Home | Sport | Ciclismo | Il Team Relay illumina la notte mondiale di Trento

Il Team Relay illumina la notte mondiale di Trento

Successo per la Slovenia 1 nella staffetta a squadre attorno al Quartiere Le Albere che ha concluso la seconda giornata degli UCI Gran Fondo World Championships

image

>
Gli UCI Granfondo World Championships di Trento sono giunti alla seconda delle quattro giornate in programma (15-18 Settembre 2022).
Dopo l’esordio con le prove a cronometro individuale di giovedì, il piatto forte di venerdì 16 Settembre è stato il Team Relay, la staffetta a squadre che ha messo a confronto 22 rappresentative nazionali in team da quattro componenti, impegnati su un anello di circa 2 km attorno al Quartiere Le Albere.
Ad aggiudicarsi la prova disputata nella serata di Trento è stata la Slovenia 1 formata da Laura Simenc, Hren Ales, Dean Bratus e Bogsa Uros. Piazza d’onore per la Germania 1, terza posizione per il Belgio 2.
 
Prima della gara, tuttavia, gli atleti hanno potuto godere di una mattinata e un pomeriggio libero per riprendersi dagli sforzi e per immergersi nell’atmosfera cittadina e scoprire una Trento che da giorni è a livello di piena occupazione alberghiera.
Gli oltre 4.000 presenti per l’evento – fra atleti, oltre 2.100, e gli accompagnatori registrati – stanno infatti respirando appieno lo stile di vita trentino.
Cultura, gusto, ma anche rispetto e piste ciclabili: Trento sta lasciando il segno nel cuore dei suoi visitatori sportivi, che fra pochi giorni passeranno il testimone ad altre migliaia di appassionati diretti nel capoluogo trentino a caccia dei campioni del Festival dello Sport (22-25 Settembre).
 

 
Domani, sabato 17 Settembre, il programma della manifestazione organizzata da APT Trento Monte Bondone e Trento Eventi Sport vivrà il più atteso dei suoi eventi collaterali, la Cronoscalata Charly Gaul powered by Sportler sul Monte Bondone, aperta anche ad atleti non qualificati per il mondiale.
A partire dalle 18, i corridori iscritti affronteranno al tramonto la scalata del celebre versante da Sardagna a Vason (13,6 km con 1.048 metri di dislivello), celebrando la leggenda del grande Campione lussemburghese e anche la tradizione portata avanti in passato da «La Leggendaria Charly Gaul».
 
Il gran finale della rassegna iridata in Trentino arriverà domenica 18 Settembre, quando alle ore 10.00 prenderanno il via dal quartiere Le Albere gli oltre 1.600 partecipanti alle prove Granfondo (143,8 km, 3.900 metri di dislivello) e Mediofondo (86,8 km, 2.218 metri di dislivello): anche in questo caso, il protagonista assoluto sarà il Monte Bondone, che i partecipanti alla Granfondo dovranno scalare da due versanti diversi – prima da Aldeno e poi da Sopramonte – e infine una terza volta fino alla svolta di Candriai, quando solo 13 km li separeranno dall’apoteosi mondiale.

Tanto domani, sabato, quanto domenica, il Quartiere Le Albere prenderà vita fin dal mattino, grazie alle attività e all’intrattenimento della Radio Partner Viva FM, la Pump Track powered by Sportler già presa d’assalto dai più giovani in queste prime giornate dell’evento, e soprattutto lo spirito unico di questo popolo del ciclismo che sembra aver trovato il luogo perfetto per ritrovarsi nel segno delle due ruote.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande