), Markovic 2 (1/2, 0/4), Ricci 8 (1/2, 2/6), Peterson ne, Cournooh 10 (3/3, 1/1), Hunter 6 (3/7), Weems 14 (3/5, 2/5), Nikolic, Gamble 13 (4/5). Coach Bjedov.
DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Kelly 10 (3/9, 1/3), Blackmon 23 (4/5, 4/10), Craft 8 (3/5, 0/2), Picarelli ne, Forray (0/2 da tre), Knox 20 (6/8, 1/1), Mezzanotte 7 (2/2, 1/1), Voltolini ne, Bolpin 3 (1/1 da tre), Ladurner 2 (1/2), King 11 (0/2, 3/11), Lechthaler (0/2). Coach Brienza.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni