Home | Sport | Calcio | Col Mantova non basta il primo gol stagionale di Bocalon: 2-1

Col Mantova non basta il primo gol stagionale di Bocalon: 2-1

Match deciso dagli episodi con i padroni di casa che si dimostrano oltremodo cinici. Sabato prossimo al Briamasco arriva la Triestina

image

Foto di  Carmelo Ossanna.
 
Il Trento esce sconfitto di misura dal Martelli: la rete di Bocalon in chiusura di primo tempo non basta ai gialloblu per evitare la seconda sconfitta consecutiva.
Il Mantova segna prima con Mensah e poi con Di Francesco, che trasforma dal dischetto.
A metà ripresa negato un evidente calcio di rigore agli aquilotti (fallo di mano in area locale), con il Trento costretto a giocare in inferiorità numerica per venticinque minuti a causa dell’espulsione di Damian.
I gialloblu restano fermi a quota 3 in classifica e sabato prossimo si torna al Briamasco per affrontare (calcio d’inizio alle ore 14.30) la Triestina nel quinto impegno del girone d’andata.
 

 
 Live match  
Mister D'Anna deve fare a meno di Cazzaro, Simonti e Osuji e anche di Garcia Tena, a riposo precauzionale per un affaticamento muscolare.
Il tecnico gialloblu si affida al collaudato 4-3-3 con Marchegiani a protezione dei pali e quartetto difensivo formato da Semprini e Fabbri sulle corsie esterne con Ferri e Carini in posizione centrale.
A metà campo Mihai agisce da playmaker con Belcastro e Damian interni, mentre nel tridente avanzato trovano spazio Bocalon in posizione centravanti con Saporetti e Ianesi a supporto.
 
Dopo il minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’alluvione che ha colpito le Marche nei giorni scorsi, il match sale di tono ed è il Trento a rendersi pericoloso al 7’, quando un cambio di campo da sinistra verso destra pesca Saporetti, che si accentra e poi lascia partire una conclusione rasoterra che sfiora il palo e termina sul fondo.
La replica del Mantova arriva al minuto 12 e coincide con il vantaggio dei padroni di casa: Mensah riceve palla in area di rigore, si gira e calcia rasoterra sul primo palo, con la sfera che incoccia l’interno del montante e termina la propria corsa in rete.
 
Il Trento reagisce: al 22’ Damian ci prova da fuori area con Chiorra che blocca centralmente. Dopo un colpo di testa di Ianesi, alto oltre la traversa, a salire in cattedra è l’estremo difensore di casa, che per due volte è miracoloso nel negare il pareggio alla squadra di mister D’Anna.
Al 34’ Saporetti scappa in contropiede, siede un difensore e poi calcia a botta sicura, trovando la grande risposta di piede di Chiorra che, tre minuti più tardi, compie una parata da serie A sul colpo di testa di Ianesi, che gira splendidamente verso l’angolino alto, trovando la risposta di puro istinto del numero uno mantovano.
 

 
Il Trento spinge forte e al 44’ arriva il meritato pareggio: Mihai lavora il pallone al limite dell’area e poi pesca in area Bocalon con un tocco morbido. Il centravanti gialloblu gira immediatamente di testa, coglie in controtempo Chiorra e firma il primo gol della sua stagione.
Nella ripresa Belcastro sfiora la traversa con un piazzato da sinistra, ma al 54’ arriva l’episodio che rompe l’equilibrio: traversone dalla destra e tocco con il braccio di Belcastro.
L’arbitro indica il dischetto e De Francesco trasforma incrociando la conclusione, nonostante Marchegiani intuisca.
 
Entrano Cittadino e Brighenti al posto rispettivamente di Mihai e Ianesi e gli aquilotti sfiorano subito il pareggio con Saporetti che non riesce a deviare il pallone su tiro cross di Belcastro.
Al 63’ Pasquato avvicenda proprio il numero 8 e, un minuto più tardi, il traversone da destra di Saporetti viene deviato con il braccio da un difensore mantovano, ma questa volta il direttore di gara lascia proseguire.
 
Subito dopo il Trento resta in dieci per l’espulsione di Damian, che commette un fallo da tergo ai danni di Mensah.
Per riequilibrare la mediana mister D’Anna avvicenda Bocalon con Ballarini. Nel finale i gialloblu ci provano con un piazzato di Pasquato respinto da Chiorra e con un inserimento di Ballarini, contrastato in calcio d’angolo da un difensore di casa.
Non succede più nulla: il Trento esce sconfitto dal Martelli.
Sabato prossimo si torna in casa: appuntamento alle ore 14.30 contro la Triestina.
 

 
 Il tabellino  
MANTOVA - TRENTO 2-1 (1-0)
 
MANTOVA (4-3-3): Chiorra; Pinton, Matteucci, Iotti, Ceresoli; Silvestro (40’st Ingegneri), De Francesco, Gerbaudo (30’st Pierobon); Procaccio (21’st Messori), Mensah (21’st Paudice - 40’st Guccione), Yeboah.
A disposizione: Malaguti, Tosi, Ejjaki, Cozzari, Fontana.
Allenatore: Nicola Corrent.
 
TRENTO (4-3-3): Marchegiani; Semprini, Ferri, Carini, Fabbri; Belcastro (18’st Pasquato), Mihai (10’st Cittadino), Damian; Saporetti, Bocalon (22’st Ballarini), Ianesi (10’st Brighenti).
A disposizione: Tommasi, Trainotti, Ruffo Luci, Galazzini, Matteucci.
Allenatore: Lorenzo D’Anna.
 
ARBITRO: Gigliotti di Cosenza (Assistenti: Fratello di Latina e Bracaccini di Macerata. IV Ufficiale: Balducci di Empoli).
RETI: 12’pt Mensah (M), 44’pt Bocalon (T), 11’st rigore De Francesco (M).
NOTE: spettatori 1.400 circa. Campo in perfette condizioni. Giornata calda.
Espulso al 20’st Damian (T) per gioco falloso. Ammoniti Ceresoli (M), Semprini (T), Fabbri (T) per gioco falloso, Ianesi (T) per comportamento non regolamentare, Belcastro (T) per fallo di mano.
Calci d’angolo 6 a 1 per il Trento. Recupero 1’ + 5’.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande