Home | Sport | Sport in Trentino | Le foto di Trento Boxing Night alla BML Group Arena

Le foto di Trento Boxing Night alla BML Group Arena

Fabio Turchi battuto dal nordirlandese di origini giamaicane Tommy McCarthy – Matteo Signani sul ring di Trento ha sfoderato il match della vita

image

WBC - Turchi-Mc Carty - Foto @Marco Oss.

Erano in 1.500 stanotte al Palasport di Trento per la grande boxe offerta gratuitamente dal Festival dello Sport in collaborazione con la Opi e Dazn.
L’italiano Mirko Natalizi ha battuto il georgiano Benitez nel suo settimo incontro pro.
Il pubblico trentino si è scatenato quanto il campione è salito sul ring per ricevere il premio alla carriera del WBC.
Oggi alle 19 sarà presentato alla sala Depero.
«Era una vita che sognavo di venire in Italia – ha detto – e sono contento di condividere con voi la mia storia di successi.»
 

 
Festa è poi proseguita per il Titolo Silver Wbd fra Francesco Grandelli, ex campione italiano, e l’inglese di origine italiana Reece Bellotti, ex campione del Commonwealth.
Match infuocato con capovolgimenti di fronte con rimonta e verdetto finale a favore del piemontese, più generoso negli ultimi due round.
Alla fine due giudici hanno votato per Grandelli e uno per l’inglese con tripudio dei tifosi che hanno sostenuto per tutto il match l’italiano alla tredicesima vittoria in 15 match.
L’emiliano si affianca così a Luca Rigoldi, campione dei supergallo, fra i campioni continentali.
La vittoria è però arrivata solo per majority decision: 115-113 e 116-112 a suo favore per due giudici, 115-114 per Khatchikian secondo il terzo.
Verdetto giusto che premia un esperto operaio del ring e rilancia la boxe italiana.
 

 
Nella sfida per il titolo internazionale Wbc dei massimi leggeri controversa sconfitta di Fabio Turchi in una sfida intensa e combattuta che ha visto due giudici propendere per lo sfidante nordirlandese Tommy McCarthy.

Le foto dell’incontro, scattate da Marco Oss, si riferiscono a questo incontro.

McCarthy, con 115-112 e 115-113, batte Turchi che ha preso un 115-112.
Forse il verdetto più giusto era la parità, ma dopo questa prima battuta d'arresto del fiorentino in 18 incontri non deve avvilire il figlio d'arte toscano che ha saputo stringere i denti dopo la ferita a metà match al sopracciglio sinistro dimostrando di avere la tempra del campione.
 

 

 

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni