Home | Sport | Ciclismo | Il 104° Giro d’Italia per quattro giornate sarà in trentino

Il 104° Giro d’Italia per quattro giornate sarà in trentino

Il passaggio è previsto sui passi dolomitici Fedaia e Pordoi il 24 maggio, un giorno di riposo a Canazei, da Canazei a Sega di Ala il 26 e da Rovereto a Stradella il 27

Il percorso del Giro d’Italia n. 104 è stato svelato ufficialmente oggi sui canali social della manifestazione e in diretta dagli studi Rai di Milano.
Anche in questa edizione della gara rosa il Trentino giocherà un ruolo di assoluto rilievo e quasi a volerlo sottolineare anche la stessa presentazione ha visto una presenza trentina di rilievo, con la giornalista Barbara Pedrotti in diretta da Piazza Duomo insieme al CT Azzurro Davide Cassani e la campionessa Letizia Paternoster ospite negli studi Rai per commentare le tappe.
Per quanto riguarda le tappe trentine sono state confermate tutte le anticipazioni di un mese fa, quando lo staff di RCS era salito in Trentino per alcuni sopralluoghi e incontri con le amministrazioni. Saranno dunque quattro in totale le giornate in Trentino della gara rosa.
 
Si comincerà il 24 maggio nel corso della 16a tappa da Sacile a Cortina, durante la quale i girini scaleranno il Fedaia e il Pordoi, per trasferirsi in serata a Canazei dove il 25 maggio è previsto un giorno di riposo.
Tutta trentina la tappa del 26 maggio che da Canazei raggiungerà Sega di Ala percorrendo le valli di Fassa, Fiemme e Cembra, passando da Trento e Rovereto, quindi l’Altopiano di Brentonico prima dell’ultima asperità fino a Sega di Ala.
Il 27 maggio, infine, la tappa da Rovereto a Stradella, la più lunga di questa edizione del Giro, con ben 228 km.
 
Per il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, «Il Giro d’Italia sulle strade del Trentino è sempre un motivo di forte orgoglio per un territorio che ha dato e continua a dare al ciclismo campioni che hanno saputo conquistare il cuore di tanti tifosi.
Mi piace evidenziare come nella tappa tutta trentina da Canazei a Sega di Ala, i ciclisti transiteranno dalle future sedi olimpiche di Predazzo, Lago di Tesero e Baselga di Pinè.
È un grande riconoscimento alle nostre capacità organizzative e al forte radicamento nella nostra gente dei valori più nobili dello sport.»
 
Per l’assessore provinciale al turismo e allo sport Roberto Failoni «La scelta delle tappe trentine del prossimo Giro d’Italia, non poteva essere più felice per garantire un elevato contenuto tecnico, ma anche la giusta cornice per apprezzare con una visibilità internazionale la bellezza e la varietà del nostro territorio.»
«Con gli organizzatori del Giro d’Italia, afferma Maurizio Rossini Ceo di Trentino Marketing, si è da tempo costruito un rapporto solido grazie alla grande professionalità messa in campo nelle precedenti edizioni dai comitati organizzatori sostenuti dalle amministrazioni e affiancati dal volontariato.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni