Home | Sport | Sport in Trentino | Primo GPG 2021, a Mezzolombardo l'entusiasmo dei giovani

Primo GPG 2021, a Mezzolombardo l'entusiasmo dei giovani

La prova ha ispirato le trilacensi Jennie Rizzi e Giulia Cimadon, l'aquilotta Ludovica Duchi e i padroni di casa Jayson Martinatti e Riccardo Andreatta – I risultati

image

>
L'entusiasmo dei cadetti ha dato il la alla stagione 2021: in un frizzante sabato pomeriggio, a Mezzolombardo l'Atletica Rotaliana ha proposto ieri la prima prova del GP Giovanile su pista, atto inaugurale del nuovo calendario che ha visto impegnati i giovani under 16 all'inseguimento dei primi acuti della stagione.
E gli spunti di interesse non sono affatto mancati, con diversi protagonisti a contendersi la simbolica copertina di giornata: dalle trilancesi Jennie Rizzi e Giulia Cimadon (Gs Trilacum) all'aquilotta Ludovica Duchi (Atletica Trento) per arrivare ai padroni di casa Jayson Martinatti e Riccardo Andreatta.
 
Partendo dal settore femminile, le corse piane sono state completamente una questione in casa Gs Trilacum, con Giulia Cimadon (10"68) a firmare gli 80 metri imitata nei 600 da Jennie Rizzi (1'41"05) e da Francesca Franceschini nei 2000, coperti in 7'12"90, con la stessa Rizzi ad issarsi in vetta anche nella classifica dell'alto grazie all'1,45 valicato alla terza prova.
Tra i risultati tecnicamente più rilevanti della giornata è quindi arrivato il balzo da 5 metri che ha consegnato il successo nel salto in lungo a Ludovica Duchi (Atletica Trento) con la coppia nonesa formata da Anna Torresani e Luna Chiesa (Atletica Valli di Non e Sole) a primeggiare rispettivamente negli 80hs (14,31) e nel getto del peso (9,42).
 
Doppio successo per i portacolori della società organizzatrice invece al maschile: negli 80 metri il più veloce di tutti è risultato il padrone di casa Jayson Martinatti (Atletica Rotaliana) con un 9"57 che gli ha consentito di salire sul gradino più alto del podio occupato poco dopo anche dal compagno di squadra e figlio d'arte Riccardo Andreatta, primo al traguardo dei 2.000 metri in 6'18"33. Nel mezzo, i 600 metri hanno visto prevalere l'arcense Samuele Faitelli (Atletica Alto Garda e Ledro) con 1'32"04, con Pedro Emanuele Tovazzi (Us Quercia Trentingrana) vincente nel lungo (5,68).
Il salto in alto ha regalato il successo all'altro lagarino Demetrio Dallago (Lagarina Crus Team, 1,55) con Antonio Corradini (Atletica Valli di Non e Sole) vincitore nei 100hs in 16"48 e Raffaele Sammarco (Atletica Trento) primo nel peso (8,16).
 
Molti gli under 16 che hanno voluto iniziare la stagione completando il triathlon «libero» previsto dal regolamento del Grand Prix Giovanile: in tal senso da rimarcare i 2095 punti raccolti da Giulia Cimadon con Demetrio Dellago miglior polivalente al maschile grazie al totale di 1914.

Tutti i Risultati.
I punteggi del Triathlon Cadette.
I punteggi del Triathlon Cadetti.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni