Home | Sport | Calcio | Il Chievo scova altri due talenti al Pergine Calcio

Il Chievo scova altri due talenti al Pergine Calcio

Sono Berat Jashari, velocissima fascia sinistra, e Daniel Matteucci fantasista dalla eccellente visione di gioco

image

I ragazzi con Andrea Catellani, responsabile di tutte le squadre del Chievo dalla Primavera all’Under 15.
 
Dopo Erik Brugnara passato al Chievo tre anni fa è ancora nel Pergine Calcio che la squadra veronese pesca altri due giovani talenti.
Berat Jashari, velocissima fascia sinistra, e Daniel Matteucci fantasista dalla eccellente visione di gioco, sono ufficialmente giocatori dell’A.C. ChievoVerona.
Grazie alla rinnovata partnership, si è perfezionato l’accordo per i due giocatori, che avevano destato l’interesse di diverse società professionistiche.
 
«Il passaggio di Berat e Daniel al Chievo, spiega Gianni Raineri, responsabile per il Pergine dei rapporti con le società professionistiche e referente per la società Chievo, è solo l’inizio di una rinnovata collaborazione che ha sempre perseguito gli obiettivi di una crescita di tutto il settore giovanile.
«La valorizzazione del settore giovanile – prosegue Raineri – è stato l’unico modo per coniugare, per le società dilettantistiche come le nostra, attività sociali e risultati sportivi, dando a tutti l’opportunità di giocare al calcio divertendosi, ma regalando a chi dimostra qualità tecniche importanti, una chance di crescita sportiva e umana in palcoscenici importanti.
«Berat e Daniel giocatori del Pergine da sempre, sono cresciuti anche grazie al supporto di ISS Individual Soccer School, la società che continuerà a collaborare per la formazione con gli allenatori del Pergine anche per la prossima stagione.
«Berat e Daniel hanno sempre dimostrato di poter meritare un giorno la possibilità di mettersi in gioco con altre realtà. Sono sicuro di poterli vedere realizzare i sogni che li hanno spinti ad essere i giocatori che sono oggi.»
 
«Un personale ringraziamento va a tutti i componenti del nuovo Direttivo perginese che ha compreso l’importanza dell’accordo e alle famiglie dei due calciatori, sensibili ed educate, che hanno riposto massima fiducia nell’operato delle società per il bene dei ragazzi, unico vero valore da preservare.
«Il calcio come la vita, li metterà davanti a mille ostacoli che potranno essere superati solo grazie a quella serenità che chi li circonda saprà trasmettere, – conclude Raineri. –Il passaggio dei due calciatori è il primo risultato di una rinnovata collaborazione che vedrà Pergine e Chievo legate da iniziative congiunte su scouting, formazione e affiliazioni che ci vedranno protagonisti.
«Anticipiamo a tal proposito che la Primavera del Chievo (arrivata sesta nel campionato nazionale), giocherà il 7 agosto in amichevole a Pergine alle 20:00 contro la prima squadra del nuovo mister Alessandro Agostini.
«Sarà il preludio alla festa di presentazione del rinnovato accordo che si terrà a settembre sul campo di Viale Dante. Questo è solo l’anticipo di molte altre iniziative con la nostra società che sono volte a far sì che Pergine Calcio diventi una nuova Casa Chievo.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone