Home | Sport | Calcio | Il Trento piega per 1 a 0 l’Arzignano Valchiampo e vince ancora

Il Trento piega per 1 a 0 l’Arzignano Valchiampo e vince ancora

Col gol di Gatto i gialloblù espugnano il «Dal Molin», conquistano il quinto successo consecutivo e il quindicesimo risultato utile di fila

image

Foto di Carmelo Ossanna.
 
Quinta vittoria di fila e quindicesimo risultato utile consecutivo per il Trento, che torna dalla difficile trasferta di Arzignano con tre punti pesantissimi in saccoccia nel match valevole per la quarta giornata del girone di ritorno.
Partita tirata contro un’avversaria di spessore, decisa nella ripresa dal calcio rigore procurato da Aliu e trasformato con freddezza dallo specialista Gatto.
Per i gialloblù si tratta della quattordicesima vittoria stagionale che permette al Trento di mantenere cinque lunghezze di margine sulla Manzanese e otto sull’Union Clodiense Chioggia.
Domenica si torna al Briamasco per affrontare il Belluno, quarta forza del campionato.
 

 
 Live match  
Mister Parlato deve fare a meno degli infortunati Pattarello, Galazzini e Salviato e si affida all’ormai collaudato 4-3-1-2 con Cazzaro tra i pali e linea difensiva formata da Bran e Tinazzi sulle corsie esterne con Trainotti e Dionisi centrali.
Gatto agisce da playmaker in mezzo al campo con Caporali e Pilastro interni, mentre Belcastro è il trequartista alle spalle del tandem offensivo composto da Aliu e Ferri Marini.
Dopo un mese si rivede in panchina Osuji, dove si accomoda inizialmente anche il neoacquisto Ronchi.
 
Primo tempo all’insegna dell’equilibrio tra le due squadre con il Trento che mantiene il pallino del gioco e l’Arzignano che aspetta e agisce di rimessa. La prima occasione è per i padroni di casa che, dopo soli tre minuti, si fanno vedere dalle parti di Cazzaro, abile a respingere il tiro sul primo palo di Valenti.
La risposta trentina non tarda ad arrivare e al minuto 13, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Belcastro per poco non trova il gol del vantaggio, con la palla che rimbalza davanti al portiere avversario Enzo, bravo a non farsi ingannare dalla traiettoria.
 
Al 21’ i padroni di casa hanno sulla testa di Forte l’occasione più grande della prima frazione: lo spiovente da corner di Lisai pesca il numero otto vicentino solo nei pressi dell’area piccola, ma la schiacciata del centrocampista di casa è troppo forte con la sfera che termina oltre la traversa.
La partita è viva e qualche minuto più tardi arriva la migliore occasione anche per i gialloblù. Belcastro si incunea tra le linee avversarie e, arrivato al limite dell’area di rigore, scarica su Ferri Marini che è bravissimo nella sterzata e poi calcia con il mancino, ma sulla sua strada trova Enzo, ancora provvidenziale nella parata a terra.
 

 
Nella ripresa il canovaccio rimane lo stesso con l’Arzignano che prova a spingere, senza però impensierire più di tanto l’estremo difensore gialloblù.
Al 56’ Valenti tenta il sinistro a giro ma la conclusione si spegne sul fondo, al 63’ è Antoniazzi che ci prova con una conclusione al volo da fuori area, ma Dionisi s’immola per causa e respinge.
Al 75’ arriva l’episodio che cambia volto alla partita. Rimessa laterale sul lato corto dell’area vicentina con la palla che arriva ad Aliu che va a contrasto aereo con un difensore: i due perdono il contatto visivo col pallone che rimane lì e il numero 9 è più lesto a riprenderne il controllo e a toccare il pallone prima che Sammarco riesca a colpirlo.
 
Il contatto è solare e per l’arbitro non ci sono dubbi a indicare subito il dischetto: dagli undici metri si presenta Gatto che è glaciale come sempre – quarto rigore realizzato in altrettanti tentativi – e insacca alle spalle di Enzo con una gran bordata sotto la traversa: è 1 a 0.
 
I padroni di casa si ributtano in avanti alla disperata ricerca del pari ma, eccezion fatta per due colpi di testa nei minuti di recupero, prima con Molnar (93’) e poi con la salita finale del portiere Enzo (97’), non riescono a produrre occasioni degne di nota.
Il Trento vince ancora e rimane saldamente al comando della classifica a +5 sulla Manzanese. Domenica altra super sfida d’alta classifica: al Briamasco arriverà il Belluno, quarta forza del torneo.
 

 
 Il tabellino  
ARZIGNANO VALCHIAMPO – TRENTO 0-1

ARZIGNANO VALCHIAMPO (4-3-3): Enzo; Pasqualino, Molnar, Bigolin, Rossi (43’st Cavaliere); Antoniazzi, Casini (29’st Sammarco), Forte; Valenti (29’st Villanova), Monni, Lisai.
A disposizione: Circio, Cuccato, Doda, Trentin, Pettinà, Zuffellato.
Allenatore: Giuseppe Bianchini.

TRENTO (4-3-1-2): Cazzaro; Bran (38’st Comper), Trainotti, Dionisi, Tinazzi; Caporali, Gatto, Pilastro (9’st Santuari); Belcastro (22’st Nunes); Ferri Marini (22’st Rivi), Aliu (38’st Ronchi).
A disposizione: Ronco, Contessa, Amadori, Osuji.
Allenatore: Carmine Parlato.

ARBITRO: Bonacina di Bergamo (Morea di Molfetta e Cardona di Catania).
RETE: 31’st rigore Gatto (T).
NOTE: partita disputata a porte chiuse. Giornata calda e soleggiata. Campo in ottime condizioni. Ammoniti Monni (A), Sammarco (A), Bran (T), Gatto (T) e Comper (T). Calci d’angolo 5 a 4 per il Trento. Recupero 1’ + 7’.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni